Delle due l’una

Lascia un commento!

Delle due l’una – la mia vignetta per la prima pagina de Il Fatto Quotidiano oggi in edicola!

#autobus #maloreimprovviso #mestre #guardrail #vignetta #fumetto #memeitaliani #umorismo #satira #humor #natangelo

by |Published On: 5 Ottobre 2023|Categorie: satira, vignetta|tag = , |14 Commenti on Delle due l’una|

Falla girare!

14 Comments

  1. Antonia VanBlog 5 Ottobre 2023 at 13:28 - Reply

    Bella. Vera. Spietata.
    Tutte e due

    • Cosimo Epicoco 5 Ottobre 2023 at 13:45 - Reply

      Vignetta dolorosamente spassosa! Comicità e dolore a volte vanno insieme. “Alla fine sul letto di morte a Nenillo il presepe piaceva!” (Cnf Natale in casa Cupiello) Voto Vignetta 110/lode.

  2. Antonia VanBlog 5 Ottobre 2023 at 13:31 - Reply

    Sono morti bastarde.Bastardissime

  3. Alessandra 00 5 Ottobre 2023 at 16:01 - Reply

    Quando lo capiranno, che importa!
    Il guard rail era arrugginito? S’indagherà e si faranno processi e condanne… Tanto non pagano mai abbastanza i colpevoli, fra bravi avvocati, attenuanti e condoni. Basta vedere tutte le altre tragedie come il ponte Morandi il cui processo rischia la prescrizione con le belle leggi che confenzionano a Roma. Un altro esempio la diga del Vajont : una persona condannata a 5 anni e un’ altra persona condannata a 3 anni e 8 mesi. Tutt’e due hanno goduto di un condono di 3 anni. I morti sono stati quasi 2000.
    E questo è il Belpaese.

    • Luke 6 Ottobre 2023 at 07:02 - Reply

      Carissima Alessandradoppiozero, concordo con quanto dici con alcune osservazioni.
      Il Vajont è stata un’opera progettata e realizzata strutturalmente benissimo, forse addirittura troppo bene; la riprova è che ha retto alla frana e all’onda d’urto dell’acqua e dopo 60 e più anni è ancora lì a tragico monito. L’unico “difetto” è che non doveva essere costruita lì, su una montagna nota per essere friabile e “franabile” tanto da essere chiamata monte Toc. Interessi politici ed economici… Lo stato (minuscolo) ha occultato e insabbiato…
      Il ponte Morandi, quasi coetaneo della diga, invece, dei difetti in origine li aveva e da qui è cominciata la lunga strada costellata di altri errori e di criminali manchevolezze che hanno portato alla tragedia. Interessi politici ed economici, anche privati stavolta… Lo stato (sempre minuscolo) guardava da un’altra parte e intascava…
      Mettiamoci nel lungo tragico elenco anche la tragedia del Mottarone: mancanza di controlli puntuali, seri e precisi… Interessi economici e latitanza politica… Lo stato (sempre più minuscolo) passava carte da un ufficio all’altro e guardava il lago…
      E veniamo al bus… ancora non si sa… tanti sembra, tanti si dice, tanti hanno visto qualcosa o qualcos’altro, fumo, fiamme, ruggine, manovre azzardate, il buco nel guard rail che non doveva esserci ma forse doveva esserci per ragioni di servizio e di sicurezza…
      Vedo all’orizzonte, fra il fumo e le lacrime, avvicinarsi lentamente, quasi di nascosto, una terza mietitrice… Tragica fatalità, malore dell’autista…
      Troppo pochi gli interessi politici ed economici… Lo stato (che lo dico a fare, minuscolo comunque) piangerà qualche lacrima di coccodrillo e si dimenticherà presto della vicenda…

      • Alessandra 00 6 Ottobre 2023 at 07:41 - Reply

        Caro Luke concordo in tutto. Nel caso in questione sai cosa? Spero che appurino sia davvero “colpa” del conducente ( malore o sventatezza, che lui ha pagato con la vita 😞). Perché altrimenti la fine della storia sappiamo già quale sarebbe, purtroppo

  4. Cosimo Epicoco 6 Ottobre 2023 at 07:51 - Reply

    Gentile Luke,e Ale OO: Sul Vajont qualche anno fa, Paolini tenne un magnifico pezzo di teatro (non saprei come chiamarlo) uno degli avvocati degli imputati o un coinvolto non ricordo bene fu poi eletto presidente della Repubblica era Giovanni Leone.Che dire? Sono già stati giudicati da Dio!

    • Luke 6 Ottobre 2023 at 09:49 - Reply

      Caro Cosimo, il magnifico pezzo di Paolini (in diretta dalla diga la prima volta) lo guardo ogni volta che posso… scopro sempre qualcosa di nuovo che mi ero perso prima…
      ed ogni volta sale la rabbia, perchè la montagna i segnali li aveva lanciati ben prima di quella tragica notte…

      • Alessandra 00 6 Ottobre 2023 at 09:55 - Reply

        Eh già! E giustizia divina a parte, vorrei che quella umana fosse Giusta davvero

        • Luke 6 Ottobre 2023 at 10:12 - Reply

          Carissima…
          purtroppo credo che ci sia ben poco di più fallace di una giustizia (minuscola) amministrata da Umani con sentimenti, interessi, pregi, difetti, rancori, amori, antipatie, simpatie, pensieri colorati, idee in bianconero, ambizioni, appetiti, disillusioni, speranze…
          Forse, molto forse, l’IA potrebbe avere questo come campo di applicazione…

          • SonOfaBit 6 Ottobre 2023 at 11:22 - Reply

            Caro Luke, fosse solo la giustizia…Sir Thomas More, circa cinquecento anni fa,
            diceva ai suoi pari ( d’Inghilterra ) : “…fate dei ladri, e poi li punite.”

            Infatti scrisse L’Utopia, inventando una nuova parola.

            • Luke 6 Ottobre 2023 at 22:41 - Reply

              Caro SOaB
              Thomas More
              Un uomo per tutte le stagioni, abile diplomatico ma fedele ai suoi principi ed alla sua coscienza…
              Fatto anche Santo (lui per davvero, non come altri santi che passeggiano da queste parti)
              Forse servirebbe anche oggi un personaggio come lui…

  5. Antonia Vanblog 6 Ottobre 2023 at 14:35 - Reply

    Non mi sembra che Thomas Moore abbia fatto una bella fine ,con la sua insistenza a dire in faccia a Enrico VIII cosa pensava della supremazia della chiesa di Inghilterra su quella di Roma. Certo dimostrò una coerenza ideativa ineguagliabile.

  6. Cosimo Epicoco 6 Ottobre 2023 at 16:35 - Reply

    Gentili amici: bisogna fingersi pazzi per dire la verità! Nat è uno di questi!

Dimmi la tua

Ultimi post