news

Home»Articoli»news

Com’è andata a finire?

Lascia un commento!

Oggi inauguro la rubrica “Com’è andata a finire?”. Vi ricordate il sindaco leghista di Giano dell’Umbria, Manuel Petruccioli? Quello che vuole sfrattare Frigolandia, la casa museo che ospita un pezzo importantissimo della cultura italiana? Quel sindaco che dopo il mio reportage da Frigolandia pubblicò un post chiamando alle armi la popolazione di Giano al grido di ‘Giano non si offende‘ ? Quello che ventilava querele per diffamazione (‘checcoglionese’)? E i sostenitori leghisti che gli scrivevano ‘vai Manuel distruggilo‘ e qualcuno ‘pijamo li forconi‘ (sic)? Ve lo ricordate? Com’è finita?
Ieri ho finalmente ricevuto una querela per diffam…
Ahahahahaha macchè!
Dopo quel post nessuno ne seppe più nulla!
Intanto, il sindaco di Giano (bellissimo paese sulle colline umbre) pubblica post allarmati sui migranti fuggiti da un centro vicino e ha fatto realizzare un’attività importante per portare più turisti al borgo e farne conoscere le attrattive: no, niente che valorizzi un patrimonio culturale unico come Frigolandia.
Ha fatto fare un video dall’alto col drone e la musichetta.
Andatelo a vedere e (cito dal post) “cliccate ‘mi piace’ e condividete”. Perché Giano merita davvero, nonostante il sindaco.

Di |2020-08-01T10:15:47+02:001 Agosto 2020|Categorie: news|Tag: |3 Commenti

La Lega Giovani è loffia

Lascia un commento!


La Lega Giovani non ha gradito la mia vignetta su Fontana in Svizzera. Ci sta.
Hanno fatto anche una grafichetta con scritto grande grande ‘vergognoso’, va bene.
Ci sono i punti esclamativi e ‘morire’ scritto grande… OK, ma…
Ma io ricordo con nostalgia i tempi belli. Quando a incazzarsi per le mie vignette erano i Giovani Democratici… Quelli sì che sono gente seria! Shitstorm imponenti, ban sui social, messaggi di insulti senza tregua…
Giovani Leghisti, essù! Sono molto deluso.
Lo dico per voi: cos’è sto rammollimento?
Pare che sotto sotto quasi siete d’accordo e ce lo portereste Fontana in Svizzera…
Su, impegno! Fatelo per il Capitano che sta passando un brutto quarto d’ora (l’ennesimo)

Di |2020-07-31T08:53:18+02:0031 Luglio 2020|Categorie: news|15 Commenti

Salame e cetriolo

Lascia un commento!

Il 26 luglio 2019 iniziava una storia incredibile, raccontata con delle coordinate geografiche diverse giorno per giorno. Grazie a tutti voi che mi avete fatto compagnia in quella avventura: Se c’eravate avete già capito di cosa sto parlando, quindi vi saluto con la nostra parola d’ordine: salame e cetriolo!
P.s. se non c’eravate… Ma dove eravate?!

#salameecetriolo #transmongolica #ODS #OraDoveSei #travel #natangelo

Di |2020-07-26T15:44:31+02:0026 Luglio 2020|Categorie: nat show, news, reportage|Tag: |6 Commenti

Casa nuova casa

Lascia un commento!

benvenuti

Ciao e bentrovati!
Sì, qualcosa è cambiato: guardatevi attorno. Esplorate, fate ‘scroll’ fino in fondo, cliccate, curiosate in giro.
Questa sarà la nostra nuova casa, anzi, meglio: il nostro nuovo bar di vignette.
In effetti, lo spazio nel quale ogni giorno ci incontriamo aveva bisogno di una ristrutturazione seria, affidata ad un professionista. Ed ora, dopo molti mesi di lavoro, eccoci qui.
Avevo pensato a un post in cui evidenziavo le singole novità e i concetti che hanno guidato questa ristrutturazione ma sarebbe stato noioso: sicuramente avrete modo di scoprire, via via, le novità. Vi segnalo la newsletter: iscrivetevi (cliccando qui o al banner più in basso) e riceverete via mail vignette in esclusiva – cioè fatte solo per la newsletter – e informazioni in presa diretta sulle novità riguardanti mio lavoro: libri, incontri, fumetti, shop. Insomma, un canale di comunicazione molto più diretto! Per ora è ancora in lavorazione, l’idea è di farne un appuntamento settimanale.

Tornando al sito, ricorderete che a febbraio ho iniziato a cercare un webdesigner e, a proposito, ancora grazie alle centinaia di persone che mi hanno scritto candidandosi o dandomi spunti e suggerimenti. Dopo una lunghissima selezione, ho iniziato a lavorare insieme a un professionista che ho trovato proprio qui, sul blog, e che mi ha colpito perchè oltre ad essere competente e disponibile è uno di noi. Si chiama Diego Favaretto (ecco il link al suo sito e alla sua pagina facebook) ed è qui ogni giorno, frequenta questo spazio, segue il mio lavoro, legge i commenti. Sapeva cosa andava e cosa no del mio sito e come sistemarlo e ha saputo realizzare le mie richieste. Lascio un attimo la parola a lui:

I punti cardine sui quali ho incentrato il sito sono tre:
    • il lavoro di Nat al centro della scena: pochi fronzoli ed estetismi per una grafica minimale che faccia risaltare le vignette.
    • navigazione facilitata: il lettore deve potersi muovere senza difficoltà nella libreria online, da qui la creazione e la messa in evidenza delle tre macroaree centrali
    • non creare uno shock visuale per gli utenti ma, allo stesso tempo, inserire degli elementi caratterizzanti che rendano il sito più “croccante”

Credo e spero di essere riuscito nel mio (nostro) intento: creare uno ‘spazio dove mettersi comodi’ , lontano dalla frenesia dei social, dove degustare vignette e scambiare le proprie idee a riguardo.”

