Leggi il nuovo diario di viaggio a fumetti!

Potere del cuore di Maria

Lascia un commento!

Potere del cuore di Maria
#papa #armi #maria #vaticano #RussianUkrainianWar #Ukrainerussiawar #vignetta #fumetto #memeitaliani #umorismo #satira #humor #natangelo

by |Published On: 25 Marzo 2022|Categorie: satira, vignetta|tag = , , |92 Commenti|

Falla girare!

92 Comments

  1. Claudia 25 Marzo 2022 at 22:21 - Reply

    Beh, magari può cavarsela con un expecto patronum…

  2. jesusunderthebridge 25 Marzo 2022 at 22:55 - Reply

    Una sfera Genkidama?

  3. Suppiluliuma III 26 Marzo 2022 at 00:53 - Reply

    Avada Kedavra

  4. Armando 26 Marzo 2022 at 01:06 - Reply

    https://www.ilroma.net/news/attualit%C3%A0/il-messaggio-della-madonna-di-fatima-e-il-papa-%C2%ABla-fine-del-mondo-potrebbe-essere

    Quando cadono le bombe nucleari non c’è niente di meglio che sentire qualcuno convinto che fatima l’avesse previsto… :-\

  5. Agostino 26 Marzo 2022 at 07:55 - Reply

    “Deus ex machina” nella letteratura teatrale greca se ne trae auspicio! A volte sono casuali botte di culo. L’Essere Superiore se intervenisse in maniera eclatante, dopo il primo entusiasmo dell’umanità ci renderebbe la sua come un invasione di campo sul nostro “libero arbitrio”. …in buona sostanza, fate come ci pare, le istruzioni per l’uso le avete, poi chi morirà vedrà !!! (ad uso e consumo di credenti e non)

    • Claudia 26 Marzo 2022 at 15:02 - Reply

      E comunque Dio riconoscerà i suoi

  6. Cosimo Epicoco 26 Marzo 2022 at 09:22 - Reply

    Graziosa vignetta! Certo con tanti idioti vogliosi di lanciare bombe atomiche, anche la Santa Vergine ha qualche difficoltà! Bravo Mariolino sei stato delicato a raffigurare la Vergine, e ti ringrazio
    ( io sono un credente.) Voto vignetta 110/lode! Adesso devo cercare cosa vuol quella parola latina?

    • Armando 26 Marzo 2022 at 09:47 - Reply
    • MARK TWAIN 26 Marzo 2022 at 18:30 - Reply

      Caro Cosimo, ognuno può credere alla favola che preferisce… quella di Harry Potter fa guadagnare la sig.a Rowling quella di Gesù di Nazareth (ridente cittadina edificata nel IV secolo D.C.) fa guadagnare (cifre enormi) alla Multinazionale Cristiana.
      p.s. Non è che una “balla” raccontata per più di 2.000 anni la fa diventare vera!

  7. Cosimo Epicoco 26 Marzo 2022 at 10:23 - Reply

    Gentile Armando: è inutile che sbeffeggi il credere in Dio! La Fede è un dono! L’esistenza di Dio non potrà mai essere provata al microscopio! Se no non sarebbe più Dio! Fatevene una ragione Oddifreddi vari e sghignazzanti!

    • Armando 26 Marzo 2022 at 10:48 - Reply

      Cosimino, avevi chiesto e ti è stato dato: se ti senti sbeffeggiato porgi l’altra guancia e non fare nomi «non provabili» invano. 😛

    • Per Elisa 26 Marzo 2022 at 12:32 - Reply

      Cosimo,

      senza volontà di intervenire nella discussione…
      solo per puntualizzare qualcosina..
      tu credi solo in una tra le molteplici rivelazioni di “Dio” (o dal punto di vista di un non credente ..in una tra le molteplici ricerche umane del trascendente).
      Tu hai una fede, non “La Fede”.
      Questa precisazione è importante per un minimo di tolleranza verso chi crede ma crede diversamente da te.

      Sulla questione delle argomentazioni sull’esistenza di “Dio” mi raccomando di non distruggere la filosofia medievale (tanti secoli, tanto lavoro, poi arrivate tu e Odifreddi).
      Il mio rispetto, sincero, va alla ricerca umana, ben rappresato – imho – dalla Dama Velata di Spinazzi al GAM di Torino (non unico esempio di dama velata, bla bla, ma efficace – imho – a rappresentare proprio la Religione, maiuscolo per intendere una qualunque religione): in breve, in sintesi, renditi conto che anche tu, come chiunque, non hai 10/10mi di vista etica e morale.

      Chiudo.

      p. E. ( Isoardi )

    • MARK TWAIN 26 Marzo 2022 at 19:03 - Reply

      Caro Cosimo, anche l’esistenza dei “Draghi invisibili che abitano nel garage” (cit. Carl Sagan) o delle “Teiere che orbitano attorno al sole” (cit. Bertrand Russel) può essere provata/dimostrata… In effetti non è possibile negarne l’esistenza, però non ci crede nessuno!

  8. Cosimo Epicoco 26 Marzo 2022 at 11:46 - Reply

    Non fai ridere! Proprio! Ho fatto il nome, in quanto quel nome ha postato quel link dal contenuto a mio parere sgradevolissimo!

    • Armando 26 Marzo 2022 at 12:01 - Reply

      «Adesso devo cercare cosa vuol quella parola latina?» (Cosimo)

      Che vuoi da me se quello è l’articolo pertinente per chiarire cosa fosse Expelliarmus:
      Non mi dire che la stai ancora cercando, la “parola latina”… Voto 0–

      Qualcuno ti avrebbe sbeffeggiato?
      cita testualmente le frasi che avrebbero sortito tale effetto e spiega chiaramente in che modo.

  9. Per Elisa 26 Marzo 2022 at 12:15 - Reply

    …e prima Al Bano (che ritenendosi presuntuosamente pari a Di Maio) interferisce dichiarando “Non farò mai più concerti in Russia” e tutti i russi a festeggiare ed inneggiare a Putin a Mosca.
    …e ora Bergoglio (che ritenendosi presuntuosamente pari a Salvini) si avventura a consacrare Russia e Ucraina al Cuore di Maria.

    Ma volete lasciar fare ai professionisti, SI o NO?!?!?
    Opperdincibacco!

    p. E. ( Isoardi )

  10. Cosimo Epicoco 26 Marzo 2022 at 12:34 - Reply

    Armando:(parente prossimo di Cicerone!) Sei un solenne cafone! E dimostri di non aver capito la graziosa vignetta di Natangelo. È chiaro che la “vera” Santa Vergine non ha usato
    quella parolina latina! Ecco che chi ha postato quel video orrendo, ha a mio parere, voluto sbeffeggiare tutto! L’ironia lasciala a Natangelo fai più bella figura! Per Elisa: O Sant’Anna gloriosa! Bergoglio pari a Salvini?! Divento ateo in un nano secondo!

    • Armando 26 Marzo 2022 at 13:33 - Reply

      Cosimino, se il termine si paragone sei tu vado liscio.

