Leggi il nuovo diario di viaggio a fumetti!

Bucha

Lascia un commento!

#bucha #RussianUkrainianWar #Ukrainerussiawar #vignetta #fumetto #memeitaliani #umorismo #satira #humor #natangelo

by |Published On: 4 Aprile 2022|Categorie: satira, vignetta|tag = , , |27 Commenti|

Falla girare!

27 Comments

  1. Mauro 4 Aprile 2022 at 20:28 - Reply

  2. Cosimo Epicoco 4 Aprile 2022 at 20:31 - Reply

    Ti ho pensato oggi Mariolino a come avresti “vignettato” la Guernica del 2022.Cosi’ ti sei superato! Considero un’onore averti conosciuto! Non do’ il voto.L’inferno vomitato sulla terra non lo consente!🌹

  3. Piluk58 4 Aprile 2022 at 20:37 - Reply

    Non sei il solo ad avere un senso di vuoto. Pensavo di non dover rivivere anche e ancora, in europa, gli orrori della bosnia.

  4. Meo Smazza 4 Aprile 2022 at 21:14 - Reply

    Bisogna essere mongoli per commettere una cosa del genere. Non la si vedeva dai tempi del generale Custer.

  5. MARK TWAIN 4 Aprile 2022 at 23:06 - Reply

    Chissà per quanto tempo ancora Nat, presso la redazione del giornale con il quale collabori, continueranno a ricordare, ogni giorno, le gravissime responsabilità degli Stati Uniti (attraverso “complessi ragionamenti” che non sono certo alla portata di tutti). Per noi “anime semplici”, dovendo scegliere tra “imperialismo americano” e “imperialismo sovietico” preferiamo di gran lunga il primo… in attesa degli “Stati Uniti d’Europa” (se mai si realizzeranno).
    Peccato, il Fatto era l’unico giornale che valesse la pena di .leggere e Travaglio il degno erede di quel grande che è stato Indro Montanelli.

    • Tommaso 5 Aprile 2022 at 07:49 - Reply

      Quindi?

      • MARK TWAIN 5 Aprile 2022 at 09:16 - Reply

        Se non altro “qui” si possono pubblicare certe considerazioni che invece vengono censurate su “Il Fatto” e la cosa mi ha veramente sorpreso, dal momento che stimavo Travaglio e ritenevo il suo giornale diverso da tutti gli altri… evidentemente mi sbagliavo!

    • edoloz 5 Aprile 2022 at 10:02 - Reply

      Stavo pensando la stessa cosa… come fanno a continuare a dire “Eh ma gli ‘mericani, colpa loro!!” di fronte a questi orrori.
      Il fatto quotidiano è un giornale di “narrazione”: ci sono i cattivi, ci sono i buoni, e raccontano la storiella a puntate, come una fiction. E selezionano e piegano le notizie per continuare a dimostrare e portare avanti la loro storiella.

    • PCelito 5 Aprile 2022 at 11:35 - Reply

      Sono tutti uguali, quando c’è la guerra di mezzo sono tutti uguali.

      https://it.wikipedia.org/wiki/Fallujah._La_strage_nascosta

  6. am42wp 5 Aprile 2022 at 08:17 - Reply

    Beh potresti costruire una bella vignetta dove Freccero, è Bocha con troupe e ciak a organizzare un reality con ballerine seminude fra i cadaveri , visto che per lui `e solo una fiction…

  7. Mauro 5 Aprile 2022 at 11:42 - Reply

    Le responsabilità degli americani sono enormi, ma anche Zelensky ci ha messo del suo. C’è un video, su Quarto Grado, che dimostra la volontà di Zelensky nel non rispettare gli accordi di Minsk, dopo essere stato eletto nel 2019. È un pupazzo in mano a Biden, ma ciò, ovviamente, non giustifica una guerra a distanza di 8 anni dal golpe fomentato e guidato dagli USA, guidato dalla Nuland, presente a Kiev in quei giorni. Putin era un alleato dell’Ucraina e doveva intervenire allora, non seminare morte e devastazione a distanza di quasi 3000 giorni!

