Leggi il diario a fumetti

Un abbraccio

Lascia un commento!

Un abbraccio a Vauro

by |Published On: 9 Marzo 2023|Categorie: nat show, vignetta, vita varia|tag = |16 Commenti|

Falla girare!

16 Comments

  1. Cosimo Epicoco 9 Marzo 2023 at 20:25 - Reply

    Mi associo al tuo abbraccio Nat! “Un figlio uccise la madre, ne cavo’ il cuore e fuggì,ma inciampo’ quel cuore esclamò fjio te sei fatto male?” (Scusa Trilussa vado a memoria) Queste sono le mamme! “Le Anime dei fedeli defunti per la misericordia di Dio riposino in pace! Amen”

  2. Laura 9 Marzo 2023 at 20:43 - Reply

  3. Conte Valerian 9 Marzo 2023 at 21:29 - Reply

    Condoglianze anche da parte mia, che ho perso mio padre sabato scorso, e ho fatto oggi il funerale.
    Capisco perfettamente.
    Si sa che succederà, un genitore non può sopravviverti, non sarebbe nell’ordine naturale delle cose, tuttavia, non sei mai pronto per questo. Mai.

    • Filippo Bechis Almese (TO) 11 Marzo 2023 at 09:28 - Reply

      Vauro ci ha fatto ridere così tante volte, adesso tocca a noi ricambiare ed essere tristi con lui.

  4. Alessandra 9 Marzo 2023 at 21:46 - Reply

    Quando i genitori se ne vanno, perdi una parte di te…
    Condoglianze, Vauro Senesi 🌹

  5. Ephraim Pepe 9 Marzo 2023 at 23:38 - Reply

    Recentemente anch’io ho perso mia madre, e per elaborare il dolore è nata una favola per adulti e bambini, da usare alla bisogna. Se riesci falla arrivare a Vauro.

    QUANDO PERDI UNA MAMMA

    Una mattina, prima o poi capita a tutti, ti svegli e non trovi più la mamma.
    La chiami, ma non risponde, ed inizi a cercarla.
    “L’avrò lasciata in camera? No, non c’è. Forse sarà in bagno. Niente, nemmeno qui! Non c’è nemmeno in cucina… allora sarà uscita.”
    Ma il tempo passa e la mamma non rientra.
    “Mio Dio! Ho perso la mamma!”
    Allora inizi a piangere, disperare, e mentre lo fai passano i giorni…
    La mamma non c’è più.
    “Ma dove può essere andata a finire?” inizia domandarti “Eppure l’avevo lasciata proprio qui, dove è sempre stata!”
    Continui a cercare ovunque, nell’armadio, nei cassetti, in lavatrice, ma nonostante tutte le ricerche che fai, non riesci proprio a trovarla.
    Quando ormai hai perso ogni speranza, una mattina guardandoti allo specchio, mentre sei ancora in preda al sonno, ti accorgi di una cosa che hai proprio davanti agli occhi: “Questo naso! Questo naso non è mio. Questo naso è della mamma!”
    E allora chiami subito tuo fratello, tua sorella, immediatamente li avvisi: “Ho trovato il naso della mamma, venite a vedere!”
    Arrivano a casa tua, e mentre tutti ammirano il naso della mamma, ti accorgi con gran sorpresa che i capelli della mamma sono in testa a tua sorella, e il suo sorriso in bocca a tuo fratello! E piano piano questa strana ricerca ti fa scoprire dove è finito il suo modo di ridere, dove è finita la sua passione per le cartoline… insomma, tutto quello che non trovavi l’avevi sempre avuto sotto il naso… della mamma.

    • PCelito 10 Marzo 2023 at 09:14 - Reply

      Molto Bella Ephraim !
      💓

    • Ermes 10 Marzo 2023 at 11:14 - Reply

      Molto molto bella!
      Nonostante abbia perso la mamma da 30 anni, e il papà da 7, mi ha aiutato a ritrovarne parecchi dettagli.
      E mi ha fatto commuovere.

  6. Cosimo Epicoco 10 Marzo 2023 at 07:36 - Reply

    Conte Valerian: è pur vero che c’è un proverbio al mio paese che dice: “è meglio che muoiano cento padre che non una mamma; ma il mio mi ha fatto da padre e madre.Per tuo papà 🌹

    • Conte Valerian 10 Marzo 2023 at 11:15 - Reply

      Grazie

  7. Cosimo Epicoco 10 Marzo 2023 at 08:07 - Reply

    Gentile Pepe: io ho perso la mamma a 9 anni,ne ho conservato il suo cuscino per anni! “A mamm anzech allo mus” La parola mamma costringe le labbra a chiuderle spesso.Ma nel mio caso il mio caro papà mi ha fatto anche da mamma.Per la tua cara mamma:🌹🌹🌹

    • Ephraim Pepe 11 Marzo 2023 at 05:51 - Reply

      Grazie. Nella mia recente esperienza, condividere è stato necessario per riprendermi

  8. Cosimo Epicoco 10 Marzo 2023 at 08:18 - Reply

    Gentile Alessandra: è pur vero che un genitore non dovrebbero mai sopravvivere ad un figlio è contro natura; ma quando muore una mamma o un papà i ricordi si affollano! Quando morì il mio, mi ricordo sempre, anche adesso che ho 62 anni quando mi prendeva di peso e mi saliva sul treno per raggiungere il Sant’Orsola di Bologna; soldi non ne giravano molti e il latte era solo per me,lui mangiava una frisa con il pomodoro. Questo sono i genitori.

    • Alessandra 10 Marzo 2023 at 11:00 - Reply

      😢 vero!

  9. claudios3 10 Marzo 2023 at 10:10 - Reply

    Quanto è vero quello che hai scritto Nat. A qualunque età tutti sono costretti a tornare bambini nel peggiore dei modi quando perdono un genitore.

  10. Giuseppe Gandis 11 Marzo 2023 at 08:50 - Reply

    Mi avete fatto piangere! Cattivi… Non, non è vero. Che siete cattivi, intendo!

Dimmi la tua

Ultimi post