Best of 2022: seconda parte

Lascia un commento!

Ecco la seconda parte del ‘best of‘ delle mie vignette e tavole del 2022. Adesso andiamo da luglio a dicembre ancora scegliendo, tra le mie preferite, una vignetta o una tavola per ciascun mese. Anche in questo caso queste sono solo le mie preferite, e anche per questa seconda metà della classifica noto che sono quasi tutti sono lavori pubblicati da Il Fatto, eccetto il diario di viaggio che è stato finanziato da voi lettori.
Con questa classifica iobho detto la mia, voi ovviamente ditemi la vostra.

Luglio

Luglio: beh, questo non può che essere il mese di ‘Ultime dalla terra’, il mio diario di viaggio a fumetti dalla Patagonia Argentina. Andato on line a puntate dal 24 giugno al 26 luglio, ha reso immortale la pancakiera de Longhi, il preside delle battute e Doppia C nella veste di animale guida.

Agosto

Agosto: il mese del grande blackout iniziato con l’ingresso in Cile. Non ho pubblicato nemmeno un disegno e sono scomparso dai radar ma il mio diario di viaggio è andato avanti offline, con carta e penna come nell’ottocento. Potrebbe essere interessante, un giorno, recuperarlo e raccontarlo. Questa foto è stata l’unica cosa pubblicata ad agosto per rassicurare la fremente community del mio rientro e che non ero stato rapito dalle farc.

Settembre

Settembre: è stato un mese convulso, vi ho raccontato la campagna elettorale, le elezioni ma soprattutto sono stato a Londra per raccontarvi il funerale della regina Elisabetta: “Cronache da un funerale” è stato pubblicato in doppia pagina sul Fatto e non è mai andato online. Quando vi dico andate in edicola…

Ottobre

Ottobre: la caotica formazione del governo meloni ha avuto un grande protagonista in Silvio Berlusconi e le vignette su di lui sono state uno spasso per me. Ma ho preferito questa vignetta disegnata per halloween e pubblicata in prima pagina da Il Fatto Quotidiano: i sindacati delle forze dell’ordine hanno protestato e annunciato querela.

Novembre

Novembre: un altro mese complesso, altra vignetta non semplice. La tragedia di Ischia, la malagestione del territorio, il racconto della tragedia. Questa vignetta, pubblicata in prima pagina da Il Fatto, è stata parafulmine di odio, rabbia, lutto e dolore. Nonché nuova annunciata querela da un sindaco ischitano che ha deciso così di risolvere il problema della sua terra.

Dicembre

Dicembre: è stato decisamente il mese del Qatargate, i sacchi di soldi e le mazzette all’europarlamento. Insieme alle festività e questa coda di covid direi un mese movimentato.

Questo è stato il 2022 in vignette, grazie per la compagnia.

by |Published On: 31 Dicembre 2022|Categorie: news, tavola|8 Commenti|

Falla girare!

8 Comments

  1. Cosimo Epicoco 31 Dicembre 2022 at 18:06 - Reply

    La vignetta più dolente ma anche più efficace, per me è stata la morte che volevi fare i fanghi.Tanto efficace e veritiera che un tal sindaco ha sguinzagliato fior di azzeccagarbugli!

  2. Turiddu Von Wasselvitz 31 Dicembre 2022 at 19:26 - Reply

    Voto per dolcetto o scherzetto.
    E come dice Sua Editorialità: la pacchia è finita per quelli che rispettano la legge.
    Mai vignetta fu più profetica.

  3. Titty Drew 31 Dicembre 2022 at 19:30 - Reply

    Ultime dalla terra, senza alcun dubbio.
    E sto ancora aspettando il diario del capitano del periodo oscuro in Cile.

  4. M.R. 1 Gennaio 2023 at 11:33 - Reply

    Grazie a te per la generosità con cui condividi il tuo lavoro.

  5. Luca Lanni 1 Gennaio 2023 at 12:27 - Reply

    Ultime dalla terra. É un vero gioiellino.

  6. Luke 2 Gennaio 2023 at 02:00 - Reply

    Ultime dalla terra è un capolavoro…
    ma è un diario bellissimo pieno di vignette e foto e storie umane e toccanti e divertenti e coinvolgenti a cui manca il finale…
    come una delle infinite serie di Netflix…
    vero che ha reso immortale la pancakiera ma ci ha anche regalato 2 nuovi accattivanti e misteriosi personaggi che (spero) avranno un futuro, Patagonio e la dolce inglesina…
    quindi come vignetta singola voto novembre, con la Signora in nero…
    un must!

  7. Roberto 8 Gennaio 2023 at 22:49 - Reply

    Il Fatto potrebbe pubblicare allegato al quotidiano una agenda rievocativa dei fatti dell anno appena passato accompagnato da tutte le vostre vignette. Non pesante e impegnativo come i tomi di Forattini. Una agenda insomma da poter riprendere di tanto in tanto e riporre magari in bagno ormai ultimo rifugio dove poter stare un poco con se stessi senza distrazioni e poter fissare meglio gli avvenimenti prima di essere travolti e sconvolti dalla memoria rievocativa del suo direttore quando partecipa ai vari talk.

beh?

Ultimi post