Casa Thunberg

Lascia un commento!

Casa Thunberg – da Il Fatto Quotidiano #thunberg #greta #climatechange #onu #cartoon #satira #natangelo

by |Published On: 25 Settembre 2019|Categorie: satira, vignetta|tag = , , , |21 Commenti|

21 Comments

  1. Anonimo 25 Settembre 2019 at 09:26 - Reply

    Già la piccola e’ fastidiosa come la faccia di Renzi. Non possono chiuderla in un collegio e farle completare gli studi ? ✈

  2. Anonimo 25 Settembre 2019 at 09:31 - Reply

    Non ne sbagli più una !!!!!!!

  3. Bongo 25 Settembre 2019 at 13:52 - Reply

    Mah, a me sembra che Greta stia combattendo non per se stessa, ma per tutti noi.
    E questo la eleva di molto sulla massa dei suoi denigratori che invece non fanno una mazza di utile, salvo sfottere una ragazza perchè è bruttina e ragiona con la sua testa.
    Se lei è finita all’Onu vuol dire che purtroppo abbiamo bisogno di una ragazzina che ci dica che che il re è nudo e che stiamo segando il ramo su cui siamo seduti.

    • Udik 25 Settembre 2019 at 15:09 - Reply

      Io guardo Greta e provo un moto di simpatia per i politici. Chi glielo fa fare di stare lì a prendersi pesci in faccia da una cretinetta cui non possono rispondere nel merito solo perché ha sedici anni e la faccia pucciosa? Ma io non resisterei più di un minuto: farei subito una bella tassa sul carburante del 100% e la chiamerei “tassa Greta Thunberg, via Kallaxgatan 12, Stockholm, tel. +46 294 452768”. Poi vediamo.

      • Anonimo 25 Settembre 2019 at 16:54 - Reply

        Bravo 🚀

        • Anonimo 25 Settembre 2019 at 18:37 - Reply

          Io sono Anonimo che si ferma al BRAVO:

      • Anonimo 25 Settembre 2019 at 18:11 - Reply

        Perché la chiami cretinetta?

        • Anonimo 26 Settembre 2019 at 07:44 - Reply

          Lombroso insegna.

          • Anonimo 26 Settembre 2019 at 16:24 - Reply

            Spero che tu abbia meno di 12 anni. La frenologia è considerata ciarlateneria persino nei Simpson.
            Gode di qualche credito solo in ambienti vicini al kkk

            • Anonimo 26 Settembre 2019 at 16:38 - Reply

              Parla come mangi

              • Anonimo 26 Settembre 2019 at 17:40 - Reply

                Tutto qui?
                Un piccolo sforzo si, portiamo la conversazione a un livello più stimolante.

      • degiomdegiom 26 Settembre 2019 at 08:47 - Reply

        Uhm dunque, allora: “moto di simpatia per i politici” è dichiarazione forte però…

        Però la satira di Nat (e non solo, ovviamente) sempre quella è…
        Una vignetta (a volte più, a volte meno) fastidiosa, urticante che, partendo da un assunto vero, aiuta il lettore ad elaborarlo, facendolo diventare, quando azzeccata, attraverso un sorriso più o meno marcato a seconda delle sensibilità e delle posizioni del lettore, uno spunto di riflessione ed approfondimento sullo stesso.

        Non è che risulti vincente e/o divertente solo quando critica le goffaggini dei politici anzi.
        Personalmente la apprezzo ancor più quando i protagonisti sono quelli del contesto sociale contemporaneo; è sin troppo facile ridicolizzare (trovando unanime consenso) il toninelli di turno: molto più arduo permettersi di criticare (ancor meglio se a ragion veduta, pur esasperando il concetto di partenza), suscitando ilarità, una Greta…

        Io “casa Thunberg” l’ho trovata bellissima, centrata e molto divertente
        Bye

        • Anonimo 26 Settembre 2019 at 09:25 - Reply

          La vignetta e’ bellissima, e’ Greta che e’ fastidiosa, ignorante e brutta ( si può dire di una autistica ? ) 😈 aQv

          • Anonimo 26 Settembre 2019 at 16:13 - Reply

            Perché ignorante?
            E il suo aspetto fisico ha una qualche rilevanza rispetto alle idee che rappresenta?

            • Anonimo 26 Settembre 2019 at 16:40 - Reply

              Sono le sue convinzioni ad essere da persona ignorante. Poi e’ anche brutta.

              • Anonimo 26 Settembre 2019 at 17:35 - Reply

                Sinceramente, vorrei che mi spiegasse perché le sue convinzioni sono da persona ignorante. Io mi preoccupo perché credo che invece Greta abbia ragione.
                Se lei la può smentire mi sarebbe di sollievo.

    • Nasty 26 Settembre 2019 at 16:21 - Reply

      Se lei e’ finita all’ONU vuol dire che:
      1) Dietro lei c’e’ una machcina di marketing notevole e ben finanziata.
      2) L’ONU e’ un carrozzone intuile, luogo di sciocchezze e menzongne dove cretini hanno sbattuto le scarpe, o portato fialette finte.
      3) Il mondo alla fine e’ pieno di gretini, e anche i gretini vanno ascoltati, indpendentemente da quante gretinate dicono.

      • Anonimo 26 Settembre 2019 at 16:45 - Reply

        Grande. Però vorrei un mondo senza gretini, ma e’ un mondo impossibile da trovare e ci barcameniamo tra Greta, genitore 1 e genitore 2, gender e terrapiattisti

  4. Anonimo 26 Settembre 2019 at 08:39 - Reply

    Greta combatta per se stessa. Non mi rappresenta.😊 aQv

  5. natangelo 26 Settembre 2019 at 17:26 - Reply

    Sto leggendo un po’ di commenti, con alcuni sono d’accordo, con altri meno. Io provo simpatia per Greta, per la sua persona e per quello che dice. Non mi piace la deriva mediatica e l’isteria e l’ipocrisia che la circonda, che mi ricorda tante altre cause trattate con lo stesso isterismo finchè hanno smesso di appassionare. Specifico che trovo brutti i commenti sull’aspetto fisico della ragazzina che, tra parentesi, io trovo invece molto graziosa, ma questa è opinione mia

    • Nasty 27 Settembre 2019 at 11:36 - Reply

      Ciao. La protesta verde ricorda molitssimo le proteste rosse che faceva la generazione scorsa. “Il capitalismo sta terminando” e’ sostituito da “le risorse stanno terminando”. Il livello di fanatismo mi pare equivalente, gli argomenti ed i metodi sono simili. Magari ha anche ragione lei, ma questo e’ un argomento scientifico, su cui deve esprimersi chi ha i mezzi, e non una ragazzina che passa i venerdi’ a bighellonare.

      Sciocchezze quali “mi state rubando il futuro” alimentano un odio generazionale che e’ anche rischioso. Una sorta di “razzismo” contro adulti ed anziani dei quali non si riconosce il contributo al progresso.

      Aggiungerei che in Italia un movimento giovanilista, che lodava la magnifica energia rivoluzionaria dei ggiovani contro i vecchi c’e’ gia’ stato. Lo chiamavano “Fascismo”.

      E ora tronaimo alla satira che la fai benissimo.

beh?

Ultimi post