Anche meno

Lascia un commento!

Anche meno – La mia vignetta per Il Fatto Quotidiano!
#russia #ucraina #guerra #putin #costituzione  #vignetta #fumetto #memeitaliani #umorismo #satira #humor #natangelo

by |Published On: 6 Ottobre 2022|Categorie: satira, vignetta|tag = , , , |28 Commenti|

Falla girare!

28 Comments

  1. Cosimo Epicoco 6 Ottobre 2022 at 13:29

    😁😁😁 voto 10.

  2. Armando 6 Ottobre 2022 at 14:00

    Beh, i Costituenti parteciparono certamente anche alle legislature che ratificarono tanto l’adesione all’ONU (legge 17 agosto 1957, n. 848.) che alla NATO (legge 1 agosto 1949, n. 465) ma l’articolo 11 della Costituzione venne scritto senza immaginare che le guerre potessero essere chiamate “operazioni speciali” e che Putiner avesse diritto di veto all’ONU altrimenti in Ucraina adesso ci sarebbero i caschi blu e non dovremmo curarci di identificare le interpretazioni della Costituzione che incentiverebbero quelle guerre di annessione (art 2 comma 4 Statuto ONU) che l’ONU “avrebbe” lo scopo di ostacolare anche con la forza (art 41-51 Statuto ONU).

    Siccome l’ONU non può intervenire, cosa c’è di meglio che promuovere consapevolmente una interpretazione costituzionale che trasforma l’art 11 in un incentivo alla poco preoccupante l’abitudine di invadere ed annettere territori?

    L’Italia ripudia le “operazioni speciali” come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli (tipo quello ucraino) e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali (tipo quelle che vietano l’annessione dei territori ucraini).

    • Gengu 6 Ottobre 2022 at 21:21

      Beh allora ripudiamo anche le operazioni fuori dai confini nazionali, e il peace keeping, e il peace enforcement….

      Ah no quello no..

      Siamo noi a farlo che sciocco.

      L’ipocrisia ormai è una virtù.. e lo sport nazionale è banalizzare questioni complesse come la geopolitica.

      • Armando 6 Ottobre 2022 at 21:39

        Eh, se i Costituenti fossero morti (magari cadendo da balconi, avvelenati o trucidati nel sonno) subito dopo la ratifica della Costituzione, magari le cose sarebbero andate come le capisci tu e non sapremmo che, le stesse persone che capivano l’art 11 per come l’hanno approvato, ritenevano che l’Italia potesse aderire alla NATO o all’ONU con tutto quello che ne consegue.

        • Gengu 8 Ottobre 2022 at 21:35

          Mah..la tua risposta (un po’ farraginosa) è abbastanza fine a sé stessa e non coglie il mio commento..
          Comunque tutto ok.. lo so benissimo che noi siamo i buoni e loro i cattivi. Il mondo è più semplice così.

          • Armando 9 Ottobre 2022 at 00:32

            Siamo nel 2022 e la Russia ha deciso che le guerre di annessione devono diventare la nuova moda e paralizza il consiglio di sicurezza dell’ONU: Niente male, eh?

  3. Cinzia 6 Ottobre 2022 at 14:25

    L’Italia ripudia la guerra,
    a meno che sia negli interessi di :
    Usa, Nato ed Europa
    farla ( e farla durare) per distruggere la nostra economia.

    • Gengu 6 Ottobre 2022 at 21:24

      Occhio che se esprimi questo concetto sei filoputinista.. perché ormai da due anni a questa parte provare ad avere un’ottica omnicomprensiva della realtà è un problema… Bianco o Nero è molto più di moda.. almeno la gente non deve sovraccaricare il neurone.

      Giusto o sbagliato è molto più semplice..

      (E noi siamo sempre nel giusto…)

      • Cinzia 6 Ottobre 2022 at 21:55

        Fatto salvo Hendrix, Nicolson e i film di W.Allen gli Usa mi fanno schifo… Spero non intervenga la Nato, tutta contro di me.

        • Tharon 7 Ottobre 2022 at 17:13

          Hendrix era di sangue misto africano / cherokee, Allen è ebreo austriaco germanico mentre Nicholson è irlandese da parte di madre (di padre non si sa).

          Per dire eh. 😉

          • Cinzia 8 Ottobre 2022 at 08:37

            E chi se ne frega !
            Viva Hendrix, Nicolson ed Allen.

        • Gengu 8 Ottobre 2022 at 21:41

          Se posso.. visto che è raro trovare commenti che non si accomunano al gregge.

          Gli Usa non mi fanno schifo,,non più di altri. Ognuno gioca per il suo interesse nazionale. Non esistono alleanza, non esistono alleati.
          Quello che mi fa schifo è il perbenismo di chi vede solo una faccia della medaglia.

          È lampante che questa guerra sia di pieno interesse Americano.. ma è più semplice limitarsi all'(inconfutabile) verità che il cattivo Putin è colpevole perché ha attaccato per primo.

          A me dispiace che sia morta la diplomazia, che l’Italia non abbia politica estera, che l’Europa non sia unità ma sia una semplice incularella tra paesi mascherata da finta cordialità e rigorismo..

          Ma per molti lettori qui, una Volta scelto lo schieramento dove stare non esistono altre verità.. turberebbe i loro sonni..

