Leggi il nuovo diario di viaggio a fumetti!

Una spiegazione per tutto

Lascia un commento!

C’è una spiegazione – La mia vignetta per Il Fatto Quotidiano oggi in edicola!
#azov #azovstal #Nazism #ucraina #russia #ucraina #RussianUkrainianWar #Ukrainerussiawar Il Fatto Quotidiano #vignetta #fumetto #memeitaliani #umorismo #satira #humor #natangelo

by |Published On: 30 Aprile 2022|Categorie: satira, vignetta|tag = , , , |31 Commenti|

Falla girare!

31 Comments

  1. Armando 30 Aprile 2022 at 13:17 - Reply

    Potrebbe giovare che gli omologhi italiani facciano le stesse battute prima che Puntino progetti di denazificare anche l’Italia? Le nostre cassandre ci hanno già avvertito che siamo già in guerra contro i “liberatori” russi e simbolicamente abbiamo tutti il naso adunco come quelli nella vignetta di Amatrice fatta da CH: I russi non scherzano e a cose fatte son capacissimi di dirci che i nostri edifici sono crollati per perché costruiti male dalla mafia.

  2. AmicoDiMailDiNat 30 Aprile 2022 at 13:35 - Reply

    Franklyn, you’re a boy, make a big noise
    Playing in the blog, maybe a big man someday
    You got murder on your face, you big disguise
    Making your fuck’ war all over the place, singin’
    We will, we will frog you
    We will, we will frog you
    Franklyn, you’re a young man, smarter man
    Shooting in the street, also take on the world someday
    You got blood on your face, you big disguise
    Waving your banner all over the place
    We will, we will frog you, sing it!
    We will, we will frog you, yeah
    Franklyn, you’re an old man, poor man
    Pleading with your eyes, never gonna get you some peaches someday
    You got murder on your face, big disguise
    Somebody better put you back into your place, we’ll do it!
    We will, we will frog you, yeah, yeah, come on
    We will, we will frog you, alright, louder!
    We will, we will frog you, one more time
    We will, we will frog you
    Yeah

  3. Meo Smazza 30 Aprile 2022 at 13:41 - Reply

    Io twittificherei il blog: oltre i 150 caratteri il commento non viene preso, e in aggiunta nemmeno se contiene link.
    Perché è stressante tutte le volte scrollare via i poemi per vedere se ci sono commenti veri.

    • Armando 30 Aprile 2022 at 13:52 - Reply

      Più di 150 caratteri per chiedere un doppione di twitter: Geniale! 😆

      • Meo Smazza 30 Aprile 2022 at 14:28 - Reply

        Sapevo che avresti detto così.
        Ma la luna resta lì, anche se guardi il dito.

        • Armando 30 Aprile 2022 at 15:02 - Reply

          La Luna sarebbe twitter che dalle “tue parti” non arriva? 😀

          Si vede che sei un tipo “sincero” soprattutto per l’esigenza di censurare link che il 25 aprile pretendetevi “nessuno leggesse”: Non sia mai che qualcuno cliccasse per sbaglio. 😉

          Nel frattempo che aspetti che venga esaudita la tua esigenza di censura è disponibile uno script per browser desktop che dà la possibilità di minimizzare automaticamente commenti di lunghezza superiore a 500 caratteri…

          Tali commenti possono poi essere espansi cliccando sull’icona avatar.

          https://pastebin.com/vcnCJxxz Richiede l’installazione di TAMPERMONKEY una estensione per i più comuni browser.

          • Armando 30 Aprile 2022 at 15:07 - Reply

            Ah no, per espandere i commenti automaticamente minimizzati perché troppo lunghi ci vuole shift+clic.
            Il limite può essere ridotto cambiando il numero in const maxcommentlengh = 500;

  4. Cosimo Epicoco 30 Aprile 2022 at 13:57 - Reply

    “A pensar male si fa peccato! Ma s’indovina sempre!” (Giulio Andreotti) Voto vignetta 7.

  5. AmicoDiMailDiNat 30 Aprile 2022 at 14:28 - Reply

    Basta fandonie sul blog di Nat

    Non siamo oltransisti
    Ok, ma quel commento?
    Solo un antico rigurgito ironico
    E quell’entrata a gamba tesa?
    Un’antica perculata all’italiana
    Vabbé, ma sembra il ritratto di Furio
    Un pregiato caratterista verdoniano

    https://www.aranzulla.it/creare-blog-gratis-7119.html

  6. Paolo 30 Aprile 2022 at 16:00 - Reply

    Implacabile e ineccepibile. Bravo! Ma mi fanno paura quelli che cercano scuse per glorificare gli estimatori del pittore austriaco. Se ci penso mi si spegne la risata.

