Addio

Lascia un commento!

Oggi, su Il Fatto Quotidiano in edicola, c’è “La notte dei Padellari’, una delle tavole che mi ha divertito di più fare, in cui ho avuto carta bianca per prendere ferocemente (secondo me, eh) per il culo la gente con la quale (e per la quale) lavoro.
E quando l’ho finita, è stata la tavola che mi ha preoccupato di più consegnare. Mentre la spedivo sentivo in mente – chissà da dove… – una vocina che diceva: “Sai chi mi ricordi? Quel governatore della Pennsylvania che un giorno si presentò in televisione, si infilò la canna di una pistola in bocca e si sparò” (cit.).

Onorate il mio sacrificio, quindi, e comprate Il Fatto in edicola. Leggetela e ricordatemi così: come uno con uno stipendio.

by |Published On: 16 Maggio 2020|Categorie: news|36 Commenti|

36 Comments

  1. Antonio 16 Maggio 2020 at 10:56 - Reply

    Nat! 3 euri e 90 mi hai fatto spendere!!! Ma per te questo e altro….

  2. Anonimo 16 Maggio 2020 at 14:03 - Reply

    Ma vedrai che Travaglio avrà un sussulto di umanità! 🤩😀

  3. Antonio 16 Maggio 2020 at 16:29 - Reply

    Ho visto la pagina Nat… Diciamo che hai avuto un c…. tanto nella tua vita professionale per poter scherzare con i tuoi colleghi, e parlarne addirittura in pubblico. Invidia tantissima! Io se avessi potuto parlare in pubblico dei miei capi e colleghi a quest’ora sarei all’Asinara. Ah, e non mi stupirebbe per niente se la sala si chiamasse veramente “Casaleggio”. E’ dall’intervista di Travaglio a Gianroberto Casaleggio nel maggio 2014 che è iniziata la “fascinazione” dello stesso Travaglio verso i 5*. Fascinazione che continua ancora oggi.

  4. martello 16 Maggio 2020 at 22:09 - Reply

    Naaah… Se esistesse il premio “Miglior Rompicazzi con la fissa per Renato Zero”, il MegaDirettore non sarebbe offeso, bensì fiero di esporlo sulla scrivania (è lui, il Paziente Zero)
    😀
    Volevi veramente ferirlo a morte? … gli dicevi che in quanto non napoletano non avrebbe mai capito pienamento Totò: metteva una mano al petto, una alla fronte e perdeva i sensi 😉

    ..ps.: mi manca il “ggiovane” Andrea Scanzi, magari seduto a smanettarsi davanti ad un computer che poi, nella controinquadratura, si rivela non sintonizzato sui porni ma su foto in hd di Rogeruoders/Ericclepton/Giorgiarrison 😉

    • natangelo 17 Maggio 2020 at 08:31 - Reply

      O su una foto sua

      • Anonimo 17 Maggio 2020 at 10:14 - Reply

        Hah, per una volta non sono io a fare sarcasmo sul narcisismo di Scanzi

  5. Anonimo 17 Maggio 2020 at 07:20 - Reply

    Da lunedì chi sarà il disegnatore del Fatto ? Ellekappa si è liberata ?
    Non è che si cade dalla padella alla brace ?

  6. Anonimo 17 Maggio 2020 at 11:48 - Reply

    Quindi, riassumendo, il vignettista satirico ha avuto autorizzazione a prendere per il culo i suoi datori di lavoro.
    E’ stato autorizzato! Ci stai prendendo per il culo Nat ? Dicci che e’ uno scherzo…
    🔪

    • Dedication 17 Maggio 2020 at 17:03 - Reply

      Io detesto il Compagno Bukarin Trivagliovich, ma ad essere onesti mi pare che abbi *invitato* ed *incoraggiato* a fare tavole sulla redazione e non autorizzato.
      La differenza e’ sottile ma non ininfluente.

  7. Anonimo 17 Maggio 2020 at 11:52 - Reply

    Dopo il Ministero della verità il Ministero della satira. Orwell non ci era arrivato.

  8. Anonimo 17 Maggio 2020 at 18:33 - Reply

    Forattini pubblicò per anni vignette sgradite alla direzione ( su Repubblica). Poi il contratto venne sciolto,ma ( comunque ) NON chiedeva il permesso e veniva pubblicato.
    Altri tempi ?

