Il dilemma del vaccino

Lascia un commento!

Stamattina alla rassegna stampa in radio ha chiamato un tizio della provincia di Torino, over 60 e operatore nel settore sanitario. Ha detto che lui non si è vaccinato e per ora non si vaccinerà perché lui non pensa solo ai milioni di italiani ma guarda “al quadro globale” e quindi si è messo “in fondo alla lista d’attesa” di tutta l’umanità: ci sono milioni di esseri umani che non hanno accesso al vaccino a causa dei brevetti e delle società farmaceutiche e lui si vaccinerà solo dopo che l’ultima anima del Biafra avrà avuto la sua iniezione.

(in foto: ho appena iniziato il secondo round con astrazeneca)

by |Published On: 18 Luglio 2021|Categorie: news|66 Commenti|

66 Comments

  1. Andrea 18 Luglio 2021 at 11:02 - Reply

    O è stupido o è in malafede. È stupido se crede che non vaccinandosi lui, quella dose andrà a un indiano o un africano: semplicemente verrà buttata o la avrà un adolescente o ventenne (che pure devono vaccinarsi, ma non prima di un sessantenne che opera nella sanità). È in malafede, e credo sia questo il caso, se la usa come “nobile scusa” per mascherare il suo essere un no-vax: del resto, un’argomentazione così assurda non reggerà quando lo sospenderanno senza stipendio, come merita. Il diritto non si discute, si applica, e al massimo lo si contesta nelle sedi opportune.

    • Anonimo 18 Luglio 2021 at 23:00 - Reply

      La serie piccoli fascistelli crescono è contanta di presentare il vincitore del primo premio dottor livore: Andrea.

  2. Amilcare 18 Luglio 2021 at 11:04 - Reply

    Penso solo che il disoperatore sanitario si cachi sotto.

    • Dedication 19 Luglio 2021 at 15:15 - Reply

      Ma perche’ questa acredine?
      Lei ha voluto vaccinarsi, e sono felicissimo che abbia potuto farlo.
      Se lui non si e’ voluto vaccinare, a lei cosa cambia?
      Perche’ questo volere entrare a tutti i costi nella vita privata degli altri? Ma il concetto di privacy e’ davvero cosi’ alieno?

      • Amilcare 19 Luglio 2021 at 19:33 - Reply

        Mi spiace dover rimarcare, con lei che è persona avveduta, che la vaccinazione non ha una valenza solo privata, ma soprattutto sociale. Che qualcuno, poi, che si definisce “operatore sanitario” non rispetti i principi fondanti della sua professione che obbligano alla difesa di chi gli è affidato, mi indigna. Confermo quindi il mio giudizio, non me né voglia, con l’aggiunta di una proposta d’impalamento del reo nel cortile del suo stesso ospedale.

        • Dedication 20 Luglio 2021 at 10:05 - Reply

          Scusi, di quale valenza sociale parla?
          Se si riferisce al contagio, guardi che i vaccini non impediscono ne’ di contrarre la malattia ne’ il contagio.
          Allora dovrebbe chiedere un bel tampone negativo ogni 14 giorni.

          Ma poi una volta non si diceva il corpo e’ mio e decido io? O improvvisamente non vale piu’?

          Quello dell’impalamento direi che qualifica in maniera inequivocabile che lei e’ un fascista.

          • Amilcare 20 Luglio 2021 at 10:35 - Reply

            “Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza”. Ho sbagliato.

            • Anonimo 20 Luglio 2021 at 13:01 - Reply

              Ammette la sconfitta! Owwowe signora mia

            • Dedication 20 Luglio 2021 at 22:28 - Reply

              Cioe’ senza argomenti insulta?

              Guardi, e’ un atto fascista pure quello

      • Anonimo 20 Luglio 2021 at 18:43 - Reply

        Facciamo finta di parlare di cinture di sicurezza o casco.
        “Se ti riferisci ad un danno in caso di incidente, il casco o la cintura non ti impediscono né una contusione, né una frattura.
        Dovresti fare un piccolo tamponamento ogni 14 giorni per vedere se tutto funziona.
        Ma poi una volta non si diceva il corpo è mio? Perché se mi ferma un carabiniere o un vigile mi deve fare la multa? Perché è un fascista”

        • Dedication 20 Luglio 2021 at 22:28 - Reply

          Il paragone non regge.
          Non e’ necessario il casco per entrare in un ristorante, e sia il casco che la cintura proteggono ME e non hanno controindicazioni. E, dulcis in fundo, non sono pratiche mediche.