      • Armando 26 Marzo 2022 at 13:37 - Reply

        termine si di paragone

    • Armando 26 Marzo 2022 at 13:58 - Reply

      Giacchè armus in latino significherebbe spalla e non avrebbe senso nel contesto della vignetta, il link rende noto l’uso del termine ed il significato che ha in una famosa serie narrativa.

  11. Angelo 26 Marzo 2022 at 12:51 - Reply

    Anche senza aprirlo si capiva che il link fosse semplicemente un chiarimento del significato di expelliarmus.

    Noi cristiani dovremmo cercare di non prendere sempre quello che non comprendiamo come un’attacco al nostro credo, altrimenti rischiamo di fare una ben misera figura.

    Grazie Nat, vignetta molto simpatica come sempre 🙂

  12. Cosimo Epicoco 26 Marzo 2022 at 13:06 - Reply

    Per Elisa: Io credo nel Dio Cattolico! Il resto del tuo commento ho capito niente! Colpa mia certamente!

  13. Cosimo Epicoco 26 Marzo 2022 at 13:12 - Reply

    Angelo: “attacco al nostro credere…” Che parolone! Per carità nessun decreto di scomunica! Era il tono canzonatorio di Armando che mi ha infastidito!

    • Armando 26 Marzo 2022 at 13:29 - Reply

      Nonostante tu insista, a sprezzo del ridicolo, devi ancora citare le testuali parole a cui hai attribuito “tono canzonatorio” e devi spiegare in che modo sortirebbero tale effetto.

  14. Cosimo Epicoco 26 Marzo 2022 at 14:34 - Reply

    Armando: “Va banni va’ ” Godiamoci la prossima vignetta!

    • Armando 26 Marzo 2022 at 14:44 - Reply

      Cosimino, se non riesci ad esprimere le tue presunte ragioni con argomentazioni razionali fatti un esame di coscienza.

  15. Mauro 26 Marzo 2022 at 16:17 - Reply

    24 commenti senza l’apporto di Dedication è tanta roba, devo dire.

    • Armando 26 Marzo 2022 at 18:14 - Reply

      Cose che succedono quando qualcuno che pretendeva di essere un credente legge una pagina che descrive l’espressione expelliarmus subito dopo aver dato voto di 110/lode ad una vignetta che contiene tale parola?

      «articolo per credenti:
      https://harrypotter.fandom.com/it/wiki/Incantesimo_di_disarmo»
      (Armando 26 Marzo 2022 at 09:47 )

      che apparentemente è valso questa risposta.

      «Gentile Armando: è inutile che sbeffeggi il credere in Dio! La Fede è un dono! L’esistenza di Dio non potrà mai essere provata al microscopio! Se no non sarebbe più Dio! Fatevene una ragione Oddifreddi vari e sghignazzanti!» (Cosimo Epicoco 26 Marzo 2022 at 10:23)

      “sbeffeggiare” con un link e tre parole! Ma non è stato in grado di mettere in fila poche parole in grado di giustificare su base logica tali accuse: non c’è bisogno di scomodare fedi, vere o presunte, per eccepire ad un simile comportamento.

  16. "piera 26 Marzo 2022 at 20:56 - Reply

    In questi. giorni Maria non è in paradiso, è a Kiev ,.sfollata nella metropolitana,dove è stata vista in un angolo mentre allattava Gesù.Giuseppe era in giro per procurarsi qualcosa da mangiare e un mezzo di trasporto qualsiasi per cercare di portarli in salvo

    • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 08:15 - Reply

      Nooo! Maria (ovvero il Papa) chiaramente non parteggia per una delle due parti, dice chiaramente di piantarla con le sfide a chi ce l’ha più duro a danno dei popoli e di riaprire il dialogo diplomatico (cosa che nessuno fa). Basta soffiare sul fuoco, per fortuna qualcuno lo ha detto (PS: preciso di non essere cattolico, e neanche credente)

  17. RiccoSpietatoOstracizzato 27 Marzo 2022 at 00:52 - Reply

    o “piera, con ciò ci dimostri che giuseppe ha più di sessant’anni. il che quadra con le scritture.

    (maria e gesù comunque sono già atterrati a loreto, da mo)

  18. Mauro 27 Marzo 2022 at 10:27 - Reply

    Vorrei sottolineare quanto sia bellissima la Maria del Mario (scusate, non sto scherzando). Semplice, dolcissima e quasi ingenua. Umana. Una delle più belle che abbia avuto la fortuna di contemplare.

    • MARK TWAIN 27 Marzo 2022 at 12:34 - Reply

      Se poi si pensa che nelle comunità dei primi cristiani Maria era del tutto ignorata, chi avrebbe mai “venerato” una donna? Il culto è stato introdotto molto più tardi, parallelamente a quello di “santi”, introdotti per sostituire le tante divinità pagane. L’operazione si rese necessaria, oltre alla distruzione o “riconversione” dei templi e all’appropriazione delle “festività pagane”. La “sostituzione forzata” delle “vecchie religioni” proseguì nel tempo attraverso i “noti massacri” effettuati rigorosamente in “nome di Dio”.
      Del resto anche Putin è un fedele della Madonna!

  19. "piera 27 Marzo 2022 at 10:45 - Reply

    Vero

  20. "piera 27 Marzo 2022 at 11:22 - Reply

    Speriamo che siano veramente in salvo a Loreto.E’ più verosimile che Giuseppe sia morto sotto i bombardamenti e che Maria e Gesù siano stati rapiti dai trafficanti di persone ed abbizano fatto una fine orribile

  21. Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 08:22 - Reply

    Io invece ho trovato positivo che il Papa non si sia schierato con l’orrendo incitamento alla guerra che purtroppo va molto nei media. Siamo arrivati a questo punto perché le diplomazie (americane e ucraine in primis) hanno lavorato male, anzi non hanno lavorato affatto, ma invece hanno molto soffiato sul fuoco. C’è chi addirittura incita alla terza guerra mondiale (fra il plauso dei giornalisti), per non parlare della bambina a cui hanno messo in mano un mitra (non ci facevano orrore i bambini-soldato?) Grazie a dio (non sono credente) c’è qualcuno che ci ricorda che la strada è un’altra (e viene subito trascurato o irriso).

    • degiom 28 Marzo 2022 at 11:05 - Reply

      E di grazia Giuseppe: quale sarebbe l'”altra strada”, a fronte di un Paese che INVADE uno Stato sovrano, indipendente, democratico?

      Certo, la democrazia e l’indipendenza ucraina sono giovani, fragili e stanno affrontando (non senza errori), un percorso di maturazione, come tutti gli Stati agli albori di una democrazia …

      Ma questo da facoltà ad un satrapo da operetta di (ri)conquistarla? Con tutti gli errori che possono essere stati commessi, l’Ucraina ha tutto il diritto a difendere il proprio territorio da un invasore straniero, anche perché ha già perso la Crimea in precedenza e da 8 anni sta combattendo furiosamente per mantenere le regioni del Donbass
      sotto la loro giurisdizione …

      Quale sarebbe l’altra strada, Giuseppe?

      • Dedication 28 Marzo 2022 at 11:23 - Reply

        Ciao d.,

        Non riusciamo a vederla nello stesso modo.

