Guai in vista

Lascia un commento!

Guai in vista – la mia vignetta per Il Fatto Quotidiano oggi in edicola!

#conte #covid #mascherina #fedez #ferragni #governo #vignetta #fumetto #umorismo #politica #satira #comics #humor #natangelo

by |Published On: 20 Ottobre 2020|Categorie: satira, vignetta|tag = , , , , |21 Commenti|

21 Comments

  1. ervesto 20 Ottobre 2020 at 12:11 - Reply

    Da Pasolini a Fedez, la triste parabola dell’intellettuale di sinistra… (e poi dice che uno si butta a destra)

    • Umberto 20 Ottobre 2020 at 16:24 - Reply

      Non mi risulta che Natangelo si sia mai occupato di Pasolini…

      • ervesto 20 Ottobre 2020 at 16:33 - Reply

        Il riferimento era su Fedez guru della sinistra

  2. Lorenzo 20 Ottobre 2020 at 15:35 - Reply

    Ma se destra ci sono Salvini e Company………

    • ervesto 20 Ottobre 2020 at 16:12 - Reply

      Sì, ma per la sinistra quelli di destra sono creature inferiori per definizione, secondo questo principio logico uno come Fedez dovrebbe quindi essere di destra (della serie: Fedez vostro senza ritorno :-))

  3. Anonimo 20 Ottobre 2020 at 16:19 - Reply

    Vero,tra Fedez e Salvini non so chi scegliere ma Fedez per ora non è a capo di un partito. Senza dimenticare le “cose” (eufemismo) fatte da Salvini. Non oso pensare cosa avrebbe fatto in questa pandemia. Mi vengono i brividi.
    NAT SEI IL MIGLIORE

    • ervesto 20 Ottobre 2020 at 16:42 - Reply

      Non si tratta di scegliere tra Fedez e Salvini, ma tra i riferimenti culturali della sinistra di oggi e quella di ieri (in questo discorso Salvini c’entra quanto i cavoli a merenda, ma capisco che certe osservazioni possano imbarazzare)

  4. ervesto 20 Ottobre 2020 at 16:36 - Reply

    Soprattutto, e lo scrivo io che sono leghista, teniamo da parte queste vignette nel caso qualcuno accusasse Nat di fare satira a senso unico (che poi se uno è bravo, e Nat lo è moltissimo, per quanto mi riguarda può fare anche satira a senso unico fin che gli garba)

  5. Lorenzo 20 Ottobre 2020 at 16:54 - Reply

    Suo riferimenti culturali della sinistra di ieri e di oggi hai perfettamente ragione forse per i troppi DC riversati a sinistra ,ma lo spessore culturale del Capitano….lascia a desiderare siamo a livelli di Renzi e company

    • ervesto 20 Ottobre 2020 at 17:01 - Reply

      Secondo me il punto è non solo che la sinistra di qualche tempo fa avrebbe sbertucciato a sangue Fedez e consorte, ma non avrebbe permesso a degli scappati di casa di farsi facile pubblicità schierandosi contro le destre (lo avebbero chiamato sterile qualunquismo). Io leghista mi riempio di tristezza quando vedo politici e militanti leghisti esultare quando Lorella Cuccarini (dicasi Lorella Cuccarini!!!) si dichiara sovranista

  6. Ma.Co.Da. 20 Ottobre 2020 at 16:58 - Reply

    Finalmente vedo Fedez vestito in maniera elegante. Giustamente, quando ci vuole…

  7. Gianfranco Sca 20 Ottobre 2020 at 17:18 - Reply

    Ervesto, la ringrazio per la sua pacatezza ed ironia. In effetti, ogni epoca ha gli intellettuali che riesce a sviluppare . Una domanda per pura curiosità, che faccio a lei perchè sono sicuro che non si abbandonerà a sproloqui: lei che dice di essere leghista, intende dire che voterà questa, di “lega”?