          • Anonimo 21 Luglio 2021 at 07:57 - Reply

            No, ma sono necessarie per andarci, a meno che il ristorante non sia sotto casa, e le controindicazioni ci sono eccome, vuoi che ogni centomila incidenti non ci sia un caso nel quale la cintura ti intrappola mentre la macchina prende fuoco? O che ti entri un insetto nel casco e ti faccia cadere sempre una volta su centomila? Non solo, ma il fatto di non indossare casco o cintura non aumenta, di tanto o di poco, il rischio che lo scooterista accanto cada o sbatta. Che facciamo, aboliamo l’obbligo?
            Comunque per protezione tua, se non vuoi indossare un casco perché ti da’ fastidio, vai a piedi o in bici, se non vuoi vaccinarti, mangi a casa.

  3. acanessa2013 18 Luglio 2021 at 11:07 - Reply

    Malafede al 100% e anche poco furbo. Andrea centra il risultato che ne trarrà

  4. Ariane 18 Luglio 2021 at 11:59 - Reply

    Al contrario io mi vergogno un po’, ho mentito per essere vaccinata in anticipo a maggio. Perché alla scuola dove lavoro tutti gli altri insegnanti si sono ammalati, due sono finiti all’ospedale. ma quest’uomo ha ragione ed è coraggioso!

  5. AmicodimaildiNat 18 Luglio 2021 at 12:13 - Reply

    Just in time. Rientrato ora dall’hub del centro più importante della zona: la mia ricevuta, dose 2, data 18/07/2021 09:52. Nessun sintomo, nessun fastidio, ma con una carrambata in omaggio: ho rivisto un compagno di scuola delle medie, perso di vista ben 43 anni fa. Ci hanno chiamati per nome durante la restituzione delle cartelline acquisite per velocizzare la fase burocratica, ed eravamo fianco a fianco, ma ignoti perchè mascherati e mai più incontrati.

  6. Magar 18 Luglio 2021 at 13:26 - Reply

    Ho la soluzione che fa al caso suo: che sia proprio lui l’ultima anima del Biafra. Arrivederci, e grazie per tutto il pesce.
    (Il problema è convincere il destinatario del pacco ad accollarselo…)

  7. Armando 18 Luglio 2021 at 15:33 - Reply

    Se tarda poi finiscono le siringhe e se lo piglia per supposta: https://twitter.com/cbugliano/status/1348894985526063104

  8. jftaron 18 Luglio 2021 at 16:09 - Reply

    Mai sul braccio con cui disegni, neh!?!

  9. il nipote di sora lella 18 Luglio 2021 at 17:46 - Reply

    in realtà era felpa pig che si fingeva sessantenne per avere i voti degli immigrati del biafra

    • Anonimo 18 Luglio 2021 at 23:01 - Reply

      toh! Un coglione sul forum di natangelo. E chi l’avrebbe mai detto?

  10. Anonimo 18 Luglio 2021 at 18:43 - Reply

    Sono quasi le 19, sei ancora in salute o vignettista o luce ?

    • Anonimo 18 Luglio 2021 at 18:46 - Reply

      Nel caso che no, mio cugino potrebbe sostituirti al Fatto, non è capace a fare nulla, ma anche Di Maio…
      Si accontenta della metà del tuo stipendio, dillo a Travaglio!!!!!!!!!

  11. Ariane 19 Luglio 2021 at 07:34 - Reply

    È un atto stupido se lo facessimo tutti ma non è simbolico per far parlare di questo problema? Altrimenti possiamo fare una petizione online ( o mettere un adesivo sull’auto!) Rimane scioccante vedere le disuguaglianze per essere vaccinati, nel mondo ma anche in Europa quando alcuni possono barare e altri no. Ma in fine la strategia di quest’uomo non funziona: si parla solo della sua follia ( scema ma bella!) ma non del problema.

    • Anonimo 20 Luglio 2021 at 18:25 - Reply

      Sono psichiatria, se abiti vicino a Verona possiamo fare un tentativo.

  12. acanessa2013 19 Luglio 2021 at 09:40 - Reply

    Okay Ariane … parliamo del problema? ma cosa c’è ancora da dire che non sia stato detto e declinato da destra, da sinistra e su e giù, di qua e là, non ti vuoi vaccinare? problema parzialmente tuo cui dovrai sottostare a limitazioni che devi accettare per rafforzare la tua scelta, vuoi guidare a destra ? problema di tutti.