          Magari se natangelo uscisse un po’ dai suoi schemi e osasse un po’ di più qualche neurone verrebbe stimolato (opinione mia..che pare giudizio..ma giudizio non è)

  4. Armando 6 Ottobre 2022 at 15:39

    Nel pascolo dei «sicuramente» un dubbio di un gregge ben nutrito fece ad un altro: «l’art.11 oltre le quattro parole non va: “l’Italia ripudia le guerre!”»; l’altro rispose «e le “operazioni militari speciali” non sono guerre!»

  5. Ma.Co.Da. 6 Ottobre 2022 at 16:13

    Ora ho la certezza: i padri costituenti avevano tutti lo stesso sarto o acquistavano tutti nello stesso negozio.

  6. GLM 6 Ottobre 2022 at 19:05

    Mentre l’Italia, per quelli a cui fosse sfuggito, si prepara ad accogliere un governo “post” fascista quasi nello stesso giorno del centenario della Marcia su Roma, ci si chiede se sia lecito o meno il supporto ad una nazione invasa con una “operazione speciale”. Qualcuno si ricorda l’ invasione Nazista e Sovietica della Polonia (massacro di Katyn) e la illuminata politica di laissez faire delle nazioni europee?

    • Cinzia 6 Ottobre 2022 at 19:32

      Segnalo, per dovere di cronaca, che il massacro di Katyn ci fu a guerra scoppiata circa 6 mesi prima. (non giustifico il fatto, ovvio)

  7. Alessandro 7 Ottobre 2022 at 10:11

    Boh tanto rumore per nulla.
    Qualcuno mi sa spiegare perché ai padri costituenti sembrava compatibile scrivere “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali” e nello stesso tempo avere un esercito?
    Nella fattispecie perché dovrebbero avere dubbi sugli aiuti ad un paese che è stato invaso e che si sta difendendo?

    • Ma.Co.Da. 7 Ottobre 2022 at 11:10

      Avere un esercito per la difesa della propria Nazione. Non per attaccare o invadere un’altra. Che poi nel tempo si è giocati con parole, questo è un altro discorso.

  8. Dedication 7 Ottobre 2022 at 11:36

    La Costituzione Italiana e’ la piu’ bella del mondo.

    Peccato che sia piu’ bella che intelligente.

    • Tharon 7 Ottobre 2022 at 17:15

      La costituzione è intelligentissima, ed è stata scritta per essere facilmente comprensibile dalle persone.

      Peccato che poi siano arrivati i “costituzionalisti” che ci spiegano che no, quello che c’è scritto va interpretato e l’interpretazione giusta è ovviamente quella che vogliono loro (e che varia a seconda del momento storico).

      • Armando 7 Ottobre 2022 at 17:47

        A dire il vero gli stessi Costituenti hanno ritenuto necessario che l’interpretazione normativa della Costituzione -per sicurezza- venisse deferita ad una Corte alla quale possono essere ammessi solo «magistrati anche a riposo delle giurisdizioni superiori ordinaria ed amministrative, i professori ordinari di università in materie giuridiche e gli avvocati dopo venti anni d’esercizio».

        Meglio così dato che, chiedendo un po’ in giro non si vede mica che tutti, tranne i costituzionalisti, ne danno la stessa interpretazione. Non resta che azzardarsi a cambiare le parti la cui “interpetazione” non piace e lasciare che si tenga un referendum costituzionale così DOPO, dalle reazioni della popolazione, si chiarisce cosa o chi preferiscano mandare nella differenziata.

        • Tharon 7 Ottobre 2022 at 20:46

          Eh ?

          La corte costituzionale non si occupa affatto dell’interpretazione della costituzione, bensì di verificare che i principi costituzionali vengano rispettati.

          • Armando 7 Ottobre 2022 at 21:21

            In parole semplici quando sorge un *conflitto giuridico* tra due che ritengono di “capire” la Costituzione meglio dell’altro, la Consulta decide chi dei due non capisca un cazzo: di lì il requisito obbligatorio di «magistrati anche a riposo delle giurisdizioni superiori ordinaria ed amministrative, i professori ordinari di università in materie giuridiche e gli avvocati dopo venti anni d’esercizio». Quello che uno ritiene di aver “capito” viene chiamato “interpretazione”.

          • Ljdg 7 Ottobre 2022 at 23:32

            Non ho capito: se sono chiamato a verificare il rispetto dei principi costituzionali, non devo fornire una mia interpretazione di quegli stessi principi? Metti che ad esempio occorra decidere sulla prevalenza di un principi su un altro per valutare la costituzionalità di una legge: i giudici non dovranno interpretare la carta per “scegliere” il principio più importante, destinato a prevalere? Se la pensi diversamente, ovvero che occorre limitarsi ad una interpretazione esclusivamente letterale, benvenuto tra gli interpreti più conservatori e reazionari, tipo gli originalisti americani, che pretendono di applicare alla lettera una costituzione vecchia di quasi due secoli e mezzo…

            • Armando 8 Ottobre 2022 at 00:20

              Tharon contestava il termine “interpretazione” anche se verosimilmente faceva riferimento ad una “interpretazione letterale”. Invece tu fai sembrare che il bilanciamento tra principi costituzionali configgenti non sarebbe possibile se si usasse una “interpretazione letterale” ma su tali presupposti l’originalismo non avrebbe ragione di esistere perché senza possibilità di bilanciamenti tra principi configgenti sarebbe inutile nel mondo reale.

        • Magar 10 Ottobre 2022 at 16:03

          La ripudia come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali: una guerra di resistenza ad un invasore non rientra in queste categorie.

          (I costituenti avrebbero dovuto bere tanta vodka, per ripudiare la guerra di liberazione condotta dal governo del Regno d’Italia a fianco degli alleati.)

Ultimi post