Leggi il nuovo diario di viaggio a fumetti!

Un aereo al giorno

Lascia un commento!

Ho letto questa riflessione sul Covid in giro da qualche parte che non riesco a ricordare e da allora continua a girarmi in testa quindi eccola qui

#covid #fumettiitaliani #vignetta #fumetto #umorismo #satira #humor #natangelo

by |Published On: 27 Gennaio 2021|Categorie: satira, vignetta|tag = |52 Commenti|

52 Comments

  1. greenboy74 27 Gennaio 2021 at 21:17 - Reply

    Bisognerebbe che anche 400 negazionisti del piffero stessero sullo stesso volo…

    • Giacomo 27 Gennaio 2021 at 21:55 - Reply

      Speriamo non ne cada uno monoposto con un imbecille dentro…

      • Anonimo 28 Gennaio 2021 at 12:51 - Reply

        … ed ogni riferimento a persone realmente esistenti è puramente personale!

  2. Ghighi 27 Gennaio 2021 at 21:24 - Reply

    Hai ragione Nat, un comouto agghiacciante…

  3. Ghighi 27 Gennaio 2021 at 21:25 - Reply

    Era “un computo”, scusa

  4. Luciano 27 Gennaio 2021 at 21:29 - Reply

    un aereo in Italia, uno in Francia, un paio in Germania e in Gran Bretagna, quattro o cinque negli Usa, altri in Brasile, Messico, India, Spagna, Russia… pensa se ogni giorno precipitassero una ventina d’aerei….

  5. ervesto 27 Gennaio 2021 at 21:58 - Reply

    In effetti Greta Thunberg ha sempre detto che l’aereo fa male

  6. Marco 27 Gennaio 2021 at 22:16 - Reply

    Caro Nat, fai bene a farci riflettere, ma almeno di questo se ne parla e si cerca di affrontare il problema. Invece raramente ricordiamo che ogni giorno nel mondo muoiono ancora 8.000 bambini di fame. Sarebbero 20 aerei. Pieni solo di bambini. Tutti i giorni.

    • am70 28 Gennaio 2021 at 00:39 - Reply

      Hai sostanzialmente ragione. Però vale anche ricordare che, nel caso della fame nel mondo, non ci sono soluzioni “facili”: non è facile far arrivare cibo a tutti quelli che hanno fame nel mondo. Invece nel caso del covid, se tutti si tenessero la mascherina e evitassero di assembrarsi , la pandemia sarebbe finita da un pezzo. E in particolare ripensiamo a quello che è successo ad Agosto: siamo passati in una settimana da 200 casi al gg a 2000, perché alcuni imbecilli non potevano fare a meno di divertirsi in discoteca a ferragosto. E ricordiamo poi che quel fattore 10 ce lo siamo tenuto appiccicato, e quando abbiamo toccato 40000 casi in un giorno, se non ci fossero stati quegli imbecilli, sarebbero stati 4000.

      • Dedication 28 Gennaio 2021 at 02:45 - Reply

        “Invece nel caso del covid, se tutti si tenessero la mascherina e evitassero di assembrarsi , la pandemia sarebbe finita da un pezzo.”

        Lei e’ un fine umorista.
        Ah, no aspetti, lei ci crede davvero a ‘sta caxxata?

        • Anonimo 28 Gennaio 2021 at 21:17 - Reply

          Quando interviene Dedication il livello del dibattito improvvisamente precipita e si scatena la rissa. Per favore, non rispondetegli più.

      • Ma cosa te lo dico a fare 28 Gennaio 2021 at 10:16 - Reply

        Am70 non hai citato i runners…quelli si che hanno impestato il paese (e la gente corre solo in Italia, ovvio).
        Velocissimoooooooooo

  7. Anonimo 28 Gennaio 2021 at 00:41 - Reply

    Vabbeh questa e’ na cazzata dai.

    • Mauro 28 Gennaio 2021 at 10:58 - Reply

      Non è una cazzata per niente, ma se intendi dire che non fa ridere hai ragione, c’é da piangere.

      • Anonimo 28 Gennaio 2021 at 12:51 - Reply

        No e’ proprio una cazzata. Sara’ che sei assuefatto.

        • Mauro 28 Gennaio 2021 at 16:49 - Reply

          è vero che sono assuefatto anche io, è per questo che non è una cazzata e che mi viene da piangere.