  13. Anonimo 19 Luglio 2021 at 10:09 - Reply

    Allora forse parliamo troppo ma non succede niente, come spesso. Sono vaccinata ma perché io prima di tanti altri? questo continua a non piacermi ( e sì, sapevo gia che il mondo è brutto!)

  14. Ariane 19 Luglio 2021 at 10:10 - Reply

    Allora forse parliamo troppo ma non succede niente, come spesso. Sono vaccinata ma perché io prima di tanti altri? questo continua a non piacermi ( e sì, sapevo gia che il mondo è brutto!)

  15. Ariane 19 Luglio 2021 at 11:36 - Reply

    Sì, c’era una scelta da fare per dare i vaccini.
    Ma vivo e lavoro in periferia multiculturale e ho visto un sacco di ricchi al 100% in smartworking farsi vaccinare prima delle famiglie più povere che non hanno mai smesso di andare al lavoro anche durante il lockdown.
    Senza parlare del resto del mondo…
    Ma è solo ingiusto come al solito!
    E tanto meglio se ci sono nuovi vaccini!!

    • Armando 19 Luglio 2021 at 14:41 - Reply

      I primi a ricevere i vaccini sono stati gli operatori sanitari e chi svolgeva particolari ruoli (volontari CRI, personale scolastico) e pazienti anziani o fragili: ciò sulla base di criteri dove “il reddito” non figurava. Inoltre le persone eligibili dovevano mostrare volontà di vaccinarsi. NON si può fare mica come chi strumentalizza “le famiglie povere” negando loro la facoltà di scegliere?

    • Anonimo 20 Luglio 2021 at 01:18 - Reply

      Ma te diversamente intelligente ci sei nata, o è un effetto collaterale del vaccino?

      • Anonimo 20 Luglio 2021 at 12:05 - Reply

        Una situazione già critica è stata peggiorata ( poverina/o ).
        Ma penso sia una burlona/ un burlone.

  16. Anonimo 19 Luglio 2021 at 12:29 - Reply

    vabbeh è andato fuori dal bucale… ma pesante!

  17. Dedication 19 Luglio 2021 at 14:55 - Reply

    Scusate, ma posso sapere dall’alto di quale autorita’ vi sentite in diritto di obbligare (direttamente o indirettamente) a far vaccinare maggiorenni sensienti e che non hanno nulla da temere dalla malattia per la quale si vaccinano?

    • Magar 19 Luglio 2021 at 22:34 - Reply

      Del fatto che gli untori non abbiano nulla da temere non mi frega una beneamata fava, per me possono anche fare colazione con l’antigelo, basta che si tengano la loro carica virale, non attenuata dal vaccino, lontano dai miei parenti over 70. O si vaccinano o fora de bae: aiutiamoli a casa loro!

      • Dedication 20 Luglio 2021 at 10:10 - Reply

        Scusa ma se i tuoi parenti over 70 si sono vaccinati mi dici di che cosa hanno paura esattamente?

        Oltretutto, se e’ del contagio che hai paura dovresti chiedere tamponi negativi ogni 14 giorni, il vaccino non serve ad una fava.

        https://www.nme.com/news/music/music-festival-in-the-netherlands-linked-to-1000-new-covid-19-cases-2997192

        Come disse un saggio: il vaccino disaccoppia il virus e la forma grave della malattia, ma ha poco impatto sulla trasmissibilita’.

        • Armando 20 Luglio 2021 at 10:50 - Reply

          Caro OMG guardi che non tutti hanno i “geni di fava” come Lei che sono mesi che dice di non usare la mascherina e pare neanche i vaccini. Provi contattare qualche ricercatore per isolare i fattori che la rendono immune magari hanno applicazioni mediche anche per le persone normali!

          • Dedication 20 Luglio 2021 at 14:06 - Reply

            Armando, spero di chiarirle come la penso.
            Mascherine.
            Le ho usate all’interno PRIMA che fossero obbligatorie. Non le ho usate all’esterno fino a che non sono diventate obbligatorie.

            Vaccini
            Ne ho fatti molti, non credo di poter essere considerato, come dite voi, un no-vax.
            Ritengo che questo vaccino, considerando la mia eta’ ed il mio stato di salute, ponga a me piu’ rischi che benefici.
            Dato che il vaccino non blocca la trasmissione del virus, non trovo abbia senso obbligare i sanitari a farlo.
            Credo che, in ogni caso, la scelta di vaccinarsi debba essere personale e non debbano sussistere obblighi di sorta, ne’ impliciti ne’ espliciti.