  7. Per Elisa 30 Aprile 2022 at 17:24 - Reply

    Mi dai l’occasione, Nat, per ripostare qui un mio commento censurato su una vignetta di Vauro, questa qui:
    https://vaurosenesi.it/2022/04/25/25-aprile-2022-lanpi-si-scusi-la-vignetta-di-vauro/

    Non mi dà fastidio la censura, e sia in quel sito come in questo, tramite l’inoltro della mia email mi assumo io la responsabilità di quel che scrivo (lì, addirittura, se significa qualcosa in più, tramite accesso a WordPress).

    Qui sarò più sintetico.

    Non mi toccate la svastica.
    Cito Wikipedia.
    Nel buddhismo Zen il carattere 卍 o 卐 rappresenta il 佛心印 (busshin-in) ovvero il “sigillo della mente-cuore del buddha” trasmesso da patriarca a patriarca nel lignaggio di questa scuola, e la “coscienza iniziatica dell’eterno ritorno”.
    Per me criticare la svastica, soprattutto quando è inclinata da non potersi confondere con una croce uncinata o simboli celtici di stica…, corrisponde a criticare la morale dell’eterno ritorno: vivi ogni giorno come se solo oggi ti fosse data la possibilità di contribuire a determinarlo, e dopo sarai condannato a riviverlo sempre identico infinite volte.
    Ci vogliono PALLE, nella maggior parte delle esistenze, per una morale simile.

    Da ciò non segue che io conosca e legga il Mein Kampf (quello, visto che sono sul blog di Natangelo, semmai è Natangelo): a me per leggere un solo rigo dovrebbero pagarmi (uso l’espressione usata sul sito di Vauro e mai comparsa) “il quintuplo del patrimonio di Santoro”.

    Da ciò non segue che io approvi quel nazionalsocialismo, che io propenda per le soluzioni totalitarie, che io neghi gli orrori dell’Olocausto.
    Io, scrissi a Vauro, ho compiuto un esperimento mentale.
    Immaginarmi a scrivere su una lavagna vuota la parola “nazionalsocialismo” come se fossimo almeno 100 anni più indietro di oggi.
    Dovere dare significato a “socialismo” e poi a cosa significhi precisarlo come “nazionale”.
    Esperimento pericoloso, sicuramente, perché non vi ho visto alcuna necessaria, consequenziale, follia criminale.

    E nonostante ciò, bisogna fare comunque i conti con chi storicamente si è appropriato di quella parola e l’ha resa impronunciabile, l’ha soffocata come una impronunciabile bestemmia.
    Il che significa che le donne e gli uomini che si sono macchiati dell’Olocausto, nonostante non siano miei avi, se voglio io definirmi nel 2022 un socialdemocratico nazionalista mi impongono a fare proprio un debito perpetuo verso Israele.

    Chiudo.
    Per favore, cazzeggio per un Nat ma grandissima cazzata per un Vauro, non confondete fascismo e nazionalsocialismo. O non giocate a farlo, da trinariciuti.
    L’unico errore teorico di questo mio esercizio di pensiero è che Nietzsche (basta chiedere a Fratoianni senza disturbare il prof. Cacciari) di sviluppare una prassi socialista, di guardare a chi è più schiavo e di interrogarsi su come liberarlo (o più nietzschianamente: su come muoverlo a liberarsi), non ne aveva granché voglia.
    Quindi va compiuta una elaborazione in chiave socialistasocialdemocratica dell’etica nietzschiana.

    Resto a disposizione delle forze dell’ordine.

    p. E. ( I )

    Da-Sein heisst: Hineingehaltenheit in das Nichts.
    Raggiungo l’Esser-Ci solo Ni-Enti-ficandomi.
    Non è l’imbianchino. E’ Heidegger.

    • Mauro 30 Aprile 2022 at 19:18 - Reply

      Ellamadonna

    • Dedalus 30 Aprile 2022 at 19:32 - Reply

      Si marcia già in questa santa pace
      con la divisa della festa.
      Senza nemici né scarponi e
      soprattutto senza testa

      La socialdemocrazia è
      un mostro senza testa

      Quel nano che ti arresta.

  8. il nipote di sora lella 30 Aprile 2022 at 19:01 - Reply

    calcolato che me son perso, che qui scrivono troppo complicato e che io scrivo come mangio: me pare che il problema è che tutti i fascismi ha preso simbologie a cazzo (e pure dio con noi patria e famiglia) per giustificare la loro pochezza che i romani non han mai salutato come i fascisti, manco oggi salvo qualche neofascio

  9. Raima 30 Aprile 2022 at 19:02 - Reply

    Questa volta hai forato e mi dispiace.

    • Gengu 30 Aprile 2022 at 20:33 - Reply

      Eh perché.. Perché ha perculato qualcosa che non condividi..