        Invasione = Operazione militare volta a pacificare, con richieste estremamente condivisibili e ragionevoli.
        Paese democratico = Paese che elegge una marionetta creata da Holliwood
        Indipendente = Che obbedisce a Washington
        Satrapo = Presidente eletto con maggioranza netta (contrariamente a Biden, che ha dovuto farsi votare PER POSTA dai morti, o a Draghi-Conte-Monti, mai votati da nessuno).
        Mantenere regioni del Donbass = Operare una massiccia opera di puilizia etnica russofobica con 200k soldati, il tutto con la “comunita’ internazionale” che se ne sbatte gli Armandi.

        Perche’ i bischeri americani che sono andati a contestare un’elezione farlocca sono “criminali” mentre i tagliagole ucraini che hanno fatto fuggire un presidente eletto, pagati dalla Nato, sono eroi?

        Aggiungo: da quando mi sei diventato “sovranista”? Allora noi abbiamo il diritto di opporci con le armi all’invasione EU? Possiamo rovesciare Draghi entrando a Montecitorio con un nostro “Battaglione Azov”? O in quel caso sarebbe un colpo di Stato?

        • Armando 28 Marzo 2022 at 11:53 - Reply

          Poveretto, ridotto a blaterare di “Armandi” in mia assenza per allevare il pesante bagaglio di frustrazione che ti attanaglia…

        • degiom 28 Marzo 2022 at 12:06 - Reply

          Decisamente NO D,

          A sto giro siamo antitetici: non provo nemmeno a smontare la tua replica ma, come penso tu possa supporre, utilizzando altri termini, rigirerei la frittata pro domo Ucraina …

          Sai qual è la prima diferenza tra noi e i russi? Che ad esempio tu puoi tranquillamente digitare le tue opinioni pro russia ovunque (orsini compreso a quanto pare, basta che ci vada aggratis: e bada io ne sono felicissimo!) … I sudditi dello zar NO anzi: se si azardano a parlare di “guerra” in Ucraina …

          Non sarbbe suficiente questa cosa a decidere da che parte stare?

          Poi basta , con sta storia dei demoni dell’Azov: è del tutto inutile riempirsi la bocca tremolanti con sti tremendi nazi del Battaglione Azov …
          I Parà dei battaglioni pisani e livornesi o i lagunari del battaglione San Marco sono gli equivalenti italiani dell’Azov: TUTTI i Paesi hanno frange estreme tra i loro Eserciti …

          Bye

          • Dedication 28 Marzo 2022 at 17:25 - Reply

            Sai qual è la prima diferenza tra noi e i russi? Che ad esempio tu puoi tranquillamente digitare le tue opinioni pro russia ovunque (orsini compreso a quanto pare, basta che ci vada aggratis: e bada io ne sono felicissimo!) … I sudditi dello zar NO anzi: se si azardano a parlare di “guerra” in Ucraina …

            Non sarbbe suficiente questa cosa a decidere da che parte stare?

            Scusa ma no.
            1) Non e’ del tutto vero. Anche da noi c’e’ una notevole censura, specialmente sul posto di lavoro o con i clienti. Non ti giro le mail dell’HR o di alcuni clienti per ovvie ragioni. E questo pur vivendo io in un Paese che NON e’ in guerra.

            2) La Russia E’ IN GUERRA. Come l’Ucraina, dove infatti e’ da galera dire quello che dico io (giustamente) e dove partiti (anche di sinistra) considerati troppo “filo russi” sono messi fuori legge.

            3) Io non sto da nessuna parte, e dovremmo cercare di essere pacifici, ovvero pro pace. Ed essere pro-pace vuol dire ascoltare ANCHE quello che pensano i Russi e domandarsi se ci sono delle verita’, e nel caso come mai non sono state prese in considerazione prima.

            “I Parà dei battaglioni pisani e livornesi ”

            I Para’ pisani (esistono dei Para’ livornesi?) non fanno rastrellamento di etnie scomode, non hanno invaso il palazzo del governo e non hanno rivoltato ogni sasso in una citta’ Italiana.
            Il battaglione Azov ha distrutto MAriupol, ha messo bombe nel teatro rinchidendoci civili per farlo passare come “massacro russo” (di Russi!) e bersaglia civili da otto anni.

            Non basterebbe questo per sapere che delle ragioni (non TUTTE le ragioni, sia chiaro) esistono ANCHE dall’altra parte della staccionata?

      • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 11:53 - Reply

        Vedo che adesso zelensky sembra disponibile a dichiararsi paese neutrale e a riconoscere l’autonomia del Donbass. È quello che la Russia chiede da anni, prima in via diplomatica, poi minacciando, poi passando alle vie di fatto (con sua grave colpa, su questo non devono esserci dubbi). Mi chiedo: la diplomazia non poteva arrivare allo stesso risultato senza spargimento di sangue? Mi sembra che il Papa dica semplicemente questo: lasciamo le porte aperte al dialogo, fermiamo l’escalation. Sono parole che non vanno ignorate o irrise, questo dico. A fare i guerrafondai sono bravi tutti, più difficile trovare la strada della convivenza.

        • Armando 28 Marzo 2022 at 12:14 - Reply

          Invadere un paese non ancora parte della NATO per impedire che aderisse alla NATO e nonostante Zelensky parli di neutralità la Russia NON ha ritirato le proprie truppe…

          C’è una favola di Fedro sulla “diplomazia” dell’agnello che come excipit specifica «Questa favola è scritta per quegli uomini che opprimono gli innocenti con falsi pretesti.»

          https://it.wikipedia.org/wiki/Il_lupo_e_l'agnello_(Fedro)

    • Armando 28 Marzo 2022 at 12:02 - Reply

      Se la mafia russa si lamentasse che gli altri fossero guerrafondai a non usare la “diplomazia” per esaudire le richieste loro poste vincerebbe almeno un “Oscare della Pace”, se tutti ragionassero come certa gente…

  22. Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 12:09 - Reply

    Consiglio di studiare bene in che modo è scoppiata la prima guerra mondiale, madre di tutti gli orrori del Novecento. È vero che non si impara mai, e che si finisce per ripetere gli stessi errori… Speriamo di no. Guerrafondai a casa loro, grazie

    • Armando 28 Marzo 2022 at 12:17 - Reply

      Se non sei incapace di sviluppare concretamente delle argomentazioni in questa sede, ti sconsiglio ti suggerire agli altri cosa approfondire.

      • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 12:37 - Reply

        ? Mi sembra di argomentare bene. Guarda che il mio è un suggerimento sincero. È una buona idea rileggere attentamente quali erano gli obiettivi tedeschi sui Balcani o in Russia. Si capisce bene cosa sta succedendo adesso. Poi ovviamente ognuno è libero di restare disinformato. Saluti

        • Armando 28 Marzo 2022 at 13:11 - Reply

          Ovviamente puoi pretendere di essere informato ma nessuno è obbligato a crederti senza che tu sviluppi i presunti ragionamenti che pretendi di tacere e sulla base dei quali pretendi che il tuo invito sarebbe sensato.