            PS. Si non ho contratto il Covid, pur (pensi un po’) viaggiando (per lavoro e necessita’ familiari) piu’ di una volta. O sono fortunato o forse qualcosa di giusto lo faccio.

            • Armando 20 Luglio 2021 at 15:29 - Reply

              Invece di riportare la Sua opinione dovrebbe avere cura di puntualizzare quella degli esperti e poi spiegare dove “crede” che sbaglino.

              La strategia per fronteggiare l’epidemia è sempre stata quella di cumulare gli effetti protettivi di più fattori.

              A causa della sinergia di più comportamenti che abbassano il rischio (cioè con un rischio negativo) l’effetto complessivo è maggiore di ciascuno dei fattori preso singolarmente.

              Se due persone indossano la mascherina. il rischio di trasmissione è inferiore a quello dove solo uno dei due la indossa.

              Se due persone indossano la mascherina e sono entrambe vaccinate il rischio di trasmissione è inferiore alle alternative dove qualcuno non indossa la mascherina o non è vaccinato.

              Se ci si trova al chiuso ed i locali vengono continuamente areati, in aggiunta alle precedenti precauzioni il rischio di trasmissione si abbassa ancora di più.

              Se Lei si immaginasse nella stessa stanza come terza persona non vaccinata (ma con la mascherina) dovrebbe ritenersi fortunato ad incontrare persone vaccinate e con la mascherina.

              Se invece notasse che gli ambienti non vengono areati, che ci sono i tipici condizionatori accesi, che ci sono persone con la mascherina abbassata (o che non copre il naso) non è che può vedere se c’è il covid ad occhio nudo come se fosse una nuvoletta di fumo. Occhio non vede cuore non duole.

              • Dedication 20 Luglio 2021 at 22:35 - Reply

                Armando.
                Perche’ si sforza in ogni modo di non capire un discorso? Mah.
                Il vaccino NON impedisce la trasmissione del virus. Ne riduce (FORSE) leggermente la trasmissione, ma e’ molto efficace nel prevenire la malattia grave per le categorie a rischio.

                Guardi i dati di Israele e UK dove ci sono 2000 e 50000 contagi circa, ma pochissime ospedalizzazioni e morti.

                Siamo d’accordo fino qua? Se si, mi spiega per quale ragione gruppi di eta’ per cui il vaccino non porta alcun beneficio devono vaccinarsi? Perche’ possano diminuire dello 0.000001% la possibilita’ di contagiare un novantenne in discoteca?

              • Armando 21 Luglio 2021 at 07:51 - Reply

                Dedication se Lei ha difficoltà a capire su quali basi poggi l’azione di contrasto all’epidemia non si stupisca se le sembrerà che le persone vadano “contromano”.

                A parte che studi con una sola dose dimostrano che dimezzi il rischio di trasmissione.
                https://www.gov.uk/government/news/one-dose-of-covid-19-vaccine-can-cut-household-transmission-by-up-to-half

                Anche la protezione parziale della possibilità di diffusione è importante perché, quando associati agli altri comportamenti che proteggono parzialmente dalla trasmissione, producono un risultato che sembra sfugga alle Sue capacità di comprensione.

                Nella spiegazione precedente non ho aggiunto tutti i fattori e manca -ad esempio- il tempo di esposizione cumulativo.

                Una mascherina riduce in percentuale le emissioni potenzialmente cariche di particelle virali ma non le annulla dunque oltre alla carica virale dell’infetto entra in gioco il tempo di esposizione al virus che subisce “ULTRAMAN l’invulnerabile”: Dato un lasso di tempo abbastanza lungo si può raggiungere la dose minima infettante.

                La prescrizione di areare frequentemente i locali al chiuso ha il razionale di abbattere la carica virale che rimane sospesa ed invisibile per ore. In un locale non areato che fa uso di condizionatori invece le particelle virali in sospensione vengono continuamente sbattute sulla faccia delle persone.

                In una popolazione totalmente vaccinata il rischio di ospedalizzazione diminuisce ma non si annulla. Dunque ULTRAMAN decide di non vaccinarsi perché i vaccini non proteggono totalmente dalla morte. Lui è fatto così e poi sa di essere invulnerabile.

                Le statistiche di mortalità descrivono quello che accade in una popolazione di una certa fascia di età e non garantiscono che nessuno muoia ma solo che alla fine moriranno in pochi per aver creduto erroneamente di essere invulnerabili.