    • Fabio 5 Aprile 2022 at 12:28 - Reply

      Una storia interessante:
      – 1991: Gli accordi di indipendenza (a seguito di un referendum: 90.32%) stabilivano l’autodeterminazione e l’assicurazione che la Russia non avrebbe mai invaso l’Ucraina in cambio della propria neutralità e il rifiuto di ospitare testate nucleari (scritto in costituzione).
      – Una serie di votazioni parlamentari, l’ultima nel 2001, ratificano che l’Ucraina NON avrebbe aderito alla NATO
      – 2014: la Russia invade l’Ucraina, si annette la Crimea e crea due micro-repubbliche finto-autonome
      Quindi è chiaramente Zelensky che non ha rispettato il protocollo di Minsk (che peraltro NON prevede la non adesione alla NATO ed è stato redatto dopo l’aggressione per il cessate il fuoco) perché DOPO essere stati invasi ed essere stati privati di parte del proprio territorio hanno scioccamente pensato che la Russia era pericolosa e che quindi era più saggio cercare di entrare nella NATO.
      E’ una storia che ho già letto altrove: https://it.wikipedia.org/wiki/Il_lupo_e_l%27agnello_(Fedro)#:~:text=%C2%ABUn%20lupo%20e%20un%20agnello,l'acqua%20che%20sto%20bevendo%3F

      • Armando 6 Aprile 2022 at 09:01 - Reply

        In seguito al Memorandum di Budapest (1994) l’Ucraina ha aderito al trattato di non proliferazioni delle armi nucleari: «Il trattato, composto di 11 articoli, proibisce agli Stati firmatari “non-nucleari” di procurarsi tali armamenti e agli Stati “nucleari” di trasferire a chicchessia armi nucleari o altri congegni nucleari esplosivi» (wikipedia)

        Nella costituzione ucraina vige inoltre il divieto di ospitare basi militari straniere (art 17 ultimo comma), rimasto anche dopo le modifiche del 2019 che sanciscono l’intenzione di entrare nella UE e nella NATO.

        L’effetto congiunto di questi due impegni non consente il dispiegamento di armi nucleari sul territorio ucraino.

      • Giuseppe Vasta 18 Aprile 2022 at 21:57 - Reply

        Dimentichi nel 2014 il colpo di stato di piazza Maidan, che ha dato vita a tutto quel che segue

    • Armando 5 Aprile 2022 at 12:45 - Reply

      Tutta la propaganda russa ed il complottismo non possono cancellare che il presunto “golpe” sia stato accompagnato da regolari elezioni seguite da osservatori OCSE, che la Russia avesse violato il memorandum di Budapest invadendo la Crimea e che l’Ucraina aveva varato delle riforme in conseguenza degli accordi di Minsk (anche se non “approvate” dai russi).

      Nel 2019 la NATO poteva far aderire immediatamente l’Ucraina ma non agì in tal senso con le conseguenze che oggi conosciamo e ci troviamo a leggere propaganda russa che giustifica l’aggressione militare dell’Ucraina come se la Russia possa fare i propri porci comodi sulla base della legge della jungla.

      La propaganda non spiega perché i russi non potevano fare “golpe” ed hanno preferito trucidare gli ucraini:
      Magari centra quel discorso di Putin che si pulisce il culo con le costituzioni russe (iniziando da quella di Lenin) sulla base delle quali l’Ucraina ottenne l’indipendenza. https://www.ilpost.it/2022/02/22/ucraina-stato-storia-russia/

      Manca poco che nel Dombass attuino un progetto di pulizia etnica sotto il pretesto della “denazificazione” perché nei fatti gli ucraini che non hanno accettato le deportazioni “umanitarie” della Russia sono un bersaglio anche se civili.

  8. Mauro 5 Aprile 2022 at 12:36 - Reply

    La Russia, nel 2014, invade “parte” dell’Ucraina dopo un colpo di stato attuato contro un alleato, all’epoca, della Russia stessa.

    • Armando 5 Aprile 2022 at 12:50 - Reply

      In soldoni i russi non avevano il sostegno del popolo ucraino e non riuscendo ad interferire nelle questioni di politica interna hanno aggredito militarmente l’Ucraina vomitando poi una serie di falsi pretesti.