  23. Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 13:25 - Reply

    Nessuno vuole mettere a tacere nessuno. La politica tedesca è sempre stata quella di dividere gli slavi per dominarli (c’è anche una teoria razzista americana dei primi del secolo che sosteneva che era un popolo nato per lavorare per gli altri… E anche l’etimologia di slave=schiavo, come in veneziano peraltro, sarebbe lì a dimostrarlo). Comunque la politica è: croati (ustascia) con i tedeschi, serbi (partigiani) asserviti. Ucraini e lettoni nelle SS (come in parte è avvenuto), russi asserviti. Non ha funzionato, ma per liberarsi da questi tentativi di invasione (a cui abbiamo partecipato anche noi, è bene ricordarlo) i russi hanno subìto decine di milioni di morti (con crudeltà nei confronti della popolazione civile che neanche immaginiamo). Ah, ovviamente non sono stati solo i tedeschi a cercare di invadere la Russia, ma anche francesi, inglesi, polacchi, cecoslovacchi e rumeni. Ora, pensare con un pregresso simile di andare a seminare zizzania promettendo all’Ucraina di entrare nella NATO, posizionando i missili a cinque minuti da Mosca… Be’ è stata follia pura. Ora nessuno difende Putin, per carità, ma il punto è che l’hanno davvero tirato per la giacchetta. Zelensky invece si dichiara deluso perché sperava nella terza guerra mondiale? Be’, spero rimanga deluso a lungo… E anche il signor Biden, se ne tornasse alle sue prossime elezioni di midterm senza seminare caos in giro per il mondo, grazie.

    • Armando 28 Marzo 2022 at 13:43 - Reply

      Paesi ex sovietici hanno aderito all’alleanza atlantica dal 1999 al 2004 e la Russia ha cooperato con la NATO sulla base di un trattato bilaterale dal 1997 al 2014, anno di invasione della Crimea. L’evidente giravolta consente di stabilire che tirare in ballo la NATO fosse uno dei pretesti messi in gioco dalla propaganda russa per confondere le acque.

      Putin, invece ha fatto un discorso dove rinnegava l’indipendenza dell’Ucraina (ed altri paesi ex sovietici) concessa legalmente dalle costituzioni russe nate dalla rivoluzione di ottobre ma non risulta che si sia fatto adottare dai discendenti dei Romanov.

      https://www.huffingtonpost.it/esteri/2022/02/21/news/putin_da_la_colpa_a_lenin_per_l_esistenza_dell_ucraina_ecco_perche_-8806952/

      Siamo dunque alla mentalità “cosa nostra” e metodi mafiosi.

      • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 13:47 - Reply

        Dimentichi che l’invasione della Crimea è avvenuta dopo che il governo regolarmente eletto è stato deposto dopo un attacco di forze paramilitari al Parlamento e dopo che il nuovo governo aveva vietato l’uso della lingua russa (parlato dalla maggioranza della popolazione). Se non sono provocazioni queste…

        • Armando 28 Marzo 2022 at 14:21 - Reply

          Hai dimenticato di spiegare su quali basi Putin possa vantare diritti sulla politica interna dell’Ucraina:
          Senza il golpe bolscevico della rivoluzione di ottobre Putin non sarebbe lì a rinnegare le costituzioni russe sula base delle quali l’Ucraina ha potuto legittimamente ottenere l’indipendenza.

          La “Russia dello Zar” lasciala ai Romanov: Se l’Ucraina non è indipendente neanche Putin avrebbe diritto a governare la Russia…

          PS: Viste le putinate sulla presunta “unità di russia ed ucraina” avrebbero potuto dirlo che l’esercito russo sia lì in qualità di cittadini per un “maidan” invece di far sembrare che avesse sbagliato strada dopo un’esercitazione militare in bielorussia…

          • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 14:27 - Reply

            Putin reclama gli stessi diritti di Kennedy quando negli anni ’60 qualcuno pensò di mettere i missili a Cuba. Minacciò ritorsioni e Krushcev saggiamente tornò indietro. E succederebbe la stessa cosa se poniamo il Messico facesse un accordo con la Cina per ospitare suoi missili ai confini della California, in modo magari del tutto legittimo. Suvvia… Comunque non sto difendendo Putin. Difendo il Papa, che ha fatto una mossa difficile

            • Armando 28 Marzo 2022 at 15:28 - Reply

              Hai tirato in ballo la NATO e sei stato smentito dalla presenza di anni di collaborazione NATO-RUSSIA durante l’adesione alla’alleanza di paesi ex sovietici.
              https://en.wikipedia.org/wiki/Russia%E2%80%93NATO_relations#Founding_Act_on_Mutual_Relations,_Cooperation_and_Security,_1997

              Adesso tiri in ballo relazioni bilaterali USA-RUSSIA in piena guerra fredda (nel 1962) come se fossero idonee a giustificare l’aggressione russa nelle relazioni RUSSIA-UCRAINA:

              L’esempio di Cuba AVALLA implicitamente una (non esistente) alleanza Ucraina-NATO, che sarebbe stata comunque paragonabile a quella RUSSIA -CUBA, ma sposta il pretesto su missili che non esistono ancora: un esempio di paiuolo di Freud (Kettle logic) di cui non ti rendi conto.

              Peraltro con il Memorandum di Budapest del 1994 l’Ucraina si impegnò ad aderire al Trattato di non proliferazione dell armi nucleari.

              Ora, a parte che basta un sommergibile per avvicinarsi ad un obiettivo mentre le basi missilistiche non si possono scarrozzare in giro, trovo curioso che in tutto questo papocchio tu non ti preoccupi per l’eventuale diritto degli stati confinanti a disarmare la Russia quasi si dovesse dare per scontata la prospettiva di stati europei (anche non ex-sovietici) di essere sotto ricatto militar-mafioso della russia. 😉

              Diplomazia non è mica “la russia comanda e lo schiavo corre”…

              • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 15:40 - Reply

                Anche i missili di Krushcev non esistevano ancora… E l’adesione alla NATO fa parte della costituzione ucraina. Dettagli… Ma domando di nuovo: cosa farebbero gli Stati Uniti se ci ventilasse un accordo Cina – Messico per posizionare missili ai confini della California? Il punto è che la Russia ha fatto notevoli concessioni alla sovranità dei confinanti (il Muro non sarebbe caduto) ma la contropartita era di non minacciarli (visto i pregressi). Solo che a un certo punto qualcuno se ne è dimenticato. Le vicende della storia vanno così, non in punta di diritto sui cavilli (ovvero sui pretesti). Hanno tirato troppo la corda, o forse troppo presto, chissà. Ma nessuno è esente da colpe. E il problema adesso è uscirne. Bravo Papa (non credevo mi sarei mai trovato a dirlo)

                • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 15:44 - Reply

                  Mi accorgo di essermi espresso in modo infelice: la Russia finalmente ha posto fine all’ingiusto stato di vassallaggio in cui teneva le nazioni confinanti, così è più corretto

                • Armando 28 Marzo 2022 at 16:27 - Reply

                  Base militare russa a Cuba 1962-2002 = Krushev non ha rinunciato ad alleanze militari con Cuba. https://en.wikipedia.org/wiki/Lourdes_SIGINT_station

                  Cuba ha CONTINUATO ad ospitare basi militari RUSSE mente, come già riferito, l’Ucraina ha aderito al trattato di non proliferazione di armi nucleari già nel 1994.