                Chi non morirà potrebbe avere danni gravi ed esiti di lungo periodo. Persino gli atleti del settore agonistico sviluppano malattie severe come le miocarditi ed il covid lascia cicatrici nei polmoni anche quando asintomatico. “Però non muoro” dice ULTRAMAN!

                Quanto alla necessità di vaccinazione dipende dalla percentuale di copertura vaccinale per raggiungere l’immunità di gregge. Oltre a vaccinare la popolazione più a rischio di lasciarci le penne (così ne moriranno molti di meno MA moriranno) è utile vaccinare quella “tanto dinamica” da portare il virus a spasso in lungo ed in largo. Li chiamano “portatori sani” e si sa già che non restino confinati in discoteca.

                • Amilcare 21 Luglio 2021 at 11:23 - Reply

                  Ben detto! Chi ha neuroni funzionanti, intenda.

                • Amilcare 21 Luglio 2021 at 11:54 - Reply

                  Mi permetto di aggiungere alla sua puntuale analisi che esiste anche un costo economico legato al prolungamento dello stato pandemico. È un costo enorme in termini di economia nazionale e lo è anche per il sistema assistenziale per la cura degli infetti. Inoltre, esiste un notevole rallentamento dell’assistenza dei casi non infetti che non trovano ricezione negli ospedali a causa dell’intasamento causato dai casi Covid, con conseguenze sulla mortalità che andranno valutate, ma che sicuramente non sono banali.
                  La vaccinazione, dunque, non è solo utile per il singolo, ma ha benefiche ripercussioni socio-economiche.

                • Dedication 21 Luglio 2021 at 12:00 - Reply

                  Armando, lei ha un problema metodologico grande come una casa: bias di selezione delle fonti. Ovvero lei seleziona soltanto le fonti che supportano la sua tesi, e ignora le altre.
                  Esempio: lei ignora le dichiarazioni del Pres. dell’ordine dei medici di Roma, e persino di Fauci.
                  Ora, la scienza non e’ un dogma, ne’ certezza e, sebbene a lei scocci, il dibattito esiste.
                  Bene, cioe’ male.

                  L’efficacia dei vaccini nel ridurre la diffusione e’ discussa, per farla in breve: teoria A:il vaccino riduce notevolmente la capacita’ di infettare; teoria B: il vaccino riduce di poco la capcita’ di infettare. Come si stabilisce chi ha ragione? Trascurando metodi di Hypothesis Testing che sarebbero al di la dello scopo di un caxxo di post: si guardano i numeri.
                  – UK ha fully vaccined circa il 65% e 50K casi (come Gennaio!)
                  – Israele: casi in forte aumento
                  – Netherlands: party di vaccinati e negativi dinisce con una vagonata di contagi (ovvero: i vaccinati hanno contagiato i non vaccinati, guardi l’ironia).
                  https://www.businessinsider.com/netherlands-held-covid-free-party-now-180-positive-tests-2021-7

                  Il resto che sta dicendo e’ tra il vago e il paranoico. Non viva, mi raccomando, alla fine rischia di morire.

                  Ma ancora una volta: visto che lei e’ vaccinato e quindi tranquillo, cosa caxxo gliene frega se io non voglio, o un operatore sanitario non vuole vaccinarsi?

                  • Anonimo 21 Luglio 2021 at 12:49 - Reply

                    I vaccinati hanno contagiato i non vaccinati? E come lo dedurrebbe visto che, come dice l’articolo, molti erano entrati di straforo, condividendo il QR del “green pass”, praticamente erano tutti ragazzi giovani, statisticamente i meno vaccinati ed i meno inclini, sempre stando all’articolo, a rispettare distanze e precauzioni.
                    Ma anche se volessi avallare l’ipotesi, era meglio se fossero stati vaccinati tutti o non lo fosse stato nessuno?

                    • Armando 21 Luglio 2021 at 13:54

                      cito: “Social distancing and mask-wearing was not required at the party”, “the club concerned has not adhered to all the measures,”

                      è importante che tutti conoscano la natura delle prescrizioni e come vadano applicate correttamente perché se non capiscono i meccanismi per i quali sollo dalla sinergia di più prescrizioni si ha un effetto protettivo sufficiente si genera un senso di falsa sicurezza.

                      La vaccinazione ha un effetto sulla trasmissibilità ma se da solo ciò non è sufficiente non significa che non possa esserlo rispettando tutte le prescrizioni previste.