    • Fabio 5 Aprile 2022 at 13:00 - Reply

      Altra storia interessante:
      – le elezioni presidenziali del 2004 sono dichiarate nulle dalla Corte Suprema Ucraina per brogli
      – le elezioni si ripetono e vince Juščenko
      – dal 2004 al 20011 si succedono 8 governi (tipico delle peggiori dittature, succede lo stesso anche in Corea del Nord) 4 elezioni e una riforma costituzionale votata con referendum popolare.
      Facendo finta che questa storia sia un “colpo di stato” (ma deve essere il più strano della storia), mi pare del tutto legittimo invadere uno stato estero per questo. E’ scritto anche nella Carta delle Nazioni Unite: se non ti piace il governo di un altro stato, allora tutti gli accordi sottoscritti non valgono più, a partire dall’art. 2.4 della stessa Carta. Il fatto che l’invasione sia “parziale” poi rende il tutto sicuramente ancora più giustificabile.

      • degiom 5 Aprile 2022 at 13:16 - Reply

        Lette le tue interessanti ricostruzioni dell’ultimo trentennio della travagliata, fragile, giovane, imperfetta democrazia ucraina …

        Toglimi solo una curiosità, Fabio: venendo a tempi più recenti, precisamente l’aprile del 2019…
        Al ballottaggio poroschenko, ottiene il 26% (e rotti), Zelensky il 73 (e rotti)
        Non sembra una DEMOCRATICA manifestazione di preferenza più che sufficiente?

        Non sarebbe meglio ripartire da lì? Inevitabilmente un Paese come l’Ucraina, con tutto ciò che ha subito prima, in una posizione strategicamente determinante tra blocco occidentale e Russia, ma che ha ampiamente dimostrato di preferire l’Occidente …
        in 30anni non possiamo pretendere arrivi ad una democrazia matura quale quella UK, F, ma anche “solo” italiana no?
        Ci stava lavorando, con tutti i limiti, i difetti, le lentezze proprie di uno Stato enorme, con 45 milioni di abitanti …

        Poi putin la invade …

        • Fabio 5 Aprile 2022 at 13:19 - Reply

          @degiom, ti riferisci a me o al “golpe” di Mauro?

          • degiom 5 Aprile 2022 at 14:00 - Reply

            Sorry …
            Per la serie “anche i sornioni sbagliano”, mi sono incasinato tra i commentatori… ;-D

    • CAMILLO DE VECCHIS 5 Aprile 2022 at 13:15 - Reply

      Giusto! Ben Detto!
      Facciamo così: se Macron rivince le elezioni, è sicuramente un golpe, invadiamo la Francia e ci riprendiamo Nizza, Savoia e la Corsica, che erano roba nostra. Poi vediamo come andranno anche le elezioni in Spagna nel 2023 e se non ci piace il risultato la invadiamo e ce la riprendiamo tutta, tanto anche la Spagna era roba nostra. Vedrai che piano piano rifacciamo l’impero romano!!

      • edoloz 5 Aprile 2022 at 16:13 - Reply

        Ci sto! E una capatina anche in UK non la facciamo? Il vallo di Adriano dove lo lasciamo?

      • Olo 5 Aprile 2022 at 18:54 - Reply

        una piccola aggiunta: la Gioconda? gliela dobbiamo lasciare a sti baguettari?!?!

  9. Per Elisa 6 Aprile 2022 at 07:46 - Reply

    Su Bucha lasciate passare 200-300 anni e il patriarca della Chiesa Ortodossa Russa chiederà scusa ai morti di Bucha. E una suora in contatto telepatico coi morti di Bucha confermerà che i morti hanno accettato le scuse e di tutto cuore perdonato. Anzi hanno ringraziato di averli sottratti a questa valle di lacrime (pare che la vita a Bucha per molti di loro non fosse tutto questo granché neppure prima dell’invasione dei russi…) per godere dei vasti e considerevoli privilegi riservati ai martiri in Paradiso.

    p. E. ( Isoardi )

  10. Jimmy 6 Aprile 2022 at 20:08 - Reply

    Spero che uno dei colpevoli di questi massacri non sia il nipote di Babushka, o il fratello di Irina o il figlio di Vassilij…

beh?

Ultimi post