                  Già tirare in ballo la nato era un azzardo: L’Ucraina non è parte degli USA e non risponde della fantapolitica estera USA con il Messico.

                  La modifica costituzionale dell’Ucraina con menzione della NATO e adesione all’unione europea è avvenuta NEL 2019 dopo l’invasione della Crimea

                  Miracoli della “diplomazia” russa che ha recentemente minacciato altri paesi europei (per es. Finlandia, Svezia).

                  Nel 2021:
                  «Durante la conferenza stampa del 7 aprile, la NATO ha altresì ricordato quanto stabilito in occasione del vertice di Bucarest del 2 aprile 2008. All’epoca, i Paesi membri decisero che avrebbero riconosciuto il “principio della porta aperta” sia per l’Ucraina sia per la Georgia. Tuttavia, ad oggi, pur sostenendo l’adesione di Kiev e Tbilisi, l’Alleanza ha sottolineato che non sono ancora stati predisposti piani d’azione per permettere ai due Paesi di entrare a far parte della comunità euro-atlantica. Questo perché, ad oggi, l’adesione di Kiev non è all’ordine del giorno nell’agenda NATO.» (cit)

                  Non solo mancano gli atti necessari a formalizzare una candidatura ufficiale ma una eventuale adesione richiede una serie di riforme strutturali che non lo avrebbero reso un progetto di breve termine al punto che qualcuno come TE lo possa sventolare per giustificare una vigliacca invasione.

                  La Russia può fare “concessioni” solo di ciò di cui può disporre legittimamente e TU non gli puoi dare diritti che non ha. Se adesso i russi si “puliscono il culo” con le loro costituzioni pregresse questo non significa che svaniscono anche gli effetti che queste hanno avuto.

                  • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 16:43 - Reply

                    Su Krushcev confermo quanto ho scritto fin dall’inizio: fece tornare indietro i missili davanti alle minacce di Kennedy (anche se aveva ipoteticamente il diritto di installarli). Altri accordi Urss-Cuba francamente non mi sembrano abbiano importanza ai nostri fini. Cosa hanno fatto invece gli USA quando hanno vagamente avuto l’impressione che qualcuno osasse contestare il loro predominio sul continente americano? Ti ricordo Cile, Guatemala, Nicaragua: dei bei massacri della popolazione civile. Avevano il diritto a farlo, secondo te? Be’, è lo stesso principio, in generale bisogna stare attenti quando si va a stuzzicare come degli idioti uno grosso e permaloso. Vale nei bar di paese e vale nelle relazioni internazionali. Poi quando il grosso e l’idiota si mettono a darsele, meglio che ci sia qualcuno che faccia da paciere. Mi sono limitato a dire questo, tutto il resto l’hai aggiunto tu (e non è molto rilevante)

                    • Armando 28 Marzo 2022 at 17:14

                      La rilevanza dei rapporti CUBA-RUSSIA lo decide la logica sulla base della TUA scelta di tirare in ballo la crisi dei missili di CUBA per via della decisione dell’Ucraina di aderire alla NATO.

                      TU pretendi che l’Ucraina non ospiti basi NATO ma per Cuba ti limiti ai missili e non ten e frega delle basi russe sull’isola.

                      Neanche hanno aderito alla NATO che gli hanno messo dei siluri in mano quando l’Ucraina aveva già aderito al trattato di non proliferazione di armi nucleari e dunque non avrebbe potuto ospitare armi atomiche come recitava recente propaganda russa.

                      Ti avevo già specificato che per la logica l’Ucraina non fa parte degli Stati Uniti e dunque non non si possono tirare in ballo gli USA per giustificare una invasione.

                      Come ti sentiresti se qualcuno ti pestasse a sangue e citasse a giustificazione le azioni di qualcun altro come pretesto? Dagli pure ragione, se ti pare, ma la logica non cessa di esistere.

                    • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 17:38

                      @Armando 28 Marzo 2022 at 17:14 (non mi si accende il tasto replay): il richiamo a quello che fanno gli Usa è per ricordare che nessuno è senza peccato: grossi paesi sono stati storicamente circondati da stati-cuscinetto (vedi Belgio) proprio per evitare scontri di confine fra potenze ostili. Gli esempi sono innumerevoli, e mostrano un’antica saggezza che i nostri governanti sembrano avere dimenticato. Questo vuol dire limitazione dei diritti? no, vedi la Finlandia, autonoma se pur neutrale. E comunque che gli Usa si ergano a difensori dei diritti dei popoli dopo i disastri che hanno combinato poniamo in Medio Oriente… be’ lo trovo francamente ripugnante. E non mi sembra che nessuno ai tempi (salvo Battiato) abbia pensato di fare qualcosa per i poveri iracheni… No? Giusto il Papa, come sempre.

                    • Armando 28 Marzo 2022 at 17:47

                      Se Cuba non era uno stato cuscinetto perché l’hai tirata in ballo per giustificare una aggressione vigliacca all’Ucraina che un paese che non è nella NATO?

                      Se l’Ucraina fosse lo fosse stata parte della NATO non ci sarebbe stata possibilità di invasione. Se la Russia pianifica un’escalation in Europa non ci sono dubbi che la NATO sia una minaccia.

            • Armando 28 Marzo 2022 at 15:32 - Reply
              • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 15:41 - Reply

                Fece tornare indietro i missili, questo è quello che ho detto

                • Armando 28 Marzo 2022 at 16:30 - Reply

                  Ti ho riferito quello che non hai capito: Stando alle TUE pretese verso la REMOTA ipotesi di una alleanza NATO-Ucraina fu troppo poco.

                  • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 16:47 - Reply

                    Remota un bel niente. Fosse stato così, sarebbe bastata una dichiarazione rassicurante di Stultenberg (che non c’è stata). Stultenberg (nomen omen) assieme a Biden hanno continuato invece a soffiare sul fuoco. Come fanno i forestali che appiccano gli incendi e giustificare così la loro esistenza. In questo modo la NATO (ente superato) e gli USA sono tornati prepotentemente sulla scena europea. Bell’affare

                    • Armando 28 Marzo 2022 at 17:26

                      Ah già, l’assenza di atti formali e la necessità di riforme strutturali che richiedono iter di lunga durata diventano cose opinabili mentre le dichiarazioni rilevanti sono le tue.

                      Per entrare nella NATO basta una modifica della costituzione del 2019 ed agitare la bacchetta magica mentre dopo l’invasione della Crimea del 2014 gli ucraini dovevano pensare a come fare da scendiletto a Putin.

              • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 18:00 - Reply

                @ Armando 28 Marzo 2022 at 17:47 ho tirato in ballo Cuba per ricordare che quando qualcuno ipotizzò di mettere missili vicino agli USA, questi minacciarono sfracelli. Perché dovremmo pensare a comportamenti diversi quando adesso qualcuno ipotizza di mettere missili ai confini della Russia? Non credo proprio poi che la Russia abbia in mente un’escalation nei confronti dell’Europa. La sua politica da Pietro il Grande in avanti è sempre stata quella di farsi accettare (e rispettare). Non ha mai tentato di invadere i paesi europei occidentali (il contrario invece sì) e non si capisce perché dovrebbe pensare di farlo adesso, in un momento comunque di debolezza. È una delle tante insensatezze messe in giro dai media, assieme a fake di vario tipo. Vediamo di tenere la testa sulle spalle

                • Armando 28 Marzo 2022 at 18:21 - Reply

                  Bene, allora sulla base di tale esempio NON avresti potuto obiettare alla presenza di basi NATO nell’Ucraina (trattasi di analogia) o la logica ti fa difetto.

                  https://en.wikipedia.org/wiki/Kettle_logic

                  A Cuba la Russia aveva basi militari. Chiaro? Non ti arrampicare sugli specchi pretendendo che tu decida degli esempi pretendendo anche di limitare cosa si possa dedurre da essi.

                  L’Ucraina ha aderito al trattato di non proliferazione di armi nucleari nel 1994 e non avrebbe potuto ospitare armi atomiche. Non è neanche entrata nella NATO. Per farlo sarebbero dovuti essere avviati atti formali di cui ci sarebbe stata traccia.

                  Tu stai giustificando una aggressione che la stragrande maggioranza dei paesi ONU ha condannato ma fingi di essere per la pace.

                  • Armando 28 Marzo 2022 at 18:29 - Reply

                    La crisi di cuba è pertinente per la Russia, che dovrebbe consentire basi NATO in Ucraina ma non “missili” (a lungo raggio).

                    Ma visto che l’ucraina non aderirà alla NATO mi farai sapere -con comodo- come l’Ucraina debba chiedere il disarmo della Russia per una questione di reciprocità… 😉

                    • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 19:02

                      Be’, potrei citare la Baia dei Porci o la base USA mantenuta a Guantanamo. Ma il punto è che volevo ricordare che una grande nazione non accetta che la sua incolumità venga messa a rischio. E qui invece sono stati mandati – coscientemente o incoscientemente, io propendo più per la prima – messaggi in senso opposto. Sulla reciprocità…. be’ neanche fra Italia e USA c’è reciprocità. I piccoli sono piccoli e i grandi sono grandi, questo è anche banale dirlo ma bisogna ricordarti anche questo. L’ucraina si fa forte delle promesse di sostegno, della famosa terza guerra mondiale che chissà come mai non sta cominciando come speravano.

                    • Armando 28 Marzo 2022 at 19:54

                      Come detto in risposta alla tua analogia della rissa da bar, se qualcuno ti pestasse a sangue usando a pretesto le azioni di qualcun altro {come fai con gli USA} anche se tu gli dessi ragione perché «I piccoli sono piccoli e i grandi sono grandi» la logica non cesserebbe di esistere.

                      Il ricatto dell’atomica non sarà sopportato in eterno.

                    • Armando 28 Marzo 2022 at 20:01

                      Vallo a trovare pacifista che considera banale la legge della jungla…
                      Mah.

                    • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 20:45

                      @Armando 19.54: l’esempio della rissa da bar è che l’Ucraina è l’idiota che provoca il grosso sperando che fuori ci sia il suo amico ancora più grosso che gliele dà. Gli Usa non sono accorsi in aiuto del poveretto soccombente, gli Usa hanno creato la crisi per loro motivi di potenza (e per adesso gli sta andando anche bene). Sulla reciprocità, ricordo che se l’Italia negli anni ’70 avesse voluto uscire dalla NATO o eleggere un governo comunista, sarebbero successe cose strane (tipo bombe nelle banche messe con la complicità di agenti del servizio segreto senza che il ministro degli interni ne sapesse nulla… Mah!). I piccoli non sono mai soli. C’è sempre qualche grande che li manovra (come in questo caso)

                    • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 20:49

                      P.s.: non sono pacifista. Ma neanche guerrafondaio. Questa guerra va chiusa con un ragionevole compromesso fra le parti. Basta incitare allo scontro finale!

                    • Armando 28 Marzo 2022 at 21:20

                      Inutile che ti inventi storielle di fantapolitica e falsi pretesti con l’unico scopo di giustificare un’invasione iniziata come “esercitazione miliare” in Bielorussia.

                      Bastava che tu dicessi che sei un sostenitore della legge della jungla.

                      Userò l’esempio della crisi di Cuba anche in futuro visto che non sei stato in grado di ribattere nel merito ma lo chiamerò il “precedente di Krushcev” che ha mantenuto una base militare a vicino ad uno stato ostile pur non piazzandovi bombe atomiche.

                      L’esempio tira in ballo la Russia per il comportamento pregresso è -a rigore- differente dal tirare in ballo gli USA come se l’ucraina facesse parte degli Stati Uniti.

                      Mi risulta che tu “non riconosca” questa differenza.

                      Superior stabat lupus Pater, hercle, tuus. Dopo varie menzogne poste a pretesto il lupo uccise l’agnello dicendo che il padre di questo l’avesse insultato.
                      https://it.wikipedia.org/wiki/Il_lupo_e_l'agnello_(Fedro)

                      Il mafioso può inventarsi “concessioni” e “provocazioni” insistenti, ma sempre mafioso resta, che sia grande quanto una nazione o quanto un uomo, un ragionamento da idiota rimane tale anche con la legge della jungla.

                    • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 21:29

                      Bah, mi sembrava di aver risposto in modo esteso ma, come si dice, “non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”.
                      Conosco ovviamente la favola del lupo e dell’agnello. Qui i lupi sono due. Poi ovviamente c’è chi non vuole vedere quello che è evidente… Buona serata

                    • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 21:32

                      PS: la bomba nella banca non è fantapolitica. Leggiti cosa dice il sito della CIA in proposito. Se ha partecipato uno dei nostri, lo ha fatto a titolo personale. Excusatio non petita…

                    • Armando 28 Marzo 2022 at 21:41

                      «Questa guerra va chiusa con un ragionevole compromesso fra le parti.» (Giuseppe)

                      Se per legge della iungla «I piccoli sono piccoli e i grandi sono grandi» nel mondo civile l’espressione ragionevole ha un altro significato.

                      Non è dunque un caso che la stragrande maggioranza dei paesi ONU condanni l’invasione Russa mentre tu sia qui a giustificarla con ogni mezzo.

                      L’unica costante dei tuoi commenti è che la Russia potesse fare i propri comodi anche a sprezzo della logica.

                    • Armando 28 Marzo 2022 at 22:02

                      Puoi citare le fonti di esempi per nulla pertinenti con la questione di merito visto che nei commenti almeno un solo link è concesso. La fantapolitica è ipotizzare scenari alternativi come hai fatto “per comodità” stabilendo che l’italia non possa/potesse lasciare la NATO.

                      Al di fuori della legge della jungla la Russia non aveva alcun diritto di interferire nella politica interna dellUcraina ma la ha addirittura invasa.