                      Già lo studio sui vaccinati con una dose sul sito governativo dell’UK era sufficiente a mostrare che avvenissero contagi ma già con una dose la trasmissibilità era DIMEZZATA.

                  • Anonimo 21 Luglio 2021 at 21:43 - Reply

                    Guarda che con questi butti via tempo, dai retta.
                    Gli morisseri i figli di vaccino direbbero che di qualcosa visogna pur morire. Sono conformisti peggio dei puritani, lassa perde.

                • Armando 21 Luglio 2021 at 13:18 - Reply

                  ULTRAMAN, la mascherina al chiuso è ancora prevista!

                  A Lei che in virtù di evidenti lacune conoscitive mi dà del paranoico solo per aver spiegato il razionale delle prescrizioni in vigore posso solo indirizzarla verso un articolo divulgativo dove tra le immagini è incluso proprio un esempio che tratta il covid.

                  “The Swiss cheese model of accident causation is a model used in risk analysis and risk management, including aviation safety, engineering, healthcare, emergency service organizations, and as the principle behind layered security, as used in computer security and defense in depth” https://en.wikipedia.org/wiki/Swiss_cheese_model

                  A differenza della Sua autoreferenzialità la fonte che ho citato sulla trasmissibilità è istituzionale (gov.uk le dice nulla?) e le conclusioni sono degli esperti sulla base di uno studio disegnato proprio per verificare differenze di trasmissibilità tra vaccinati e non vaccinati nell’UK dove ad aprile il 60% percento aveva ricevuto una sola dose.

                  Lei cosa offre se non “interpretazioni” a braccio? Per Lei chi sceglie di fornire illazioni inattendibili è certamente corretta l’impressione che io non scelga a caso.

                  Uno studio specifico per rispondere ad una domanda specifica ha una credibilità infinitamente maggiore della Sua dogmatica “narrativa” da novax e l’esatto momento in cui ha provato ad arrampicarsi sugli specchi ha confermato di non conoscere studi migliori di quello menzionato. La differenza di trasmissibilità si studia in modi che Lei ha dimostrato di non essere in grado di capire.

                  Inutile che faccia finta di non capire quando sul razionale delle vaccinazioni ho già risposto: riguarda il livello di copertura vaccinale necessaria all’immunità di gregge. NON spetta a Lei decidere quale sia la percentuale di copertura vaccinale necessaria giacché se ne occupano esperti qualificati.

                  Per il resto la rimando a prendere visione delle cause in corso e delle disposizioni di legge vigenti. Se non è d’accordo organizzi un referendum abrogativo ma non faccia propaganda spargendo disinformazione.

  18. Doc Brown 19 Luglio 2021 at 15:25 - Reply

    Comunque secondo me è una trollata. Parlando di novax è palese che non ci si possa aspettare chissà quale profondità di pensiero; ma qui siamo oltre.

  19. Anonimo 19 Luglio 2021 at 16:42 - Reply

    AVVISO
    Chi ritiene di avere avuto tanto/troppo dalla vita può liberarsi di tutto e trasferirsi a fare del bene in una parte del mondo a scelta.

    • Anonimo 20 Luglio 2021 at 01:17 - Reply

      Corollario: se ti rapiscono il riscatto te lo pagano i parenti.

      • Anonimo 20 Luglio 2021 at 16:09 - Reply

        Ma anche nessuno e ti arrangi.

  20. Dante 21 Luglio 2021 at 15:08 - Reply

    La novaccina commedia

    O tu amico mio che novax m’appelli
    non puoi la ragion mia, intender tutta,
    ti prego lascia allor che io favelli.

    la situazione invero pare brutta
    non sufficiente però, per un buchetto
    piuttosto il siringhino lo si butta.

    Non pensare di cogliermi in difetto,
    le ragioni sono mille più di cento,
    ma una che ottien si grande effetto.

    Non è la libertà, quel forte vento,
    che m’allontana dall’infermier pungente,
    dell’esser mio che non vuol cimento.

    Che io, amico mio, non son demente,
    crebbi in conoscenza ed in virtute
    conosco i numer più di tanta gente.

    Ma devo trovar sempre scuse astute
    parametri, opinion di questo o quello,
    per confutar le evidenze argute.

    Indi finiamo qui questo carosello
    è paura del collateral effetto ,
    son solo cacasotto amico bello.

  21. Valerio 27 Luglio 2021 at 23:07 - Reply

    Natangelo, hai creato dei mostri.

beh?

Ultimi post