  8. Dedication 28 Gennaio 2021 at 03:08 - Reply

    Alla data di oggi, 28/01.

    L’italia e’ seconda PEGGIORE per numero di morti tra i Paesi sviluppati e con piu’ di 30mil di abitanti:

    UK : 1496/mil
    Italy: 1438/mil
    USA: 1393/mil
    Spain:1225/mil

    France:1139/mil
    Sweden:1127/mil
    Brazil: 1032/mil

    Tutto questo nonstante abbiamo avuto: zone rosse,gialle,nere; mascherine; chiusure..

    Notare: in Svezia non hanno avuto ** nemmeno un singolo lockdown**.
    Persino il BRASILE del cattivissimo Bolsonaro, e gli USA dello sgangherato Trump hanno fatto meglio di Conte, dj Fofo e i diversamente intelligenti che li sostengono e si bevono le loro caxxate.

    Ma non vedete che la curva di crescita della seconda ondata (con mascherine e zone colorate da un bambino scemo) ha una derivata maggiore di quella della prima ondata (senza mascherine)?
    Ma se le misure di Conte funzionano cosi bene, come mai Paesi che hanno avuto atteggiamenti molto piu’ scialli dei nostri hanno meno morti?
    Ma il piccolo sospetto che tutte queste misure servano quasi ad un caxxo (tranne il lockdown, ma che uccide per altri versi) non vi viene?

    E quanto all’economia? Vabbeh, abbiamo fatto schifo per la sanita’, ma sicuramente in economia siamo fortissimi? Vero?

    GDP:
    -11.2%. Peggiori di tutti i Paeisi del G20. Si: Peggiori del mondo.
    Grazie Presidente Conte: leu e’ peggio di Attila. E chi la segue peggio degli Unni.

    “Massiii, se stavamo chiusi un poddepiu la situazione se risolveva. ”
    Madonna mia, che pazienza…

    • edoloz 28 Gennaio 2021 at 10:41 - Reply

      Il numero di contagi è una cosa, la mortalità è un’altra.
      Distanziamento sociale e mascherine rallentano la diffusione del contagio, non la mortalità. Questo inverno pure l’influenza stagionale non si è praticamente vista

      La mortalità elevata è dovuta a malattie croniche nonchè all’età avanzata, oltre che a chissà quali altri fattori.

      • Dedication 28 Gennaio 2021 at 11:56 - Reply

        Scusi ma si rende conto delle sciocchezze che ha detto?
        La mortalita’ (numero di morti/mil di abitanti) dipende dal numero di contagi: ne’ una frazione.
        Dipende anche da come sono organizzati gli ospedali, dalla qualita’ delle cure, e dai picchi dei contagi.
        Mentre il virus e’ un’esternalita’, tutto il resto e’ appannaggio e colpa del Conte e dei sodali.

        Lei mi tira in ballo la classica spiegazione ad hoc:
        “La mortalità elevata è dovuta a malattie croniche nonchè all’età avanzata, ”
        Ah si? Davvero? Sa qual e’ il Paese piu’ vecchio al mondo? Il Giappone: 42 morti per milione di abitanti.

        Come lo spiega?

        Ma crede che abbiamo piu’ malattie croniche degli USA? Ma davvero davvero? Ma davvero davvero davvero?

        • Armando 28 Gennaio 2021 at 12:20 - Reply

          Sicuro di conoscere le implicazioni della differenza sostanziale tra “mortalità” e “letalità da COVID”? Oppure la differenza tra prevenzione e terapia del COVID?

          In Svezia l’analfabetismo funzionale è molto inferiore all’Italia. Deve essere per questo che l’OMS all’inizio era scettica sul fatto che i cittadini fossero in grado di usare correttamente i DPI.

          Ricordo che proprio Lei tra quelli che sventolavano la posizione iniziale dell’OMS forse senza capire perché.

          • Armando 28 Gennaio 2021 at 12:36 - Reply

            Qui la “mortalità per covid” (deaths/100k pop) dato diverso dalla “letalità del covid” (case/fatality) e dalla “mortalità” (AKA “mortallità generale”) https://coronavirus.jhu.edu/data/mortality

            Divertitevi a rintracciare la posizione dell’Italia in classifica.