                      Per tua “comodità” l’Ucraina non può essere “capro espiatorio” in sostituzione degli USA né gli USA e la NATO sono entità intercambiabili perché gli USA possono agire indipendentemente fuori del contento dell’alleanza altantica.

                      Si poteva tirare in ballo la NATO col pretesto azzardato che l’Ucraina volesse aderirvi ma l’Ucraina e USA sono due entità distinte e l’ucraina non ha aderito alla NATO.

                  • Giuseppe Vasta 29 Marzo 2022 at 11:38 - Reply

                    Dimenticavo di precisare (a beneficio di eventuali lettori terzi) che la firma del trattato di non proliferazione nucleare vuol dire che ci si impegna a non produrre armi nucleari, ma non a non ospitare quelle altrui. L’esempio classico è l’Italia, che ha ratificato il trattato e ospita credo circa 70 testate NATO. Quindi se l’Ucraina fosse entrata nella NATO avrebbe potuto ospitare testate nucleari pur avendo firmato il trattato (come credo sia avvenuto anche in Polonia e nei paesi baltici). Questo giusto per specificare un dettaglio che non vorrei portasse a fraintendimenti

                  • Armando 29 Marzo 2022 at 13:04 - Reply

                    Finora “lettori terzi” non ce ne sono stati visto che i più “attenti” sono stati quelli che finora hanno giustificato l’aggressione della Russia. Dietro la TUA pretesa di una soluzione “ragionevole” e gli elogi al papa spacci la legge della jungla come una banalità e poi i guerrafondai sarebbero gli altri, eh?

                    «Il trattato, composto di 11 articoli, proibisce agli Stati firmatari “non-nucleari” di procurarsi tali armamenti e agli Stati “nucleari” di trasferire a chicchessia armi nucleari o altri congegni nucleari esplosivi» (cit. wikipedia: Trattato di non proliferazione delle armi nucleari)

                    Subito a dire «Per Ercole, è stata la NATO!» come da copione ma le tue illazioni che la Polonia ed i paesi baltici ospitino attualmente armi nucleari vanno provate ed è indicativo che tu non ne senta il bisogno anche di fronte ad una aggressione militare.

                    Il trattato di non proliferazione nucleare per te non è assicurazione sufficiente?

                    La Russia non ha chiesto all’Ucraina un altro trattato sulla questione ed ha violato il Memorandum di Budapest, invadendo l’Ungheria, che proprio sulla base di tale memorandum si era impegnata ad aderire al trattato di non proliferazione delle armi nucleari. https://it.wikipedia.org/wiki/Memorandum_di_Budapest

                    Sempre arbitrariamente stabilisci che per l’Ucraina entrare nella NATO significhi AUTOMATICAMENTE acquisire missili nucleari ma nella crisi dei missili (nucleari) di Cuba che hai tirato in ballo Krushcev non ha chiuso la base militare russa vicina agli USA.

                    Tale precedente della RUSSIA, per analogia, mostra come l’adesione ad un alleanza miliare e il possesso di armamenti nucleari siano due questioni distinte.

                    Nella tua foga per giustificare l’aggressione della Russia hai addirittura stabilito che l’Ucraina non potesse decidere della sua politica interna senza il permesso della Russia.

                    Hai minimizzato l’assenza di atti formali presso la NATO che indicassero l’inizio di una procedura di adesione che peraltro richiederebbe riforme strutturali di lungo periodo.

                    Invece hai enfatizzato l’emendamento della costituzione Ucraina avvenuto nel 2019 avvenuto dopo l’aggressione Russa all’integrità territoriale Ucraina nel 2014.

                    Chiaramente sei parziale a chi aggredisce all’integrità territoriale dell’Ucraina ma te ne esci con affermazioni tipo «Ma il punto è che volevo ricordare che una grande nazione non accetta che la sua incolumità venga messa a rischio.»

                    L’ucraina alla NATO ancora non aveva aderito e 2/3 (141) dei paesi ONU condannano questa aggressione. Quelli che la giustificano sono 5: Russia, Bielorussia, Corea del Nord, Siria ed Eritrea. Altri 35 sono astenuti.

                    • Giuseppe Vasta 29 Marzo 2022 at 13:20

                      Ho detto solo che l’Italia (che ha firmato il trattato) ospita tranquillamente testate altrui. Mi sembra sufficiente per dire che l’affermazione secondo cui l’Ucraina non potrebbe ospitare testate, avendo firmato il trattato, non corrisponde al vero. Corretto? Sul resto… Certo ognuno preferirebbe che le questioni si risolvessero in via diplomatica (avvertimenti, minacce, ritorsioni, riappacificazioni…) Bisogna essere in due a volerlo, però. Tutte le parti in causa, ancora meglio. Saluti

                    • Armando 29 Marzo 2022 at 14:48

                      «Quindi se l’Ucraina fosse entrata nella NATO avrebbe potuto ospitare testate nucleari pur avendo firmato il trattato (come credo sia avvenuto anche in Polonia e nei paesi baltici).» (cit)

                      Hai SOLO provato che non te ne frega nulla SE in Polonia e nei paesi baltici NON ci siano armi nucleari, che NON te ne frega nulla che la Russia non abbia portato la questione su un tavolo diplomatico, che non te ne frega nulla che la Russia abbia violato il memorandum di Budapest aggredendo l’Ucraina. Complimenti!

                      Sei stato lesto a dare dei guerrafondai a tutti meno che ai russi: non ricordo che tu abbia scritto una fase di CHIARA condanna dell’aggressione russa ma hai colpevolizzato l’Ucarina dunque risparmiami l’ipocrisia “meglio la diplomazia” visto lo sputtanato « I piccoli sono piccoli e i grandi sono grandi» (legge della jungla).

      • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 13:53 - Reply

        Comunque qui è come i litigi dei bambini dell’asilo: se non arriva qualcuno a dire: adesso basta! sono capaci di andare avanti fino a farsi male. E certo è importante capire chi è che ha cominciato (qui come abbiamo visto non è facilissimo stabilirlo…), ma soprattutto separarli e basta senza prendere necessariamente le parti di qualcuno. Come sta finalmente facendo il Papa, bravo a lui

        • Dedication 28 Marzo 2022 at 17:37 - Reply

          Ciao Giuseppe, faccio una riflessione con te che mi sembri equilibrato, e ho visto, senza leggere, che ti sei confrontato con uno che e’ il contrario di te. E il contrario di equilibrato e’.. diversamente euqilibrato.

          Bene.
          Lo stato naturale delle cose tra due persone, ecosi’ tra due Stati, non e’ la pace ma la tensione.
          La pace tra due stati la si ottiene come l’amicizia tra due persone: con comprensione reciproca, con ascolto e senza minacce.

          E la colpa di una guerra, cosi’ come della rottura dell’amicizia, non e’ solo di chi fa “l’ultimo passo”.
          La colpa di una guerra non e’ di chi la dichiara, madi chi invece di costruire la pace ha passato gli ultimi QUARANTA anni a provocare, a non curarsi delle lamentale (tra l’altro fondatissime), a fare quel che vuole al grido di “proteggo i miei interessi”.
          La colpa di un’amicizia rotta, non e’ di chi molla un ceffone, am di chi per 20 anni insulta, tradisce, e non si comporta da amico.

