Leggi il nuovo diario di viaggio a fumetti!

Un lieto fine

Lascia un commento!

Vi ricordate la storia che vi ho raccontato in questo post? (Vi riposto la tavola, nel caso ve la foste persa).
Ebbene, questa storia ha avuto un lieto fine. La Farnesina ha confermato che Ikram Nazih, questo il nome della ragazza incacerata in Marocco per una battuta sul Corano, è ora libera.
Evviva <3
by |Published On: 23 Agosto 2021|Categorie: nat show, tavola, vita varia|tag = , |12 Commenti|

12 Comments

  1. am70 23 Agosto 2021 at 17:38 - Reply

    lo ho letto poco fa; avevo subito pensato alla tua vignetta

  2. Admike 23 Agosto 2021 at 17:42 - Reply

    Sono proprio degli incivili retrogradi … posso trincerarsi dietro ad ogni qualsivoglia credo o religione… nemmeno le bestie si comportano cosi.. nessuna giustificazione Nat..
    Tu hai sempre la mia massima ammirazione.., satira o dati di fatto..!

    • Per Elisa 24 Agosto 2021 at 01:28 - Reply

      Caro Admike,

      io abito in un condominio.
      Allo stesso piano mio, ci stava una vecchia che essendo vecchia a un certo punto è passata a miglior vita.
      I figli decisero allora di affittare l’appartamento e venne ad abitarci un neger con la sua famiglia.
      La mia consorte, che da tempo aveva curiosità ingiustificate riguardo i neger, mi fracassava i marron glacé con “E invita il neger.. E conosciamo il neger.. Vai a scoprire che avete qualcosa in comune.. Vai a scoprire che avete gusti simili”.
      N-o-n n-e p-o-t-e-i p-i-ù.
      Passai parola tra gli altri condomini che il neger puzzava, sporcava nell’ascensore condominiale, faceva un rumore tremendo tipo danze tribali, insomma era impossibile che stesse in un condominio di gente perbene e civile.
      Un giorno, cosa inaudita, questo tipo mi bussò alla porta come se volesse buttarla giù: eccolo lì il neger, dissi a mia moglie “Vedi? Vedi? Fammi un piacere, chiama il 113.”
      Mia moglie contattò il 113, che assicurò che sarebbero venuti in 5 minuti. Io aprì la porta.
      Lo colsero sul fatto. Vaneggiava in un italiano approssimativo: “Tu gattivo, tu avere galunniato me nel gondominio”. E sputava, e minacciava: “io metterti le mani addosso, io rovinarti!”
      Ah, lo portarono via con la volante.
      E finì di abitare nel condominio tra noi persone perbene e civili.

      Quell’estate tornò mio figlio, scienziato politico fuoricorso.
      Gli raccontai come si comportano i neger. Dati di fatto, come scrivi tu.
      E mio figlio mi rispose: “Vedi babbo, finché in un condominio ci sono persone che agiscono come te, negli esperimenti sociali che conduci otterrai sempre, inevitabilmente, questi dati di fatto. Sai come li chiamiamo? Profezie autoavveranti”.
      Tsé, profezie autoavveranti, come se all’Università nel III millennio di Nostro Signore si studiano le profezie.
      L’avrà sentito in un film di Harry Potter e me lo voleva sdoganare come un parolone da studi superiori

      Teniamo duro Admike, teniamo duro!
      Con questi islamici non ci sono discussioni che tengano, nessuna mediazione, nessun compromesso è possibile.
      C’è solo da tenerli a bada, blocco navale appena tentano di approdare in Italia e sparare a vista. Entri solo se hai un lavoro, per il tempo che hai il lavoro, e solo se rispetti il nostro credo e le nostre tradizioni.
      Anche quella lì, la Silvia Romano, che si è fatta chiamare Aisha, che si è presentata convertita all’Islam dopo tutto l’impegno della Farnesina e i soldi del riscatto… Ti sei convertita? Resta in Africa e rimborsa ogni centesimo del riscatto, dovessi metterci tutta una vita.

      Per Elisa ( Isoardi )

  3. Magar 23 Agosto 2021 at 18:22 - Reply

    Assolta in appello, ma in primo grado condannata: la solita colpevole che l’ha fatta franca, grazie ai giudici compiacenti e amici degli impunitisti! Vergonia!!1!

    • Ma.Co.Da 24 Agosto 2021 at 16:36 - Reply

      Quindi, una ragazza che fa una vignetta spiritosa sul Corano è da condannare e basta. Ma per la vignetta o perché è una ragazza? E chi fa vignette spiritosa sul Vangelo, e ne ho lette di simpatiche, anche loro in galera?

      • Armando 24 Agosto 2021 at 16:44 - Reply

        La legge di Poe afferma che «senza un’emoticon sorridente o qualche altro chiaro segno di intenti umoristici, non è possibile creare una parodia del fondamentalismo in modo tale che qualcuno non la confonda con il vero fondamentalismo».

        • Magar 26 Agosto 2021 at 11:01 - Reply

          La legge di Poe è superata: non basta nemmeno “qualche altro chiaro segno di intenti umoristici”, come “vergogna” scritto male o l’1 in mezzo ai punti esclamativi…

  4. am70 23 Agosto 2021 at 18:47 - Reply

    Ma non si può proprio fare niente per Patrick Zaki ?

  5. ervesto 23 Agosto 2021 at 20:35 - Reply

    Non pensavo di arrivare a dirlo, ma Di Maio sta crescendo parecchio (e bene): bravo!!!

  6. Per Elisa 24 Agosto 2021 at 00:25 - Reply

    Un lieto fine per una ragazza marocchina che non era neppure la nipote di Mubarak! Stento a crederci.
    E quoto Ervesto, anch’io avevo (colpevolmente) sottovalutato il nostro ministro degli Esteri.
    Un grande. Dal Marocco all’Afghanistan, dalla Libia e poi più giù in Sudafrica.
    Chapeau a Di Maio.
    Maledette regole del movimento a cinque stelle della politica dei non professionisti della politica che lo costringeranno ad andarsene a fine legislatura.
    Si è fatto stimare e ora lascerà un vuoto incolmabile.

    Per Elisa ( Isoardi )

  7. Antonio B. 24 Agosto 2021 at 12:22 - Reply

    Nat, speriamo che quello che è successo per Ikram succeda AL PIU’ PRESTO per Zaki! Non so perchè….
    ci sono miliardi di porcate che accadono nel mondo, ma questo ragazzo ce l’ho sempre in testa, con i suoi 45 giorni di prigione che vengono rinnovati ad ogni scadenza… ODIO il mio, il nostro non poter far niente per liberare questo ragazzo. Non viviamo nel migliore dei mondi possibili.

beh?

Ultimi post