  9. Armando 18 Maggio 2020 at 14:40 - Reply

    Ecco “l’attacco a Trump” che gli esperti di messaggi in codice hanno interpretato per quelli poco perspicaci:

    «This pandemic has shaken up the status quo and laid bare a lot of our country’s deep-seated problems — from massive economic inequality to ongoing racial disparities to a lack of basic health care for people who need it. It’s woken a lot of young people up to the fact that the old ways of doing things just don’t work[…]It’s also pulled the curtain back on another hard truth, something that we all have to eventually accept once our childhood comes to an end. All those adults that you used to think were in charge and knew what they were doing? Turns out that they don’t have all the answers. A lot of them aren’t even asking the right questions. So, if the world’s going to get better, it going to be up to you.[…]Second, do what you think is right. Doing what feels good, what’s convenient, what’s easy — that’s how little kids think. Unfortunately, a lot of so-called grown-ups, including some with fancy titles and important jobs, still think that way — which is why things are so screwed up.» @ https://www.nytimes.com/2020/05/16/us/obama-graduation-speech-transcript.html

    Esiste un modo per sperculare un certo modo di fare giornalismo più che specifici giornalisti?

    Anzi meglio, cosa bisogna essere per non pensare a Trump nel leggere il fantomatico attacco spaziale di Obama scelto per tutti noi da redazioni che proprio uno sticazzi non lo sanno dire?

    • Anonimo 18 Maggio 2020 at 15:10 - Reply

      Sarebbe bello esistesse il giornalista obiettivo, come sarebbe bello l’arbitro senza simpatie calcistiche o l’insegnante che tratta tutti i bambini allo stesso modo. A te è già capitato ?
      Se si, sei stato fortunato !

      • Armando 18 Maggio 2020 at 16:24 - Reply

        I punti di vista differenti (e soggettivi) possono anche essere spiegati. Ma qui sembrano tutti concordi.

        Non li ho controllati tutti mentre cercavo di risalire alle fonti ma l’impressione è che sia a destra che a sinistra che “né di destra né di sinistra” i resoconti siano concordi nel definirlo un attacco a Trump.

        Obiettività a parte vorrei capire come hanno fatto perché non ci arrivo.

        • Anonimo 18 Maggio 2020 at 16:43 - Reply

          Sta per uscire qualche cosa di grosso contro Obama. Durante la transizione con la nuova presidenza (Trump) lui avrebbe usato i suoi poteri per danneggiarlo ( reato gravissimo negli Usa ). La sua e’ una sorta di “attacco preventivo”, ma potrebbe essere processato per alto tradimento. Negli Usa se ne parla, in Italia ci sono molti individui della ns sinistra coinvolti ed è ovvio che i giornalai di regime tifino Obama. Con il tempo ho capito che i nostri giornalai fanno schifo..
          Salvo ( non sempre ) il fatto….

          • Armando 18 Maggio 2020 at 17:44 - Reply

            Ma dov’è che si capisce che ce l’ha con Trump e non , putacaso, a qualche personaggio che i giornalisti italiani possono intervistare?

            “Tutti quegli adulti che eravate abituati a pensare avessero tutto sotto controllo e che avessero tutte le risposte? A quanto pare non hanno tutte le risposte. Molti di loro non fanno neanche le domande giuste.”

            o ancora (sempre rivolto a delle persone appena diplomate)

            “Fate ciò che ritenete giusto. Fare [solo] ciò che piace, che è conveniente, che è facile – è come pensano i bambini. Sfortunatamente molti adulti, inclusi quelli con titoli sofisticati e lavori importanti, ancora pensano in tal modo ed è per questo che le cose sono così rovinose.”

  10. Anonimo 18 Maggio 2020 at 18:07 - Reply

    Tutto sarebbe partito dalle spionaggio (illegale) contro il generale Flynn da parte di uomini dei servizi segreti legati ad Obama.
    Non entro nel dettaglio di quanto dichiarato da Obama ( non so e non mi interessa ).
    Ho sempre detestato Obama e quella gran ….. della Clinton. Non sono di destra ma preferisco Trump.

    • Armando 18 Maggio 2020 at 18:24 - Reply

      Se ne sono talmente sicuri cosa aspettano? Non c’è mica un golpe che impedisce di far rispettare le leggi che si sono dati.

      • Anonimo 18 Maggio 2020 at 18:36 - Reply

        Qui andiamo a cadere (anche) in teorie complottiste.
        Trump starebbe combattendo contro il Deep State che lo sta osteggiando da sempre. Il deep State vuole il mondialismo, eliminare i confini in nome non già di una mondiale fratellanza, ma di un miscuglio dal quale si avvantaggierebbero pochi eletti. Combattere il deep State e’ impresa ardua e bisogna avere tempo e mettere insieme bene tutte le prove. Ma finisco per non annoiare….mantieni sempre libertà di giudizio e dubita, dubita…..
        Anche di me

        • Armando 18 Maggio 2020 at 19:59 - Reply

          Gran parte delle informazioni che riceviamo sono di seconda mano, sono al di fuori della nostra area di competenza e molte volte non abbiamo neanche il tempo materiale di sottoporle a riscontri.