    • ervesto 20 Ottobre 2020 at 17:24 - Reply

      La sua educazione mi spiazza, di solito chi è di sinistra mi insulta (magari sarà colpa mia), mi perdoni quindi se provo a fare il furbo, non avrebbe la domanda di riserva? p.s. la Lega non è brutta come pensate, è che la dipingono così

      • Olo 21 Ottobre 2020 at 14:52 - Reply

        Caro Ervesto, la smetta di far la vittima. Gli insultatori come gli intelligenti e dialoganti sono da ogni parte.
        Sulla questione “Pasolini grande intellettuale” ho seri dubbi.
        Sulla questione sono gli altri che dipingono la Lega così male… ho altrettanti dubbi.
        La lega nasce come movimento popolare contro i meridionali e per l’indipendenza di una parte d’Italia…
        Quando i capi intonavano i canti e u cori contro il centralismo di Roma e contro i Napoletani… quando i capi della Lega insultavano il Presidente, la bandiera e la costituzione… non erano gli altri a dipingerla cattiva.

      • Gianfranco Sca 21 Ottobre 2020 at 19:57 - Reply

        Ervesto, mi spiace, non ho domande di riserva: la Lega Nord, con tutti i distinguo del caso, aveva un progetto di secessione – federalismo – opposizione alla palude romana condivisibile da chi non intravvedeva possibili soluzioni alternative per il suo disagio .
        Tolto il verde simbolo padano, tolto il riferimento al nord nel nome, ora la lega si chiama “Lega per Salvini Premier” … e prende i voti, molti voti in un certo sud: … non le suona qualcosa?… non si sente tradito?
        Io ho una mentalità di sinistra, ma non ho mai votato la sinistra italiana ( … ma come si fa a definire Prodi “uno di sinistra”!)… anzi, … mi ci incazzavo !
        Ho perfino votato Lega Nord, sperando che succedesse qualcosa; …poi è finita come è finita…mah…

        non ho domande di riserva…
        citando Quèlo, la domanda è malposta… forse volevo chiederle ” che ore sono”…
        … altre telefonate?…

  8. Anonimo III 20 Ottobre 2020 at 17:37 - Reply

    Solo per dire (sommessamente) che il paragone tra Pasolini e Fedez e’ uno dei piu’ arditi che mi e’ mai capitato di incontrare…

    • ervesto 20 Ottobre 2020 at 18:06 - Reply

      Sarebbe bello che Pasolini fosse vivo e ci parlasse del fenomeno Ferragnez

      • Anonimo III 20 Ottobre 2020 at 19:31 - Reply

        Sono d’accordo 🙂

  9. Armando 20 Ottobre 2020 at 20:33 - Reply

    Conte ha governato con la fiducia di Salvini ma non risulta iscritto a qualche partito e si è dichiarato cattolico democratico: il criistianesimo democratico è ideologia originariamente democristiana.
    https://www.agi.it/politica/conte_sinistra-6213661/news/2019-09-19/

    Un leghista non ha necessità di conoscere i “riferimenti culturali” della Lega giacché può limitarsi a fare semplicemente riferimento a Salvini che ne è il frontman (analogo del cantante principale delle band musicali) anche se i testi e la musica della Legaband non sono necessariamente tutti di quest’ultimo…

    In ogni caso Salvini è comunista (dunque di sinistra).
    https://www.ilgiornale.it/news/interni/salvini-comunista-padano-che-milano-d-sangue-968284.html
    https://www.ilgiornale.it/news/politica/salvini-fa-infuriare-ex-pci-noi-eredi-berlinguer-1876213.html

    Senza nulla togliere a quella cima dell’Everest (in Asia) che si trova si più a destra di Salvini (cuori di Maria permettendo). 😛

    PS: Non togliete a Salvini i suoi “riferimenti culturali” anche se non vi frega sapere quali siano. 😉

  10. GLM 20 Ottobre 2020 at 20:35 - Reply

    Il problema nell’ argomentazione forse sta nel considerare questi come intellettuali.

    In realta` un premier democristiano funzionale (ed e` interessante che 1. sia espressione del M5S e 2. che possibilmente l’Italia abbia la DC nel DNA) non ha fatto altro che utilizzare gli influencers come si faceva una volta.
    Solo che allora si chiamavano pippo Baudo, Mike Buongiorno, Adriano Celentano, Nilla Pizzi etc.
    Questi chiosavano dalla Rai, dai rotocalchi, dai fotoromanzi(!) che erano l’internet trash ante-litteram.

    Gli intellettuali allora si sentivano molto piu`separati dagli interventi nei programmi nazionalpolari

  11. Luciano 21 Ottobre 2020 at 21:58 - Reply

    Capolavoro!

beh?

Ultimi post