            PS: La letalità per covid peggiora se si sottostima il numero di contagi per sovraccarico della capacità diagnostica. cose tipo “Milano, in tilt il tracciamento dei contagi: allarme dell’Ats”

            • Dedication 28 Gennaio 2021 at 12:47 - Reply

              Non c’e’ nessun legame tra il sovraccarico della capacita’ diagnostica e la stima. La stima la si valuta con la percentuale di tamponi positivi.
              Ad ogni modo, mentre la stima di casi positivi e’ altamente aleatoria, la conta dei morti ha dalla sua l’essere oggettiva.

              Le faccio altresi’ notare che i suoi dati concordano coi miei, l’Italia e’ messa peggio di:

              – USA e Brasile (che i media a cui credete VOI) hanno ritratto come autarchie populiste;
              – Svezia (Paese che non ha fatto NESSUN lockdown);
              – Giappone (Paese infinitamente piu’ vecchio di noi);
              – Spagna (velo pietoso, su di noi).

              Certo lei puo’ inventarsi una spiegazione ad hoc per ogni caso. Oppure applicare il rasoio di Occam e adottare una singola spiegazione: QUESTI SONO MORTI DOVUTI ALLE MANCANZE DEL GOVERNO CONTE, E LA RESPONSABILITA’ MORALE RICADE SU CHI LI HA VOTATI, E SUGLI ORGANI DI STAMPA CHE HANNO MENTITO ED OMESSO DATI PER IL SOLO SCOPO DI PROTEGGERLI.

              La caduta di un tale SCEMPIO e’ solo un bene.
              Renzi ha la colpa di averlo creato il Conte bis, non di averlo fatto cadere.

              • Armando 28 Gennaio 2021 at 13:39 - Reply

                Uno dei motivi per cui mi informo è riconoscere i politici inaffidabili e le persone disinformate.

                Il legame tra sottostima dei casi ed aumento della letalità è cosa nota dalla prima ondata quando la “il tasso di letalità da COVID” in Lombardia superava il 10% (morì più del 10% dei diagnosticati positivi al COVID)

                Sapendo che il sistema sanitario è a base regionale vediamo un po’ se con questo aiutino capisce.
                https://www.fanpage.it/attualita/quali-sono-le-regioni-dove-si-muore-di-piu-per-covid/

                Se la letalità fosse calcolata in modo perfetto avremmo una misura della qualità dell’assistenza sanitaria una volta disaggregatati i dati per coorte di rischio (o per età)

                Se ancora non è soddisfatto vuole cercare Lei le statistiche di “mortalità per covid” su base regionale?

                PS: Le ho fatto notare che quando si ragiona dei dati sanitari si debba aver cura di distinguere tra “mortalità”, “mortalità per covid” e “letalitità da covid”. Lei conferma implicitamente di aver definito “mortalità” dati della mortalità per covid.

          • Dedication 28 Gennaio 2021 at 12:38 - Reply

            “In Svezia l’analfabetismo funzionale è molto inferiore all’Italia. Deve essere per questo che l’OMS all’inizio era scettica sul fatto che i cittadini fossero in grado di usare correttamente i DPI.”

            Infatti in Svezia non hanno l’Euro.

            Guardi i numeri dicono chiaramente che le misure del Conte non sono servite a nulla tranne che a distruggere l’economia. La prossima volta che dialoga con me la invito ad usare la matematica invece che il razzismo.
            Si trovano spiegazioni piu’ razionali coi numeri che coi pregiudizi sa?

            • Armando 28 Gennaio 2021 at 13:52 - Reply

              Caro ventriloquo dei numeri metta anche gli occhiali così legge meglio.

              E non la butti in caciara quando era Lei che citava i dubbi dell’OMS senza capire che Le stavano dando dell’incapace di usare correttamente un dispositivo di protezione individuale.

              Da qui dovrebbe dedurre anche le e attività di profilassi dipendono anche dalla compliance (cioè dalla capacità di capirle ed eseguirle correttamente)

              Qui abbondano le persone che tacciano altri di competenza ed hanno solo la spocchia per paraocchi.
              Dunque non me ne voglia se imparo in fretta.

              • Dedication 28 Gennaio 2021 at 14:27 - Reply

                Caro,
                Io guardo i numeri lei da interpretazioni personali sulla capacita’ di un intero popolo di usare mascherine.