          Dubitare e credere sono facce della stessa moneta: Quello che è difficile fare è mantenere la moneta in bilico.

          Ma questa è una cosa che il giornalismo odierno abitua a fare visto quanto spesso vengono fornite notizie “provvisorie” con un flusso continuo di rettifiche, smentite, abbagli e scoop.

          Quanto ai complotti pare c’è anche chi ha formulato un modello matematico (che non so valutare) che quantifica la difficoltà di mantenerli segreti a lungo quante più sono le persone coinvolte.

          https://www.ilpost.it/2016/01/29/debunking-complottismo/

  11. Anonimo 19 Maggio 2020 at 06:52 - Reply

    Quindi, in mancanza di novità, il sacrificio si è compiuto ( la pistola era carica ).

    “io vengo a seppellire Nat, non a lodarlo. Il male che gli uomini fanno sopravvive loro; il bene è spesso sepolto con le loro ossa; e così sia di Nat.”

  12. Antonio Mader 19 Maggio 2020 at 07:49 - Reply

    Nat
    ma sparisci anche da qui?
    ed a noi ci hai pensato?
    col buonumore che ci dispensi rafforzi le nostre difese immunitarie
    se ci lasci, in caso di ricadute del covid la responsabilità sarà un po’ anche tua, non ci pensi?

    e provvederemo a far circolare la notizia, se ci abbandoni
    Antonio

  13. Anonimo 19 Maggio 2020 at 07:57 - Reply

    E tu, onore di pianti, Nat, avrai,
    Ove fia santo e lagrimato il sangue
    Per la patria versato, e finché il Fatto
    Risplendera’ su le sciagure umane.

  14. Anonimo 19 Maggio 2020 at 08:04 - Reply

    A esequie avvenute, non si potrebbe cercare di portare al Fatto Rolli del Secolo di Genova?

  15. fablaud 19 Maggio 2020 at 09:06 - Reply

    Sono 3 giorni che non pubblichi… Ma che t’hanno licenziato sul serio???

  16. Anonimo 19 Maggio 2020 at 13:59 - Reply

    Che poi, noi si ride e Lui è stato realmente terminato.
    R.I.P. ☠

  17. Anonimo 19 Maggio 2020 at 16:05 - Reply

    La Musa mi ha ispirato una poesia :

    19 maggio

    Ei fu. Siccome immobile,
    dato il mortal sospiro…….

    ( ma temo di averla già sentita )

  18. Anonimo 19 Maggio 2020 at 16:16 - Reply

    Oggi si capisce che non ho un beato caxxo da fare, quasi tutto quello scritto da anonimo è roba mia…
    Comunque una pizza Margherita con un bicchiere di Tramonti e una fetta di pastiera sono disposto a pagarle a Nat, ora disoccupato e con l’affitto da pagare.

  19. Antonio Mader 19 Maggio 2020 at 22:01 - Reply

    secondo me, se non scrive qui che è roba sua, o è morto o è in coma

  20. Armando 20 Maggio 2020 at 08:20 - Reply

    C’è un rituale molto discusso per invocare Nat dall’oltreblog ma richiede numeri consententi che ripetano ossessivamente: “Credo che la satira debba colpire i potenti e i colpevoli, non i deboli e gli innocenti! come dicevano Dario Fo e Luttazzi! Ah e che non debba offendere e toccare certi temi!” fino a che il Maestro non interviene per praticare un esorcismo.

    • Anonimo 20 Maggio 2020 at 08:36 - Reply

      C’è un sistema migliore, andarlo ad aiutare a sistemare casa…
      Imbiancatura, pulizia, arredamento….
      Spilorcio com’è non rifiuterà l’aiuto, ma non offrirà manco un panino kebab. 🌭🍔🌮

    • natangelo 21 Maggio 2020 at 05:38 - Reply

      Ahahhahahaha questo rito sarebbe una vignetta perfetta

  21. Roberto 20 Maggio 2020 at 08:37 - Reply

    … se neanche MEB ti fa tornare, era proprio un addio…
    peccato, è stato bello. mi mancherai.
    grazie

  22. silviatiamo 20 Maggio 2020 at 20:28 - Reply

    Nat, ho perso il treno, mi hanno rubato il portafoglio, le cavallette, non ho comprato il Fatto. Come potrò leggere l’addio?

beh?

Ultimi post