Home
Lascia un commento!
Lascia un commento!
2021-09-24T12:24:28+02:00
Leggi il nuovo diario di viaggio a fumetti!

Le meglio vignette de I Peggio Stronzi – puntata 1

Le meglio vignette de I Peggio Stronzi

Clicca qui per ordinare il libro

A fine settembre 2021 ho dato alle stampe un libro dal pretenzioso titolo “i peggio stronzi – la mia guerra quotidiana tra satira, giornalismo e politica” (Piemme editore) (lo trovate in tutte le librerie e se non avete librerie nei dintorni anche a questo link  su amazon). Non si tratta di un libro disegnato, come ci si sarebbe aspettato da un vignettista, ma di un libro (non so in che altro modo definirlo) ‘scritto‘: in pratica, non c’è nemmeno una vignetta, un’immagine, un santino, uno scarabocchio. Niente! Parole dietro parole su parole.
Sono contento dell’accoglienza che ha avuto tra i lettori: molti mi hanno scritto piacevolmente stupiti di questa svolta non grafica (pensa quanto gli fanno cacare le mie vignette) e per me è stata una sfida interessante, l’unica che poteva scollarmi dalla mia idea dell’inutilità di pubblicare libri. Nelle 230 pagine date alle stampe si parla di politica, giornalismo e satira, argomenti toccati con mano e in prima persona. Spesso descrivo vignette, anche non mie, che sarebbe stato utile al lettore poter vedere stampate. Quindi ho pensato di raccoglierle ora qui: una specie di gallery a puntate – capitolo per capitolo – di tutte le vignette di cui racconto nel libro. Così da aiutare chi lo ha letto e magari far venire voglia di leggerlo a chi ancora non lo ha fatto.
Ancora due parole sul libro: non è un libro che si è fatto molti amici, com’era prevedibile quando cucini un polpettone avvelenato in cui non si salva nessuno (nemmeno io stesso, credo). Parlo male di politici, partiti, amici di politici, giornali, quotidiani, riviste, siti web, giornalisti, autori satirici e via dicendo. Per cui se avete letto il libro e vi è piaciuto fate passaparola, lasciate recensioni in giro (qui su amazon, se volete), regalatelo per natale a chi vi sta simpatico o vi sta sul culo. Io non ci guadagno niente, sia chiaro: le mie quote sulle vendite sono francamente ridicole nè campo con i libri. No. Facciamolo per guastare il natale alla gente.
E, adesso, via alla gallery. Potrete trovare tutte le puntate, via via che saranno caricate, a questo link. Un’avvertenza importante: questa raccolta è per chi ha letto o sta leggendo il libro, per gli altri può risultare difficile cogliere il filo che lega le vignette tra loro. Altra avvertenza, per i lettori: molti lamentano che nella versione kindle le note al testo – che andrebbero lette “contestualmente al testo” e sono la parte più importante del libro – sono spostate alla fine di ogni capitolo, rendendone difficile la lettura. Regolatevi.

 

Puntata 1 – Un giretto in Egitto

 

Il titolo di lavorazione del libro – cioè quel nome con cui la gente che ci lavora indica quella matassa di fogli puzzolenti e sporchi che sarà stampata in forma di volume – è sempre stato quello che sarà il titolo definitivo e cioè “I peggio stronzi” (non è un’intuizione mia, il titolo, ma degli editor). Ma per un breve periodo il libro ha rischiato di uscire con un titolo diverso e il titolo era proprio “mia madre dice in giro che sono un artista”, che è invece diventato il titolo del primo capitolo. Questa era la prima bozza di copertina, con il titolo poi scartato.

Non ero entusiasta di questo titolo (forse lo sarebbe stata mia madre, ma non ci giurerei) come non sono entusiasta del titolo finale (io non sono entusiasta di niente). Ma è fuor di dubbio che il titolo finale funzioni meglio quindi la ritengo una scelta sensata.
Dopo questa sconvolgente rivelazione, veniamo ora alle vignette di cui parlo nel primo capitolo. Innanzitutto, c’è questa pubblicata da Il Fatto Quotidiano il 5 febbraio 2016. Era stato appena ritrovato il corpo di Giulio Regeni. Era la prima volta in assoluto che disegnavo Al Sisi. E infatti lo disegno di spalle e sticazzi.

Questa è la foto che compare su La Repubblica in cui si vede la mia vignetta appesa sugli striscioni al Cairo.

Questa è la vignetta che pubblico sui miei social il 4 aprile 2016, quella della prima shitstorm.

E, per finire, a questo link potete leggere per intero il mio reportage “Nell’Egitto di Al Sisi”, pubblicato da il Fatto Quotidiano a maggio 2016. Al link, oltre alle tavole, potrete trovare anche diverse foto che ho scattato al Cairo. Alla fine c’è anche una foto di me in piscina, lo dico per solleticarvi l’interesse.

Voglio lasciarvi anche il link agli articoli scritti dal prozio Antonio Natangelo, in cui trovate anche il resoconto del suo incontro con Lenin: eccolo.
Per finire, con molti lettori abbiamo ragionato del profluvio e della prolissità delle note nel testo (a proposito, sconsiglio la versione kindle perchè tutte le note sono spostate a fine capitolo rendendone difficile la lettura). Le note nel testo sono la mia parte preferita, quella che – in molti lo hanno notato – mi sono divertito a scrivere. Le ho aggiunte nella seconda riscrittura, quando ho iniziato a tagliare selvaggiamente perchè ho scoperto di soffrire di elefantiasi letteraria. Molti spunti che non ho avuto il coraggio di eliminare li ho presi e spostati nelle note al testo, così almeno non avrebbero interrotto la lettura. Nel primo capitolo, su 34 pagine ci sono 35 note. La più importante è sicuramente la nota 35. La mia preferita è la nota 2. A voi leggerle!

2 Dicembre 2021|9 Commenti
Carica altri articoli
…oppure vai a vedere tutte le vignette

Tutte le vignette per giorno, mese e anno

Commenti recenti

Ricevi i post via mail

Inserendo qui il tuo indirizzo e-mail ti iscriverai a questo blog e riceverai direttamente in mail i nuovi post. (Attenzione! Questa non è la newsletter!)

TAG

Feed RSS

RSS – Articoli

RSS – Commenti

Esplora

Di cosa hai voglia?

Satira politica

Graphic Journalism

Fumetti

Seguimi stalker

Iscriviti alla newsletter!

Entra nel privée: vignette esclusive, info in anteprima, foto di cani

Iscriviti ora!

News

Notizie, eventi e curiosità dall’universo della simpatia

Mostra tutte le news

Visita il mio shop di disegni originali

Regalati un disegno unico, fatto a mano al 100%

Visita lo shop

Scarica gli sticker griffati

Torna in cima