                Se la gente usa “male” le mascherine resta il mio punto: renderle obbligatorie non e’ servito a gran che’.

                Ma davvero lei crede che senza mascherine e regioni coloraticce sarebbe andata molto peggio (in quanto ai morti)?
                Cioe’ senza Conte saremmo stati l’unio paese wiped out dal coronavirus?

                Ma si rende conto?

                • degiom 28 Gennaio 2021 at 15:41 - Reply

                  Salve D.

                  Vedo che ha ingaggiato un muscoloso duello verbale con Armando e mi guardo bene dall’intromettermi però …

                  Però, a proposito di numeri, morti ed interpretazioni mi permetto di aggiungere un ulteriore variabile: la distinzione (ahimè sostanziale, NON formale) tra chi è morto PER il Covid e chi è morto CON il Covid, che da quanto ho potuto constatare, vengono bellamente fatte confluire in unico calderone …

                  Porto due esempi diretti (non per sentito dire) di parenti, che sono venuti a mancare lo scorso anno: il primo, 50 anni, giunto infartato all’Ospedale di C. (Torino), sottoposto a tampone risultato positivo, il secondo, di 78 anni, malato oncologico grave, che avrebbe dovuto subire un intervento per cui da mesi era prenotato ma che, giunto all’ospedale M. di Torino nell’imminenza dell’operazione, sottoposto a tampone risultato positivo è stato rimandato a casa, essendogli stata posticipata la data dell’intervento alla sopraggiunta negatività.

                  Tutto chiaro? Bene, anzi male!

                  Il primo ricoverato comunque d’urgenza è spirato poco dopo.
                  Il secondo, tornato a casa, colpito da grave malore due giorni dopo è deceduto in Pronto Soccorso, dove l’aveva appena lasciato l’ambulanza.

                  E’ vero: tutti e due sono spirati CON il Covid ma le cause decisive sono state assolutamente altre.
                  Invece agli atti, ufficialmente, entrambi sono morti DI Covid; PER Covid: nessun parente a salutare (comunque a vedere) la salma, nessuna cerimonia funebre, cremazione, amen.

                  • Armando 28 Gennaio 2021 at 16:04 - Reply

                    Degiom la mortalità generale consente il calcolo de “l’eccesso di mortalità” per avere un’idea delle morti indirette (per es. per ritardi nelle procedure urgenti) una volta corretto il dato eliminando per quelle per covid.

                    «Se si ritiene che il COVID19 abbia causato direttamente il decesso, riportare questa condizione in parte I, anche se non c’è una diagnosi confermata. Riportare
                    comunque la condizione indicando “probabile” o “sospetta”. Valutare se il COVID-19 è una probabile o sospetta causa di morte sulla base delle conoscenze e valutazioni al momento della compilazione.» http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagineAree_5373_11_file.pdf

                    Un referto sulle cause di decesso DEVE distinguere adeguatamente tra PER e CON senza scadere nel falso ideologico.

                  • Dedication 28 Gennaio 2021 at 16:26 - Reply

                    Ciao D.

                    Contrariamente ad Armando, cio’ che tu dici e’ vero.

                    Ma, perche’ c’e’ sempre un ma, e’ un “male” comune a tutti i numeri. Ovvero: anche i morti contati negli altri Paesi sono un “mix” di con e per, e del resto la distinzione e’ complessa (ovvero e’ medicalmente soggettivo, esclusi casi estremi).

                    E quello che tu dici era vero sia per la prima ondata che la seconda.
                    Percio’ questi argomenti non tolgono validita’ alle conclusioni:

                    – Le misure messe in atto per contenere la seconda ondata si sono rivelate inefficaci (derivata della curva piu’ alta)
                    – L’Italia e’ il fanalino di coda del mondo sviluppato per quanto riguarda la gestione Covid (secondo Paese per morti/mil abitanti)
                    – L’Italia e’ il fanalino di coda per quanto la gestione economica dell’emergenza (maggior PIL negativo tra i Paesi sviluppati)

                    Alla prossima.

                    • Armando 28 Gennaio 2021 at 17:19

                      Siccome questa non è la sede per determinare se sia stato commesso falso ideologico, non serve a nulla parlare di artefatti statistici senza valutare in che misura incidano sull’errore di misurazione.