          Gli Ucraini sono delle povere vittime sia chiaro, e cerco di aiutarli come posso.
          Ma non sono vittime “dell’imperialismo russo”, sono vittime dei tradimenti occidentali, della proxy-war che la Nato a voluto con russia e delle continue provocazioni occidentali.

          Smettiamo di mandare armi e cerchiamo un compromesso pacifico.

          • Giuseppe Vasta 28 Marzo 2022 at 17:41 - Reply

            Condivido. Grazie

          • Armando 28 Marzo 2022 at 17:53 - Reply

            Dedication, che tu sia l’ultima sponda di chi non ha argomenti non mi stupisce.

          • Per Elisa 28 Marzo 2022 at 23:54 - Reply

            Dedication,
            sottoscrivo in pieno.
            La pazienza di Giuseppe in questa discussione è stata oltre la mia misura – non so se è un complimento, Giuseppe.
            Io, dato sia il tono palesemente aggressivo dell’interlocutore sia il suo infantile martellare “tu non hai argomenti”, avrei interrotto prima.
            E lo voglio scrivere chiaramente: se questo fosse il mio sito, tu saresti già bannato, Armando.
            E mi dovresti ringraziare, perché Nat ti fa ben minor favore: il tuo ripetuto comportamento resta evidente, fissato post dopo post nero su bianco.
            Fino al ridicolo, tra parentesi, quando ti elevi a suggerire al webmaster di Nat come fare il suo mestiere (a tal proposito, nessun professionista usa codice javascript nudo, ci sono librerie che wordpress supporta, come jquery, bimbo – i figli della rete sapranno farcela senza di te, tranquillo).

            p. E. ( Isoardi )

            • Armando 29 Marzo 2022 at 00:47 - Reply

              PE se potete scrivere tu e Dedication può farlo davvero chiunque. l’unica cosa che un narcisista come te può fare è postulare affronti di lesa maestà. Se lo script non ti garba non me ne frega nulla e l’ho messo a disposizione di tutti perché qualcuno era desideroso di censura (non a caso si chiama Kremlin) e voleva aspettare che il webmaster soddisfacesse certi capricci…

              Quanto al conflitto in Ucraina è ovvio che ragionamenti logici possono essere espressi solo se si è in grado di farli non basta mica fare FINTA di essere solidali con gli ucraini e poi implicitamente negargli la capacità di autodeterminarsi come fa Dedication dichiarandoli meramente come proxy della NATO e pretendendo che «La colpa di una guerra non e’ di chi la dichiara».

              Preferisco non perdere la pazienza e rispondo alla malafede con la freddezza che merita…

              Dunque col cazzo che lo script di censura mi serviva: perché non fai da testimonial e consigli ai commentatori di inserirmi nella lista nera di Kremlin?

              • degiom 29 Marzo 2022 at 15:38 - Reply

                Devo confessare che, prima di digitare questo post ho esitato …

                Poi, letto lo sterminato thread, costruito principalmente sul confronto Giuseppe – Armando, con brevi inserti di PEI e D, e compreso che potesse essere paradigmatico di come le relazioni (virtuali ma non solo) tra esseri umani possano intraprendere percorsi sorprendenti, inattesi, da buon sornione consapevole ho deciso di dire la mia.

                Rispetto al tema trattato, non ho difficoltà ad ammettere che, tendenzialmente sono assai più sulle posizioni del Frettoloso che non degli altri tre interlocutori, peraltro assai differenti per posizioni, modalità espressive, toni, età e livello culturale (per quel che ne so) …

                Se di Giuseppe, che frequenta il blog da minor tempo, non ho ancora maturato un’idea complessiva, con PEI oscillo assai: spesso concordo con ciò che scrive, altrettanto spesso no.
                Oscillo molto meno con il giovane amico D (ti facevo più vecchio da ciò che digiti), in quanto 8 volte su 10 non condivido una cippa di ciò che pensi! … ;-D

                Ma io credo pure che il bello di un blog sia appunto la possibilità di confrontarsi, anche duramente,(ma sempre civilmente) sostenendo appunto posizioni differenti; sai cheppalle se fossimo sempre tuti d’accordo!

                Perchè ho definito paradigmatico questo thread?
                Perchè nel merito, come ho detto, mi sentirei di condividere quanto sostiene Armando però …

                La ripetitività, la saccenza, l’arroganza, la supponenza, la compulsività quasi maniacale con cui replica, contro replica, ri ri replica, riprende frasi di chiunque postate mesi, anni prima, a sostegno delle sue tesi, verso ciascuno di voi, di noi, sempre, comunque, su qualsiasi argomento il Nat si cimenti con le sue vignette, me lo rende insopportabile (e temo di non essere il solo, caro il mio Frettoloso).

                Perchè l’ho menata così a lungo? Perchè sono convinto che, se 4 persone così differenti tra loro maturino convincimenti simili nei confronti di un quinto … Io, il quinto, qualche domanda me la porrei …

                Ovviamente tu te ne batterai il cazzo di quanto ho digitato o, alla peggio ti inalbererai inveendo, vomitandomi addosso chi mi penso di essere, per poter sparare determinate sentenze …

                E infatti NON sono sentenze: sono le mie opinioni.

                Opinioni di un (quasi) sessantenne che per lavoro ha incontrato migliaia di teste (ma anche tanto strane eh) e sempre per lavoro ne ha supportate una buona parte (non entro nel merito: se ci credete bene; se no è lo stesso) e per tale motivo si è fatto una certa esperienza, nel soppesare gli umani.

                Due cose per chiudere: la prima di non replicare, tanto comunque per me è chiusa qui.

                La seconda è che:
                “Nella guerra tra te e il resto del mondo conviene stare con il resto del mondo” (G. Marx)

                Un saluto.

                • Armando 29 Marzo 2022 at 16:46 - Reply

                  Degiom, mi critichi addirittura perché la gente come te la inchiodo alle sue menzogne con le citazioni testuali delle porcherie che scrivete mentre a voi piace lavorare di fantasia.

                  Se pretendete che sia io ad essere saccente, arrogante e supponente mi fa piacere: non scrivo per la vostra simpatia e non devo scansarmi se il vostro ego ipertrofico è di intralcio.

                  Chiaramente non hai nulla da riferire sulle questioni di merito della guerra in Ucraina ma, visto che stai a sindacare persino sul mio diritto di replica, anche la tua è una malcelata pretesa censura sulla base di una opinabile “lesa maesta”.

                  Fate pure un gruppo di sostegno per sedicenti “vittime” come voi ma non sperate che di fare i vostri porci comodi a mie spese.

                  La vostra cartina di tornasole è Dedication che ha infestato il blog con turpiloquio ed insulti per ANNI. Ogni tanto “dissentite”?! Fai bene a negare implicitamente che non ci siano combutte fra voi.

                  • Armando 29 Marzo 2022 at 16:50 - Reply

                    malcelata pretesa [di] censura sulla base di una opinabile “lesa maesta” “lesa maestà”.

beh?

Ultimi post