Valori non negoziabili

Lascia un commento!


Valori non negoziabili – La mia vignetta per Il Fatto Quotidiano oggi in edicola!
#gas #ue #russia #ucraina #RussianUkrainianWar #Ukrainerussiawar Il Fatto Quotidiano #vignetta #fumetto #memeitaliani #umorismo #satira #humor #natangelo

by |Published On: 13 Maggio 2022|Categorie: satira, vignetta|tag = , , , , |12 Commenti|

Falla girare!

12 Comments

  1. Cosimo Epicoco 13 Maggio 2022 at 15:24

    Come chiamare queste cose?: “Male minore?” “Ragion di Stato?” Io più modestamente le chiamo: sa’ da’ magna’! D’altronde anche Eduardo si succhiava le corna della moglie,per non voler contare le sigarette! (Commedia: “Questi fantasmi.”) Voto vignetta 10/lode.

  2. Conte Valerian 13 Maggio 2022 at 15:26

    Eh,beh, altrimenti avrebbero lasciato Conte.
    Se non fossero i soldi il valore principale, non ci saremmo mai beccati il governo dei migliori.
    Che non è certo presieduto da De Gasperi.

  3. Suppiluliuma III 13 Maggio 2022 at 22:18

    Ma perché Draghi ha gli occhi da rettile?
    È perché è un banchiere, o è un riferimento al cognome?

    • natangelo 14 Maggio 2022 at 09:22

      Mah, a dire il vero mi è venuto così. Tutto è iniziato dalla forma degli occhi un po’ allungata, poi mi sono reso conto che la pupilla a rettile rendeva meglio la freddezza dello sguardo.

  4. Cosimo Epicoco 14 Maggio 2022 at 08:48

    Suppiluliuma III: Le vignetta o caricature non si discutono! (Certo il mio è un parere non richiesto.Ma così credo io!)

    • Per Elisa 14 Maggio 2022 at 09:51

      “Le vignetta o caricature non si discutono!” (cit.)
      Aggiungiamoli ai valori non negoziabili (ma allora a che serve questa sezione di commenti? bah…)

      p. E. ( I )

  5. Cosimo Epicoco 14 Maggio 2022 at 10:07

    Per Elisa: Chissà perché parli sempre a sproposito!Ho precisato che era un mio trascurabile e non richiesto parere! In più c’è la risposta di Natangelo che anche quella non condivido! Aggiungo a tuo beneficio, perché non si discutono, perché a mio parere la vignetta deve essere immediata! Ti ricordi quante ne passò Vauro sulla vignetta cubatura dei cimiteri? In occasione del terremoto? Ecco se Vauro avesse “riflettuto!” Quante grane risparmiate! I vignettisti non riflettono! E meno male! Altrimenti troverebbero subito un posto all’O.N.U.!

    • Per Elisa 14 Maggio 2022 at 11:12

      Caro Cosimo,

      non è elegante iniziare una replica affermando che l’altro “parla sempre a sproposito”: evidentemente l’abc della comunicazione costruttiva non ti è noto oppure, seconda ipotesi, vuoi provocare.
      Nel secondo caso, fare bullismo sul web è operazione facile.
      Usando nickname e a chilometri di distanza.

      Per quanto riguarda il resto della tua replica (che va ad affollare la lista dei commenti perché non è tua abitudine cliccare il pulsante “Reply” per inserire una replica…), questa si giudica da sé.
      Sia per il garbato iniziale giudizio nei miei riguardi (del quale mi permetto di infischiarmene altamente),
      sia per l’abbondante(!) uso(!) dei(!) punti(!) esclamativi(!),
      sia per la conclusione ridicola quanto paradossale di quali esatte competenze ci vogliano per fare il mestiere dei diplomatici e quali invece (“il non riflettere”) per fare il mestiere dei vignettisti.

      I cazzi di quante ne passa il povero compagno Vauro…
      se ci dovessimo mai incontrare di presenza,
      confrontiamo le contabilità.

      p. E. ( I )

  6. Cosimo Epicoco 14 Maggio 2022 at 11:25

    Per Elisa: Lo sai che io scrivo alla Totò! Certo lo confermo il vignettista non può fare il diplomatico! Te lo figuri tu Natangelo portavoce di Draghi che spiega l’operato del presidente con quella vignetta? Ti prego di non essere volgare! Vauro compagno? Di chi?La contabilità di Vauro? Vauro esercita una professione e mi pagare debba vivere o no? Non uso pseudonimo quello è il mio vero nome e cognome.Lungi da me fare bullismo! Ho abbandonato da tempo il ciucciotto! Solo che hai fatto altri commenti a sproposito nei miei confronti.Ad ogni modo se ho trasceso domando scusa.

  7. am42wp 14 Maggio 2022 at 12:39

    Negli anni ’70 i produttori di petrolio fecero cartello, e raddoppiarono i prezzi del greggio; e noi ballavamo, o meglio, camminavamo (le famose “Domeniche a piedi”) ; ma cambiò la mentalità, furono prodotte auto che consumavano meno, e così per altri settori industriali, per ridurre la dipendenza dal petrolio; risultato, qualche anno fa quando i produttori tentarono di prenderci per la cravatta di nuovo, scoprirono che non era più possibile. La stessa cosa avverrà per il gas: da 10 anni si parla di “transizione ecologica” ma non si fa nulla (si dovevano installare non so quanti gigawatt, tutto bloccato dalla burocrazia [1] ); ma adesso cambia tutto, ci dobbiamo affrancare dalle fonti fossili russe, per tutto il possibile e il primo possibile: quando fra qualche anno avremo completato questo passaggio, noi saremo indipendenti dal gas e dal petrolio russo. A quel punto , cosa gli resta a Putin? Sì avranno petrolio e gas, ma non gli acquirenti; avranno il grano e altre derrate, di cui sono grandi produttori, ma lo dovranno vendere a basso prezzo, altrimenti lo compreremo da altri (o ce lo produrremo da noi); e inoltre non hanno tecnologia da vendere (ma voi avete mai visto un prodotto “made in Russia”?) … Io non vorrei essere russo, perché agli occhi del mondo saranno un “paese di contadini”; e l’unico colpevole sarà Putin che per vent’anni ha sifonato la ricchezza pubblica per metterla nelle tasche degli oligarchi e delle forze armate, ha facilitato la corruzione e ha stroncato la democrazia, e contemporaneamente ha impedito dunque lo sviluppo delle potenzialità del paese, economiche, sociali, tecnologiche, etc.

    [1] https://www.repubblica.it/green-and-blue/2022/01/13/news/lo_stallo_delle_rinnovabili-333556730/

    • bah 14 Maggio 2022 at 12:57

      Quando torni sul pianeta terra avvisaci… Mai lette tante banalità in un singolo post.

Ultimi post