                      A maggior ragione da parte di chi finora usava demagogicamente tassi grezzi di mortalità per covid chiamandoli “mortalità”.

                • Armando 28 Gennaio 2021 at 15:43 - Reply

                  Quello che credo è che Lei non si sia documentato abbastanza per capire perché Le ho chiesto di riflettere sul perché il tasso di letalità per covid della Lombardia è superiore alla media nazionale.

                  Siccome il governo è unico le sue banalità non rendono merito delle differenze regionali.

                  https://covid19.spin.cnr.it/regioni-italiane-confronto-decessi/

                  PS: Trovo ironico che qui spesso si invochi il termine trinariciuti a sproposito quando persino Guareschi si preoccupava che gli potesse spuntare una terza narice.

                  • Dedication 28 Gennaio 2021 at 16:42 - Reply

                    “Il governo e’ nazionalee .. ” e’ un argomento del piffero, anche la regione e’ “una” ma ci sono differenze tra Bergamo, Milano e uno spaurito paesino in pianura padana…

                    Guardi che non ci fa bella figura a difendere l’indifendibile, eh.
                    Catastrofe nazionale le responsabilita’ sono del governo centrale…

                    • Armando 28 Gennaio 2021 at 17:06

                      Avevo già capito che la logica non fosse il suo forte quando si beava dell’OMS che la consideravano potenzialmente incapace di usare correttamente una mascherina.

                      “ci sono differenze” e tutte hanno un unico responsabileeeee!

                      Dunque non giova indicarle quanto superficiale sia il suo approccio.

              • Armando 28 Gennaio 2021 at 15:34 - Reply

                Lei può cantarsela e suonarsela come vuole mentre non si accorge di sventolare articoli dove l’OMS Le da implicitamente dell’ignorante.

                Intanto non si usano tassi grezzi per fare paragoni presumendo che tutti i fattori confondenti ignorati siano uguali per tutti i paesi.

                Avendo la certezza che il calcolo del tasso di letalità di una malattia non sia viziato da altri fattori, il numero di morti viene ad essere una frazione fissa degli infetti.

                Dunque chi menziona la “mortalità di covid” (anche quelli che lo fanno a cazzo) guarda alla prevenzione.

                Chi non segue le corrette profilassi agevola la diffusione della pandemia ma non obbliga tutti a seguirli nell’idiozia.

                Quando si corre il rischio di incontrare persone che disattendono le norme vigenti in materia di prevenzione meglio usare una mascherina ffp2/ffp3 invece della chirurgica.

                Quando al “Suo punto” Le posso solo augurare che Lei non eviti di usare le mascherine correttamente per qualsiasi motivo (fosse anche “per scaramanzia”).

                PS: Le mascherine non sono una barriera impenetrabile da “cartone animato” ed oltre alla corretta profilassi bisogna conoscerne i limiti funzionali. https://www.ilmessaggero.it/salute/ricerca/coronavirus_mascherine_funzionano_studio_ricerca-5235368.html

                • Dedication 28 Gennaio 2021 at 16:44 - Reply

                  Perche’ allora la curva della seconda ondata cresce piu’ rapidamente di quella della prima?

                  • Armando 28 Gennaio 2021 at 17:00 - Reply

                    Dedication non risponde perché ha capito? Allora non cambi discordo.

                    Lei mi aveva garantito che il tasso di letalità fosse un indice accurato.
                    Adesso ne tragga le conseguenze.

                    • Dedication 28 Gennaio 2021 at 17:58

                      Armando, lei tergiversa.
                      Il suo approccio, quando sa di aver torto, e’ sempre il solito: complicare le cose (semplici) mancare il punto, cambiarlo, tirare in ballo mille cose che non c’entrano nulla, poi dare dell’ignorante all’interlocutore.

                      Tutto questo ha un nome: gaslighting.

                      Ora, se la pagano per farlo, lo capisco e fa benissimo, di questi tempi in Italia un lavoro per quanto ingrato non si butta mai via.
                      Se lo fa gratis, ammiro la tenacia, ma faccia un giro per i giornali a vedere l’Arcuri… vedra’ la gentaglia per la quale si sta facendo in quattro.

                    • Armando 28 Gennaio 2021 at 20:07

                      Dedication Se avessi fatto una affermazione platealmente errata, come è capitato a Lei, mi avrebbe corretto.