      Comunque ha solo preso per il culo la necessità di santificazione del battaglione azov.. che i nostri scribacchini pennivendoli fanno quasi per giustificare la loro posizione sull’ucraina. Senza capire che il fatto che siano dei filonazisti, macellai nulla toglie alla resistenza ucraina.

      Io leggo la vignetta così..

      Ovvero non è necessario per difendere la posizione ucraina negare la natura di certi suoi soldati

    • sonofabit 1 Maggio 2022 at 09:21 - Reply

      Gli USA hanno cominciato a denazificare i nazisti il 9 maggio ’45, qualcuno ricorda tal Wernher Von Braun?

      • Armando 1 Maggio 2022 at 09:49 - Reply

        Wernher Von Braun non fece la fine che hanno fatto certi oligarchi russi. La denazificazione è un eufemismo per i crimini di guerra partorito dal gerarca russo Putin, ideologo del fondamentalismo ultranazionalista russo.

        • sonofabit 1 Maggio 2022 at 10:17 - Reply

          De Angelis sei tu ?

          • Armando 1 Maggio 2022 at 10:54 - Reply

            Cos’è, uno dei nomi della lista di proscrizione del minculpop?

            • sonofabit 1 Maggio 2022 at 12:12 - Reply

              No, solo il più petulante tra i decerebrati sedicenti di sinistra

              • Armando 1 Maggio 2022 at 12:22 - Reply

                Meno male credevo che i russi avessero già occupato il paese ed avessero messo uno dei geni che conosciamo ad occuparsi di censura…

  10. Antonio B. 1 Maggio 2022 at 11:30 - Reply

    Anche tu, Nat? Anche tu co ‘sto battaglione Azov? Nessuna simpatia per questa congrega, MA SONO 2.500 PERSONE! Qui stiamo assistendo al genocidio di un intero popolo! Ti sembrano comparabili le due cose?
    I russi stanno compiendo orrori e stragi INDESCRIVIBILI in tutti i centri che stanno occupando, e TU fai le pulci al popolo ucraino che sta resistendo puntando il dito contro il battaglione Azov? Questa mi sembra una vignetta dettata dal tuo datore di lavoro; o per fargli sicuramente cosa gradita: Marco Travaglio. Quello che quando lo senti parlare sembra che siano stati gli Stati Uniti a invadere l’Ucraina. Come tantissimi altri “de sinistra”, pacifisti che vorrebbero la resa e la sparizione dell’Ucraina, e viva il compagno Putin.

    • Claudia 1 Maggio 2022 at 14:39 - Reply

      Il tuo commento mi ha incuriosito soprattutto per la sicurezza con cui hai dato i numeri.
      Poi magari ci aggiorni sulle fonti.
      Io ho fatto una piccola ricerca su Wikipedia e pare (ripeto: pare) che il numero dei componenti il battaglione Azov sia 12000.
      Poi sono andata a controllare quanti erano i fascisti della marcia su Roma: 25000-30000
      Poi sono andata a verificare il numero dei morti della seconda guerra mondiale: dai 66 ai 68 milioni. Di morti
      Poi… poi speriamo bene

  11. KFH 4 Maggio 2022 at 17:52 - Reply

    Eggià, il battaglione Azov è nazista, quindi gli ucraini sono nazisti, anche Zelensky (nipote di ebrei sopravvisuti all’Olocausto) è nazista.
    D’altronde gli ebrei sono i peggiori nazisti antisemiti, se lo ha detto Lavrov gli possiamo credere.
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/05/02/dalle-origini-ebraiche-di-hitler-alle-fake-news-su-bucha-fino-al-wagner-group-le-bugie-di-lavrov-nella-sua-intervista-a-rete4/6577489/
    Nat, non posso avercela con te perchè sei un grande, ma in questo caso hai preso una grande toppata.

  12. natangelo 4 Maggio 2022 at 18:18 - Reply

    Rispondo ad alcuni commentatori perplessi.
    Non ho mai detto – in nessuna vignetta, e non lo dico in questa – che siccome c’è anche il battaglione azov, allora gli ucraini sono nazisti o che putin abbia fatto bene a invadere. Anzi, nelle mie vignette ho sempre e solo condannato putin e la sua invasione.
    La vignetta parla di una cosa diversa: https://corrieredellumbria.corr.it/news/spettacoli/31382767/porta-a-porta-stasera-giovedi-28-aprile-bruno-vespa-battaglione-azov.html
    Se la grancassa italiana prova a raccontarmi che questi, boh, 10 uomini non sono nazisti ma sono dei santi io mi sento in dovere di intervenire. Poi, a ognuno la sua idea.

  13. Armando Valerio Zambetta 5 Maggio 2022 at 19:12 - Reply

    Finalmente qualcuno che chiama quei fanatici con il loro nome NAZISTI

beh?

Ultimi post