news

Home»Articoli»news

Oggi in edicola

Lascia un commento!

Sul Fatto Quotidiano oggi in edicola vi racconto una storia straordinaria: quella di noi giovani(ssimi) vaccinati agli OpenDay di Astrazeneca e quello che ci è successo quando poi non si è capito bene cosa cazzo è successo ma intanto leggetelo perchè come sempre sono STORIE DI VITA VERA VISSUTA.

dav

Di |2021-06-13T18:40:29+02:0013 Giugno 2021|Categorie: news|1 Commento

Oggi in edicola

Lascia un commento!

“ho visto la gente della mia età andare via…”
Oggi su Il Fatto Quotidiano in edicola vi racconto nel dettaglio e in prima persona gli effetti del vaccino anticovid su noi trentenni. Un viaggio andata e ritorno all’inferno. Ora in edicola!

Di |2021-05-27T14:12:47+02:0027 Maggio 2021|Categorie: news|2 Commenti

#cartoonistday

Lascia un commento!

Il 5 maggio è il #cartoonistday ma è stato completamene ignorato! Grazie a tutti, eh! Me ne ricorderò alla prossima ‘giornata mondiale di qualsiasi cosa’…

Di |2021-05-05T20:48:08+02:005 Maggio 2021|Categorie: news|23 Commenti

Oggi in edicola

Lascia un commento!

E riecco il nostro appuntamento con ‘Il club delle persone colte che leggono i libri (però a fumetti)’. La proposta di oggi è ‘La Belgica – La melodia dei ghiacci’ di Toni Bruno, in libreria con Bao. Lo conoscete? Io, che sono una persona colta, oggi ve ne ho parlato su Il Fatto Quotidiano.

Di |2021-04-27T16:17:27+02:0027 Aprile 2021|Categorie: news|1 Commento

Un mondo in cui non vorrei vivere

Lascia un commento!

Scritta vista stamattina su un muro e che mi ha ricordato molto il livello medio dei commenti online

“Gli stupidi trattano le battute sulle cose brutte con lo stesso disgusto con cui gli intelligenti trattano le cose brutte vere e proprie”(cit.)

L’altro giorno abbiamo fatto un giro nel mondo dei tifosi incazzati per una vignetta in cui si accennava a due squadre di calcio (in questo post). E tutti abbiamo riso e ci siamo sentiti migliori: tifosi che ‘per una vignetta!’ augurano tumori e morti violente, con tanto di insulti scritti sulle mie foto! Ahahaha!
Il problema non è il tifo, o l’avere a cuore una causa. I problemi sono la stupidità e la violenza, che sono trasversali e democratiche: nessuno si salva. Nessuno.
Per esempio ecco solo alcune – solo alcune, sottolineo – delle ‘reazioni’ alla mia vignetta sul 25 aprile (questa) su ‘liberazione’ e ‘catcalling’. Sia chiaro, non me ne sto lamentando, le riporto solo perchè il ‘quadro degli offesi‘ sia completo rispetto al discorso sui tifosi: cambia la causa ma uguale è l’incapacità di leggere una vignetta, linguaggio e violenza sono identici a quelli dei tifosi della squadra di calcio. Oggi, che è 26 aprile e la festa della Liberazione è passata, ricordiamoci che nessuno è migliore, neanche se crede di combattere per una causa giusta.
E ricordiamoci anzi che esistono battaglie giuste spesso rovinate da persone sbagliate, che credono di lottare per una causa e invece la trascinano nella loro cretineria. Succede che quando arrivano gli infoiati le persone ragionevoli tendono a lasciare il campo; ma se queste battaglie vengono lasciate solo agli infoiati, nel lungo periodo avremo perso tutti. E stavolta non parliamo di un campionato di calcio.

Comunque parliamo di una minoranza rumorosa, come sempre, in mezzo a gente che invece ha reagito con riflessioni divertenti o critiche costruttive o garbati ‘non mi piace’.

Vi lascio con un tweet scritto da una delle ultrà che mi hanno allietato il 25 aprile. È un tweet che, secondo me, svela un mondo. Un mondo in cui non vorrei vivere.

Ciao a tutti!

Di |2021-04-26T15:52:23+02:0026 Aprile 2021|Categorie: news|35 Commenti

Del calcio non me ne frega un Pfizer

Lascia un commento!



Stamattina è successa una storia buffa. Sto ricevendo insulti su insulti, ma è normale per chi fa il mio lavoro: giochiamo con la merda come fosse didò, quindi ci sta. Ma la ragione degli insulti di stamattina è molto divertente. Riassumo: mercoledì ho pubblicato su Il Fatto Quotidiano una vignetta (questa) in cui il presidente del consiglio Draghi, romanista (fatto noto anche a chi, come me, non segue l’argomento calcio), sfotte i laziali.
Adesso il fiero popolo Laziale credendo che IO sia romanista e li voglia offendere, è scattato che manco Pavlov (non è un terzino polacco) ed è arrivato in massa a scrivermi boiate, a ricordarmi anniversari e sconfitte con date che per me non significano niente e (quanta poca originalità) minacciare mazzate.
Insomma, è sempre la stessa storia. Disegno Berlusconi sessista, sono sessista. Disegno Salvini razzista, sono razzista. Disegno Draghi romanista, sono romanista! E sapete perchè scrivo queste due righe invece di lasciar correre? Perchè mi va bene fascista, comunista, grillino, renziano, leghista, sessista, razzista, abortista, antiabortista, europeista e non, terzomondialista e imperialista e via dicendo. Odiatemi per tante ragioni, ve le concedo. Ma sul calcio voglio essere ben chiaro: non me ne frega proprio un cazzo. E’ una roba che è lontana anni luce da me. Mi stanno sui coglioni pure i mondiali. Per me, se chiudessero tutto sarei solo che contento: lockdown perenne.
Ma capisco che la gente abbia bisogno di sfogarsi e lo faccia guardando un pallone: panem et circenses, dicevano i romani (non i romanisti, prima che scatti di nuovo Pavlov).
Quindi fate, sfogate. Ma qualunque sia la vostra fede (politica, religiosa, calcistica) sappiate che io sono a-partitico, a-cattolico e a-calcistico. E se non vi sta bene, come dice Draghi nella vignetta, attaccateve ar pfizer.

Di |2021-04-22T17:08:20+02:0022 Aprile 2021|Categorie: news, satira|Tag: , , |44 Commenti
Torna in cima