                      La sua incapacità manifesta di entrare nel merito conferma che Lei abbia almeno capito
                      che il “tasso di letalità da covid” ha un margine di errore che è influenzato dalla capacità di identificare gli infetti.

                      Volendo imitare il Suo modo superficiale di ragionare chiunque può utilizzare il “tasso grezzo di mortalita da covid” per fare i confronti fra regioni come Lei li ha fatti tra paesi.

                      Visto il Suo squisito complottismo non sembra che abbia capito che la Sua superficialità avvantaggi i suoi presunti “avversari dichiarati” oppure crede che nessuno in grado di riconoscere le Sue cantonate?

                      Lo sa che raramente partecipo ai tribunali che Lei presiede gratuitamente ma dopo aver letto sempre le stesse banalità senza un telecomando o un pomodoro ho pensato di vedere se fosse in grado di migliorare il servizio pubblico che sta offrendo.

  9. RiccoSpietatoOstracizzato 28 Gennaio 2021 at 09:45 - Reply

    agghiacciante davvero. rivoglio i bei tempi in cui nessuno moriva, mai. gli aerei non cadevano e i treni arrivavano in orario.

    • nonceroesecerodormivo 28 Gennaio 2021 at 10:12 - Reply

      Tipo il mesozoico? 🙂

      • Anonimo 28 Gennaio 2021 at 11:57 - Reply

        Ma all’epoca poi arrivavano i metoeriti ad ammazzare i frociosauri. 🙂

        “Eh ma se la gente mettesse le mascherine i meteoriti non c’ammazerebbero”

        • Armando 28 Gennaio 2021 at 12:08 - Reply

          Eh, ma è dall’estinzione dei dinosauri che di gente morta per ignoranza ce n’è a bizzeffe.

          • Anonimo 28 Gennaio 2021 at 12:49 - Reply

            Gli ignoranti di solito sopravvivono, perche’ seguono la tradizione che poi e’ conoscenza grezza, testata nei secoli.
            A morire di solito sono quelli malati di mezze conoscenze, o di conoscenze errate.
            Insomma quelli che pensano di saperla lunga, e incolpano il mondo e la sua ignoranza delle musate che prendono…

            • Armando 28 Gennaio 2021 at 13:44 - Reply

              Seguire la tradizione ottusamente non rende differenti da chi si illude di saperla lunga. Per l’appunto si tratta di ignoranza.

              • Anonimo 28 Gennaio 2021 at 14:28 - Reply

                Ignoranza e’ sempre meglio che aver studiato alla bocconi eh.
                I mezzocolti sono il peggio del peggio.

                • Armando 28 Gennaio 2021 at 14:49 - Reply

                  Disse l’esperto di mezzocoltura lasciando sfuggire aria fritta.

                  • Anonimo 28 Gennaio 2021 at 16:17 - Reply

                    Ooops, ti ho colpito un nervo scoperto?

                    • Armando 28 Gennaio 2021 at 16:54

                      Quello che Le pare: non posso mica obbligarla a scrivere altro che le solite stronzate.

  10. Anonimo 28 Gennaio 2021 at 15:43 - Reply

    Se la satira ( diretta e leggera per definizione ) deve portare a questo sfoggio di conoscenza da parte di illustri frequentatori……

  11. Anonimo 28 Gennaio 2021 at 15:49 - Reply

    Vaccini anti Covid, altro che marzo 2021: la campagna in Italia finirà a novembre 2025

    Un’applicazione svela, usando dati forniti da Iss, Istat e Commissario per l’emergenza, a che ritmo sta andando il Paese: siamo lentissimi. «Per rispettare i tempi dovremmo incrementare del 73%» 

    Tratto dal sito de ” La Stampa ” oggi.
    Ad uso di un frequentatore…

    • Armando 28 Gennaio 2021 at 16:09 - Reply

      Abbiamo già tutte le dosi di vaccino? Bon!

      Allora mancano i padiglioni primula oggetto interrogazione parlamentare da parte di FdI.

      Ad uso di chi sparla di trinariciuti.

      http://aic.camera.it/aic/search.html

      La parola magica è primule.

  12. Anonimo 28 Gennaio 2021 at 16:53 - Reply

    La parola magica è :

    Cazzo

    ( Zavattini )

beh?

Ultimi post