Ringrazio anche qui Diego (se cercate un webdesigner, contattatelo pure e fategli il mio nome) per il lavoro che abbiamo fatto davvero insieme, a braccetto, giorno per giorno, ragionando su ogni cosa e cambiando idea molte volte. Ha scritto “Spazio dove mettersi comodi” tra virgolette perchè credo stia citando la nostra prima telefonata, quando gli ho detto come immagino questo sito: uno spazio dove mettersi comodi, appunto. Una libreria da sfogliare, una caffetteria, un bar tranquillo. Ed è con questa idea che ora voglio chiudere il post e invitarvi a dirmi la vostra nei commenti. Datemi consigli, ditemi cosa secondo voi va o non va. Ovviamente, non a tutti piacerà ed è tutto migliorabile, ma bisogna farci l’occhio.
Spero che questo sito sarà ancora uno spazio dove io e voi potremo continuare a metterci comodi, quando abbiamo voglia di rilassarci un attimo, e divertirci o anche discutere. Spero che continuerà a crescere come sta crescendo in questi anni, in termini di lettori e di interazioni.
Soprattutto voglio ringraziarvi per il vostro supporto costante in tutto ciò che mi invento, cosa che per uno che fa il mio lavoro è ossigeno e quindi: questo sito è per voi!
Mettetetevi comodi, siete a casa. Anzi, meglio: siete al bar!

Di |2020-07-17T11:43:19+02:0015 Luglio 2020|Categorie: news|Tag: |25 Commenti

L’errore di Staino

Lascia un commento!

Ieri su Libero c’era bella un’intervista a Sergio Staino, storico vignettista de L’Unità e creatore di Bobo. A Staino mi lega la gratitudine del mio primissimo esordio come vignettista, essendo stato lui il primo a pubblicare le mie vignette con L’Unità nel 2007. E mi ha colpito leggere nell’intervista che il disegnatore, guardando al passato, sia giunto alla conclusione che attaccare Berlusconi è stato un errore. Riflessione che ho trovato simile a quella di Michele Serra, ex direttore di Cuore, che a gennaio – sul Venerdì di Repubblica – ha fatto mea culpa per aver preso per culo Craxi.
Insomma, l’intervista a Staino si chiude con una domanda: ‘Perchè la satira politica in Italia non esiste più?‘.
E Staino risponde.
Risponde non che la satira politica esiste ancora.
Risponde che la satira politica in Italia non esiste più perchè s’è persa la passione politica.
Poi chiude lamentando come fosse un difetto il fatto che Di Maio che non racconta le barzellette, ma qui mi sono perso: sarà che non esisto.
staino

Di |2020-07-14T14:29:39+02:0014 Luglio 2020|Categorie: news|Tag: |19 Commenti

Un omaggio

Lascia un commento!

La mia vignetta pubblicata oggi da Il Fatto Quotidiano – con un malinconico e grato Silvio B. che ripensa al passato – era un omaggio alla bellissima saga di Paperon De Paperoni scritta e disegnata da Don Rosa. Se non l’avete letta, recuperatela. Se l’avete letta, scrivete amen nei commenti.

Di |2020-07-02T13:31:15+02:002 Luglio 2020|Categorie: news|21 Commenti

Il leghista e i forconi

Lascia un commento!

Ecco la divertente reazione del sindaco leghista di Giano dell’Umbria – l’avvocato Manuel Petruccioli – al mio reportage a fumetti da Frigolandia. Il piccolo Braveheart del Sagrantino aizza i suoi seguaci su Facebook alla rivolta contro i “simpaticoni del Fatto” al grido di ‘Giano non si offende!’.
Nella mia tavola a fumetti scrivo che Giano è un paese bello da visitare, riporto in un lungo paragrafo le parole dello stesso sindaco sulla faccenda (a proposito di sentire tutte le campane) e esorto ironicamente il comune a sfruttare il potenziale offerto dalla presenza di Frigolandia nel territorio. Ma il condottiero Petruccioli si impenna per la parola “Checcoglioni”: espressione di noia (come ‘che palle’) ma che la coscienza sporca leghista traduce in ‘aó ha detto che siamo coglioni!’.
L’avvocato Petruccioli parla quindi di ‘diffamazione’, ‘querelare’ e ‘finta satira’. I suoi sostenitori gli rispondono a tono con ‘Manuel, pijamo li forconi’, con quel dono che il volgo ha di tradurre in linguaggio semplice i sofismi dei notabili.
Noi comunque siamo qui, avvocato, che sian querele o sian forconi.

Intanto, dopo il mio reportage, le firme per Frigolandia sono passate da 6300 a quasi 8500. In due giorni. Continuate a firmare la petizione su change.org!

Di |2020-06-21T09:50:31+02:0021 Giugno 2020|Categorie: news|Tag: |43 Commenti
Torna in cima